Orval Carlos Sibelius – Super Forma (Clapping Music, 2013)

Si dice che dei dischi non bisognerebbe mai parlarne in forma personale, ma quando in qualche modo si rimane coinvolti, mi sembra un percorso obbligato scriverne in questo modo. Trovo importante e forse fondamentale ascoltare i dischi in tutte le possibili occasioni, per riuscire a cogliere al meglio le diverse sfaccettature che possono nascondere. Partendo così dall’ascolto in cuffia, passando a quello seduto in poltrona o mentre si sistemano gli altri dischi sparsi per casa, per finire con l’ascolto da automobile. Ed è proprio in macchina che un bambino di quattro anni (nel caso specifico mio figlio), mi chiede se il disco che stavamo ascoltando era dei Beatles.
Partendo dal presupposto che mio figlio non andrà in televisione a “bravo bravissimo” (anche perchè senza più Mike B. non avrebbe senso) e visto anche il fatto che non è un bambino prodigio e dio me ne scampi. Semplicemente vivendo in casa con me, volente o nolente, si deve sorbire ore di musica in tutte le salse possibili. Tutte queste inutili parole per dire che in fondo aveva ragione e che Orval è probabilmente cresciuto a pane e fab four. E se solo mio figlio avesse ascoltato i Super Furry Animals nei tempi d’oro, avrebbe citato anche loro.
Purtroppo però Orval non regge il confronto, ma in un paio di occasioni riesce a confezionare brani interessanti. Ci sono tutte le caratteristiche tipiche dei quattro di Liverpool, partendo dalle voci filtrate agli strumenti panpottati solo su un canale e batterie essenziali leggermente distorte. Le linee melodiche e le sue variazioni sono quelle tipiche di quegli anni, se poi ci aggiungete piccoli inserti di delay, echo, reverse, non si puà sbagliare… Un disco di pop-rock-psichedelico, costruito con gusto e capacità tecniche, ma forse un po’ fuori tempo massimo, a meno che non siate amanti del genere e sostenitori del fatto che la musica non invecchia mai…ma a quel punto anddate ad ascoltarvi i Flaming Lips che loro non sbagliano mai!

 

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Mulu – Garagebleu (Wallace, 2008)

Pop su Wallace? Non proprio, ma quasi... so che non ve lo sareste mai aspettato, ma sarebbe stupido non aspettarsi…

04 Dec 2008 Reviews

Read more

Bachi Da Pietra - Habemus Baco (Wallace/Tannen/La Tempesta, 2015)

Abbiamo il Baco, e sono già dieci anni, due lustri che Giovanni Succi e Bruno Dorella calpestano la terra, ben…

20 May 2015 Reviews

Read more

Burial - Untrue (Hyperdub, 2007)

Riverberi, voci ovattate, ritmi sincopati, linee di basso, Untrue è un disco in cui ogni cosa sembra…

14 Jan 2008 Reviews

Read more

Bad Powers - S/T (The End, 2012)

Un' atmosfera palpabilmente febbricitante ammanta questo esordio tutto nuovaiorchese. Infatti dalle ceneri ancora fumanti dei Made Out Of Babies (tre…

21 Dec 2012 Reviews

Read more

Don Vito/Bogong In Action – Split 7” (Lemming/Brigadisco et al.,…

Merita una segnalazione questo split in vinile diviso fra Don Vito, gruppo che, a discapito del nome, proviene dalla Germania …

20 Jan 2012 Reviews

Read more

Mother Of Mud - Fall Guy (Autoprodotto, 2013)

Elegante esordio meneghino dai suoni nettamente early nineties. Per i Mother Of Mud è un po' come se il mondo…

05 Jun 2013 Reviews

Read more

Illachime Quartet - I’m Normal, My Heart Still Works (Fratto9…

Credo che pochi di voi lo ricordino o l’abbiano mai sentito, ma un bel po’ di tempo fa questi ragazzi…

26 Mar 2009 Reviews

Read more

Massimo Olla - Life In A Sonic Free Form Research…

Percussioni, suggestioni e striscianti fruscii introducono il raffinatissmo lavoro di Massimo Olla che, a onor del vero, sembra non abbia…

04 Oct 2020 Reviews

Read more

Primal Scream - Beautiful Future (B-Unique , 2008)

Arrivarci, a vedere il futuro rosa! E forse qualcuno la personale quadratura del presente l'ha trovata, tanto da cantarla a…

25 Sep 2008 Reviews

Read more

Maurizio Bianchi + Saverio Evangelista ‎- Micromal Sonorities (Silentes/13, 2015)

Interessante ristampa per Silentes, all'interno della serie audio/video 13: un booklet in formato A4 con belle foto di Stefano Gentile…

01 Jul 2015 Reviews

Read more

Twenty Miles To Mother - S/T One Sided 7" (Hanged…

Con colpevole ritardo ci occupiamo dei Twenty Miles To Mother gruppo che, nato dalle ceneri dei salentini  Suburban Noise e…

22 Mar 2011 Reviews

Read more

Steven Blush - American Punk Hardcore (Shake, 2007)

In attesa di vedere finalmente il film, ecco American Hardcore traduzione di un libro di Steven Blush che rischia di…

24 Apr 2007 Reviews

Read more

Spiritus N - Age (Luce Sia, 2020)

Delicatissima dark-ambient minimale per Luce Sia che, incurante a crisi sanitarie e ambientali, continua a sfornare materiale di primissima qualità.…

14 Apr 2020 Reviews

Read more

Rollerball - Two Feathers (Wallace, 2009)

Ecco qui il "solito" disco dei Rollerball che è come dire il solito disco dei Portishead o dei Tortoise, infatti…

22 Dec 2009 Reviews

Read more

Alessio Bondì - Sfardo (Malintenti/800A. 2015)

Sfardo è un disco fresco e scoppiettante. Un disco pop, leggero, ventoso, condito di quella intensa spensieratezza che anima il…

23 Dec 2015 Reviews

Read more

Obelyskkh - White Lightnin' (Exile on Mainstream, 2012)

Super crautissimo doom tossico e polveroso direttamente dalla Germania per questi figli bastardi di Dave Wyndorf e di tutta la…

17 Dec 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top