since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: cows

Qui With Trevor Dunn – S/T (Macinadischi, 2018)

Bel colpo quello della Macina Dischi che fa uscire in CD l’album dei Qui in compagnia di Trevor Dunn (Mr. Bungle, Fantomas, Tomahawk) già stampato in vinile da Joyful Noise. Le notizie sono due: la prima è che i losangelini diventa temporaneamente normali, almeno dal punto di vista dell’assetto, schierandosi col tridente chitarra, basso e…

Read more

Toilet Door n.4 – One Shot 90

Chi ha detto che non si esce vivi dagli anni ’80 non aveva ancora vissuto appieno la decade successiva. Cosí stavolta, senza alcuna ironia o leggerezza, i nostri prodi si sono immersi fino al collo nel post-socialismo (reale e tangentopolo) affrontando gli aculei più irti del rock indipendente dell’ epoca. Non paghi di tanto fumo hanno anche abbozzato un gemellaggio con Sentire Ascoltare (la seconda miglior webzine italiana) attraverso la voce e la playlist di una delle sue penne più appuntite e spigolose. Superare le nostre possibilità é il nostro motto. Sodapoppari semper fidelis! …

Read more

Rosolina Mar/Trumans Water – Split (Robotradio, 2007)

La Robotradio grazie ad un parto gemellare, oltre a Lucertolas, regala un nuovo capitolo della sua personale serie che unisce gruppo italiano a gruppo straniero, un fumettista, due videomaker e due remix. I più informati ricorderanno che il primo capitolo aveva visto convolare a nozze Redwarm's Farm e The Paper Chase ed anche questa volta tocca ad un'accoppiata in classe A. …

Read more

Myra Lee – 2 (Rejuvenation/La Machoire, 2007)

Sono fermamente convinto che il revival anni novanta, di cui tra poco sicuramente vedremo le prime avvisaglie, sarà molto più interessante e stimolante rispetto a quella brodaglia disco/kraut/funk che siamo ormai obbligati sorbirci direttamente dalla tanica. E questo proprio perché, a mio giudizio, alcune sue peculiari diramazioni musicali non avevano avuto ancora modo né di esaurirsi, né tanto meno di esprimersi al meglio. Come ispirazione stiamo citando quelle scuderie malate di marchio Amphetamine Reptile che, benché di grana più grossa rispetto a Touch & Go o Subpop, non si sono mai risparmiate in prodotti di onesta qualità. Sono proprio queste le coordinate su cui si muovono disinvolti i (francesi, manco a dirlo) Myra Lee. …

Read more
Back to top