Noise Of Trouble – Distopia (Brigadisco, 2012)

La recensione dell’ultimo album dei Mombu sul fondamentale blog Il Teatrino Degli Errori, recitava “Fra le tante, citiamo tre piaghe che hanno afflitto l’Agro Pontino negli ultimi secoli: la malaria, Tiziano Ferro e il jazz core. Nota di cronaca, la prima è già stata sconfitta”. A conferma che il jazz core, in quelle zone, è ancora assai virulento, ecco il disco dei latinensi Noise Of Trouble.
Ad essere sinceri, il disco dei Mombu non c’era affatto dispiaciuto e non ci dispiace neppure l’esordio di questo trio batteria – basso – sax (a turno soprano, tenore e baritono) che alla foga dei primi Zu aggiungono un certo gusto melodico e un’attenzione ai timbri e al rapporto fra suono e silenzio, che contribuiscono a rendere digeribile un disco, ma più in generale uno stile, non sempre facile. Una buona varietà di soluzioni, dunque, per una musica pensata e raffinata ma che, nel suo essere viscerale e priva di fronzoli è attitudinalmente hardcore: la batteria è pestata a dovere, le geometrie del sax sono spesso spigolose e il basso pulsa e batte funk al punto da far sembrare talvolta i Noise Of Trouble una versione dei Nomeansno dotata di fiati. Il disco presenta anche un lato contenutistico in genere assente in produzioni di questo tipo: il tema, evidente dalla titolazione dei brani (Genova, Alimonda, Placanica…), è il G8 di Genova, visto come evento che ha segnato tutto il primo decennio del nuovo secolo. Se l’intento è lodevole, il risultato dal punto di vista artistico lo è meno: essendo la band strumentale, il messaggio è affidato a tre tracce parlate (una poesia di Carlo Giuliani e due lunghi interventi di Giovanna Marini e Simone Cristicchi) che, nonostante le sonorizzazioni di fondo, rimangono estranee alla materia sonora, tanto che, negli ascolti successivi al primo, mi sono sempre trovato a saltarle. La formula si può forse riproporre (l’incipit furioso di Assassin dopo il brano che elenca i crimini della polizia a Bolzaneto è effettivamente emozionante), ma andrebbe rivista alla luce di una maggior sintesi o di un più stretto legame fra musica e parola. Tutto sommato si tratta comunque di una piccola pecca: i Noise Of Trouble dimostrano di essere un gruppo quadrato e capace, sia a livello di scrittura che di esecuzione, meritevole di palchi importanti.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Gräfenberg - The Grind Album (Solitude Beast, 2010)

Dopo i Crampi Punk, i Void, i Kermit e la cronaca nera condita a botte di amianto ecco qualcosa di…

05 Jan 2011 Reviews

Read more

Nufenen - Lamo La Stiabe (Eisfabrik, 2009)

Strani davvero questi svizzeri. Benchè strutturalmente semplici, il loro rifuggire esplicitamente da etichette formali prestabilite li rende intriganti e…

16 Dec 2009 Reviews

Read more

R.U.G.H.E. - S/T (Niente, 2009)

Non amo molto il radical minimalismo delle edizioni Niente, però non c'è dubbio alcuno che l'etichetta fondata dagli St.ride fornisca…

22 Dec 2009 Reviews

Read more

Petrolio - Di Cosa Si Nasce (Taxi Driver/Brigante/Dio Drone e…

Enfatico industrial primi anni novanta per la creatura di Enrico Cerrato (Infection Code) che rispolvera per l'appunto un genere a…

15 May 2017 Reviews

Read more

Johnny Mox – We = Trouble (Musica Per Organi Caldi,…

Non assomiglia a nulla della roba che si sente in giro, il nuovo disco di Johnny Mox, che sembra affondare…

21 May 2012 Reviews

Read more

Alchemist - Tripsis (Relapse, 2007)

Giunto ormai al ventennio di attività il quartetto australiano può decisamente considerarsi soddisfatto del proprio percorso e soprattutto del…

06 Jan 2008 Reviews

Read more

Andrew Tuttle - S/T (Someone Good/Room40, 2018)

Andrew Tuttle arriva al terzo disco mescolando chitarra acustica e banjo con synth e laptop: il suo essenziale armamentario gli…

05 Jun 2018 Reviews

Read more

Earlimart - Hymn And Her (Major Domo/Shout! Factory, 2008)

Ad un primo ascolto, le assonanze tra Hymn And Her, sesto album degli Earlimart, e gli ultimi (capo)lavori degli Stars…

14 Jul 2008 Reviews

Read more

Pest Sound - 76 Kilos Laughing (Stuntkite, 2006)

Mi scoccia ripetermi (bugiardo) eppure è strano come a volte un disco formalmente perfetto non arrivi dove dovrebbe. Pest Sound…

28 Mar 2007 Reviews

Read more

Le Singe Blanc - Strak! (Magdalena/Keben, 2006)

In questo disco la scimmia bianca (questa la taduzione del mome Le Singe Blanc) sembra davvero "stracca", che esattamente come in…

25 Feb 2007 Reviews

Read more

Father Murphy – 13/04/12 Agorà Del Polaresco (Bergamo)

Se avete letto la recensione del nuovo album dei Father Murphy, potrete capire che l'occasione di vederli dal vivo a…

27 Apr 2012 Live

Read more

Caso - La Linea Che Sta Al Centro (To Lose…

E ancora con la menata che a me i cantautori, soprattutto se cantano in italiano, non fanno impazzire. E ancora…

29 May 2013 Reviews

Read more

Zavoloka Vs. Kotra - To Kill The Tiny Groovy Cat…

Non è bello dirlo, ma spesso leggendo titolo e nome di un gruppo dell’est verrebbe da pensare che sia arretrato…

02 Dec 2006 Reviews

Read more

St.Ride - Conquistare Il Mondo (Niente, 2013)

Due lembi di bandiere strappate attaccate ad un palo piantato nell'acqua, con il panorama del mare davanti a noi: ecco…

13 Jan 2014 Reviews

Read more

Insect Kin - Endless Youth And Other Disease (Autoprodotto, 2008)

Volonteroso quartetto lombardo che ancora crede nel grunge più puro ed intransigente. Riff ossessivi, taglienti, sofferti, quasi a voler…

24 Dec 2008 Reviews

Read more

Juta - Running Through Hoops (Arctic Rodeo, 2010)

L'instancabile Frederic Klemm sforna ancora una volta un lavoro curato fin nei minimi particolari rivelando, oggi più che mai,…

10 Apr 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top