Nick Hornby – 31 Canzoni (Guanda, 2003)

Se per molti Alta Fedeltà è il libro che parla della loro passione per la musica, per me non è stato per nulla così: Nick Hornby metteva in luce tutti i tic dell'appassionato di musica, tratteggiando un personaggio per nulla positivo. Insomma, mi sembrava che gli appassionati di musica, un po' tutti e non solo il protagonista, ne venissero fuori come degli egoisti sempre pronti a preparare un mix tape invece di affrontare sentimenti e problemi; in più il romanzo non mi faceva impazzire anche perché descriveva cose sentite, vissute e ancora vive per me: preferisco di gran lunga i ricordi delle mie emozioni alla scrittura di Hornby, un po' piatta per i miei gusti. E stavolta, con 31 Canzoni? Conferma piena dei miei pregiudizi.
Hornby è un appassionato di musica nel senso più hooligan del termine (forse dovrei dire da Febbre A 90): sale in cattedra a spiegare per bene cos'è la buona musica, come si ascolta, quali sono i meccanismi del ricordo applicati alla canzone… Il punto non è se mi trovo d'accordo o meno con i vari argomenti che affronta, alcuni in modo interessante (altri molto meno), ma il fatto che rispunta un bel po' di quel fastidio che provavo per il personaggio di Alta Fedeltà e ho capito che è Hornby che mi sta proprio antipatico: con prese di posizione del tipo "se non vi piace il gruppo tal dei tali è evidente che" si guadagna subito il mio malcontento, ma ci sono un paio di stilettate che non mi sono andate giù per niente.
Ogni capitolo è dedicato ad una canzone ed un paio di capitoli per me svettano su tutti: primo quello sul rock pesante, la "musica rumorosa", dove Hornby liquida almeno trent'anni di musica pesante con lo stereotipo del ragazzino che non intendendosene di musica ascolta "quella più rumorosa" convinto che così non potrà sbagliare, e ci dichiara che crescendo non ha più avuto tempo per "il rumore che fa Jimmy Page"… Perché sta parlando dei Led Zeppelin! Da lì a Burzum e quello che ci sta in mezzo messo alla porta in tre pagine come del resto il cinema sperimentale perché ora ha "più interesse per il buongusto"… Subito dopo mi è venuta voglia di ascoltare Fuck You degli Overkill e gli Slayer. In più poco dopo arriva ai Suicide: nonostante bolli il pezzo come capolavoro, descrive la musica sperimentale (tutta in blocco, naturalmente) come un genere che i critici repressi apprezzano perché loro nella vita non hanno mai vissuto, ma che lui non ha tempo per ascoltare, dato che non vuole "mai più essere terrorizzato dall'arte". Naturalmente tutti quelli che come lui hanno problemi veri nella vita non possono ascoltare questa musica perché hanno cose più importanti a cui pensare e cercano musica che sia svago; perché c'è un esagerato culto del "pericolo", dovuto "all'eccesso di cultura"… anche l'eccesso di cultura adesso! E conclude il capitolo con un "ma non provate a farmi sentire moralmente o intellettualmente inferiore". Come dice lo psicologo a Fantozzi: "Caro Fantozzi, la smetta con questo problema del sentirsi inferiore e si guardi allo specchio… lei è inferiore!".
E le canzoni scelte per i vari capitoli? Non abbiamo del tutto gli stessi gusti, ma non è questo il punto… Sembra che tutto questo pop leggero piazzato dappertutto serva a far dimenticare un passato più "estremo" di Hornby, come se se ne vergognasse. Il libro scorre liscio con quel pizzico di piattezza che mi infastidisce, e si risolleva solo nei momenti descritti sopra, in cui almeno mi ha fatto saltare il tappo.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Kelvin/Speedy Peones - Split 10" (MacinaDischi, 2010)

Metallo dal Nordest, almeno per quel che riguarda la confezione delle prime 300 copie di questo 10" (45 rpm e…

07 Jul 2010 Reviews

Read more

Luca Majer - Matita Emostatica (Volo Libero edizioni)

Questo libro più CD edito da Volo Libero e mandatomi dallo stesso Majer, non raccoglie solo alcune memorie dell'autore relative…

16 Nov 2011 Reviews

Read more

Nytt Land – 14/09/2019 VII Midgard Viking Folk Fest (Viadana…

Sono insolite connessioni culturali quelle che portano, in questa notte di luna piena e rossa, i siberiani Nytt Land (quattro…

17 Sep 2019 Live

Read more

Rock And The City - La Storia Siamo Noi

Sosteneva Lukàcs che il compito del genio è mettere ordine tra le cose, che per deduzione equivale a dire che…

10 Feb 2007 Articles

Read more

Kubark – Ulysses (Autoprodotto, 2011)

Con questo secondo EP, che segue l'omonimo Kubark del 2009, il quartetto si spoglia degli influssi delle band che li…

13 Dec 2011 Reviews

Read more

Fabio Orsi/My Cat Is An Alien - For Alan Lomax…

Alan Lomax, ovunque ora si trovi, sarà felice di questo disco tributo dato che raggruppa una vera spremuta di buon…

02 Apr 2007 Reviews

Read more

Pecksniff - The Book Of Stanley Creep (Black Candy, 2004)

Disclaimer: questa NON è la recensione del nuovo disco dei Pecksniff!! Là dove guizzano le trote immaginarie dei nostri sogni…

13 Sep 2006 Reviews

Read more

Turnstile - Nonstop Feeling (Reaper, 2015)

Per tutti voi che amate le sonorità più muscolari e il groove pesante potrebbe essere arrivato uno dei dischi…

04 Mar 2015 Reviews

Read more

Adamennon - Nero (Autoprodotto, 2011)

Torna con un nuovo album, dalla sua dimora persa nell’Appennino tosco-emiliano, il musicista che si cela dietro al nome di…

16 Sep 2011 Reviews

Read more

Orion - Builders Of The Cosmos (Taxi Driver/Brigante 2016)

Riffs belli cicciosi alla Conan, immaginario cosmologico di attribuzione vagamente pagana e cantato tra Kyuss e Hermano. Il gioco è…

14 Oct 2016 Reviews

Read more

Robert Lowe: la natura psichica dei licheni

Robert Lowe è recentemente assurto a una pur relativa notorietà grazie alla vicinanza con le doom star Om. In realtà…

27 Oct 2012 Interviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 33 (11/06/15)

Puntata numero trentatre della terza stagione di The Sodapop Fizz, Emiliano e Massimo in un episodio dedicato ai loro chitarristi…

14 Jun 2015 Podcasts

Read more

Giovanni Dal Monte - Anestetico Vol. 1 (Neolitico) & Anestetico…

Il suono, una volta create, prende forme sorprendenti e plasmabili. Non sorprende quindi la scelta di Giovanni Dal Monte di…

28 Jun 2022 Reviews

Read more

Pan del Diavolo - 23/08/09 Festa Di Radio Onda D'Urto…

Se il valente Giorcelli, con gentile signora, si sobbarca i quasi 400 chilometri che dividono Brescia dalle spiagge della…

24 Sep 2009 Live

Read more

Acid Baby Jesus - Selected Recordings (Slovenly, 2014)

Interessantissima seconda uscita per questa bizzarra formazione greca che all'occasione si è rifugiata in un'isoletta dell' Egeo al fin di…

27 Jan 2015 Reviews

Read more

Luciano Maggiore & Francesco Fuzz Brasini - How To Increase…

Eravamo stati fra i pochi, lo scorso anno, a non entusiasmarci per l'esordio di Luciano Maggiore e Francesco Brasini: fra…

04 Dec 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top