Pinback – Autumn Of The Seraphs (Touch & Go, 2007)

I Pinback potremmo tranquillamente definirli un "superduo" risultato dell'unione creativia di Rob Crow (ex Heavy Vegetable, Thingy, Optiganally Yours, collaboratore dei Team Sleep nonchè apprezzato solista) ed Armistead Burwell Smith IV, già bassista dei leggendari Three Mile Pilot. I due ragazzi di San Diego, accompagnati da una serie di turnisti, registrano assieme da una decina d'anni, arrivando a pubblicare quattro album piuttosto apprezzati nel circuito universitario americano, di cui questo Autumn Of The Seraphs non è che l'ultimo della serie. Denso di piccoli acquerelli squadrati e meticolosamente strutturati, ma dotati di una spiccata sensibilità pop, il disco scorre armoniosamente, a partire dall'iniziale From Nothing To Nowhere, accelerata pièce chitarristica in cui, fin da subito, si nota una maggiore cura del suono rispetto agli esordi come "bedroom band", comunque Pinback fino al midollo impregnata com'è dei cori dei due leader che si incastrano, si confondono, si alternano alle parti strumentali quasi "math" del grupp. La componente "calcolatrice" del sound dei Pinback è esemplificata meglio in Barnes, in cui sembra quasi di udire dei Don Caballero poppeggianti spogliati delle tentazioni protojazz, ma dotati di voce. Mancano le tastiere, che puntualmente giungono in Good To Sea e Walters, brano, quest'ultimo, che da rotonda ballata si trasforma lentamente in spigoloso autocitazionismo che ormai Rob ed Armistead si possono permettere. La tecnica fretless di Smith ed il chitarrismo bizzarro di Crow sono invece i protagonisti di Blue Harvest, prima di giungere, in chiusura, alla trionfale Off By 50 che chiude un nuovo capitolo, entusiasmante nella sua formula innovativa, ma invariata rispetto agli altri dischi della vicenda Pinback.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Paolo L. Bandera - Registrazioni Di Campi Tellurici E…

Ritorna il decano se non addirittura lo storico ed ideologo per antonomasia dell'area grigia italiana, con un proprio prodotto programmmatico…

13 Nov 2020 Reviews

Read more

L'Enfance Rouge – Bar-Bari (Wallace, 2010)

Riprende la navigazione il gruppo italo-francese a tre anni dal precedente Trapani - Halq Al Waady: siamo sempre all'interno del…

05 Feb 2011 Reviews

Read more

Silent Carnival - Drowning At Low Tide (Viceversa/Seltz, 2016)

Che ci fossero le basi per essere un disco eccezionalmente alto in qualità, visti i protagonisti coinvolti, era fuori ombra…

14 Nov 2016 Reviews

Read more

Il Cielo Di Bagdad - Manca Solo La Neve (Autoprodotto,…

Mi sa che c’ho una buona stella lassù che fa sì mi arrivino per posta dei demo che non mi…

20 Nov 2006 Reviews

Read more

Soft Black Star - La Mer, La Bataille, La Mort…

Ritorna un progetto molto home friendly e che mi era piaciuto qualche tempo fa con l'esordio Geneva In Neve, parliamo…

15 May 2012 Reviews

Read more

STROMBOLI - Exiles (digital ep, Depths, 2021)

Facendo qualche calcolo sono più di 10 anni che in qualche modo ascolto le opere di Nico Pasquini, prima coi…

30 Dec 2021 Reviews

Read more

MojaSfera - Equilibrio Infranto (Autoprodotto, 2008)

A volte è davvero difficile. L'incomprensione, la poca disposizione all'analisi e spesso una buona dose di convinzioni dure a morire.…

17 Nov 2008 Reviews

Read more

Carla Dal Forno - 25/04/2018 Monk (Roma)

Finalmente recuperate le date di presentazione dell’ep The Garden dopo la cancellazione del tour italiano dello scorso anno. La proposta…

02 May 2018 Live

Read more

Cafeteria Dance Fever - Danceology (Hovercraft, 2012)

Garage quasi tipo Cramps. Suoni sporchissimi che in confronto il tradizionale Lo-fi è una roba passata sotto l'engineering di Brian…

14 Jun 2012 Reviews

Read more

Mastodon - Blood Mountain (Warner Bros, 2006)

L’allontanamento dalla Relapse in virtù di una major non sembra aver intaccato particolarmente la creatività e la furia dell’eclettico quartetto…

01 Dec 2006 Reviews

Read more

Death In June + Fire+Ice + Vurgart – 28/10/11 Carlito’s…

Tour del trentennale, dopo lunga assenza dai palchi, per i Death In June: come non esserci? Sì, anche solo per…

11 Nov 2011 Live

Read more

Sakee Sed – Alle Basi Della Roncola (Mousemen, 2010)

Quelle contenute in Alle Basi Della Roncola, esordio dei Sakee Sed, sono canzoni da balera, o da saloon, suonate con "sentimento…

24 May 2010 Reviews

Read more

Smallgang - Trespasses (Damnably, 2011)

"Una delle band live più interessanti del panorama londinese!"...Non male direi come presentazione. Ma si sa che i comunicati stampa…

14 Dec 2011 Reviews

Read more

The Death Of Anna Karina - Lacrima/Pantera (Unhip, 2011)

Ricordo che quando mi dissero che The Death Of Anna Karina avevano svoltato in favore del cantato in italiano, subito…

20 Feb 2011 Reviews

Read more

Extra Life – Made Flesh (Africantape, 2010)

Sorprende trovare, in un catalogo così stilisticamente orientato come quello dell'Africantape, il disco di quello che alla fin fine è…

19 Feb 2010 Reviews

Read more

Deison - Quiet Rooms (Aagoo, 2012)

A questo giro ritorna Cristiano Deison, che vanta una carriera solista di tutto rispetto divisa fra dischi in proprio e…

27 Nov 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top