Mulu – Garagebleu (Wallace, 2008)

Pop su Wallace? Non proprio, ma quasi… so che non ve lo sareste mai aspettato, ma sarebbe stupido non aspettarsi di tutto dato che l’etichetta è passata dalla finezza dei Permanent Fatal Error al ruvidume dei Pornography, dal free di classe di Ligeti-Pupillo-Gebbia (grandissimo disco!!!) alla finta cafonaggine krauta dei R.U.N.I. e dalla violenza cieca dei Gerda alla maximum freakitudo di Xabier Iriondo. Non pago di venire (finalmente) celebrato con una super intervista su Blow Up, Spino continua imperterrito a sfornare materiale e questa volta tocca a un duo femminile.
Parlavamo di pop e per qualificarlo ulteriormente si parla di pop da circuito indipendente con i pregi ed i difetti di sorta: fra i pregi quelli di una produzione buona e non eccessivamente laccata tanto da rischiare la stucchevolezza, fra i difetti il fatto che a volte pop per pop mi domando se avendo il coraggio di affondare completamente il coltello nella torta non si rischirebbe davvero di passare in top class. Pur non trattandosi propriamente di materiali che ascolto abitualmente le Mulu hanno le loro carte da giocare e sfido l’intera “sezione misogini” là fuori a pensare che la produzione del disco fosse ingiustificata sentendo traccie come ad esempio Lavinia’s Boat o Opale. Non è un caso che abbia citato i pezzi più melodici e più smaccatamente ascoltabili, anche perché sono quelli in cui Marialuisa Balzi e Luisa Pangrazio danno il meglio. Musica molto semplice ma per nulla povera, il frutto di una scelta intenzionale viene evidenziato dal fatto che la produzione sia stata affidata a Iriondo, se per certi versi nei modi accosterei il duo alle Cocorosie, l’effetto generale è molto diverso dato che ricorda più qualche vecchio lavoro della Matador. Se Solex fosse stata molto più tranquilla e non fosse cosparsa di quei campioni (splendidi) tagliati a colpi di badile e si fosse armata di una groove box, se nella line up avesse accolto Caroline Loeb e Les Rita Mitsouko (due vere leggende), avrebbe fatto lavori non troppo distanti da questi. Belle voci e musica che, per quanto sia stupido scriverlo, potremmo anche definire femminile, melodie mediamente malinconiche, arrangiamenti semplici ma molto ben suonati e forma canzone senza timore e con risultati a volte davvero notevoli. Una volta un “genio” mi ha detto: “ah… la Wallace, quella che fa quella roba inascoltabile”… sì bravo, ascoltati questo coglione!. So che è un paragone del cavolo, ma ascoltando questo disco mi sono domandato se con degli arrangiamenti ancora più pop ed una produzione da major non avrebbe rischiato di suonare meglio dei dischi solisti di Meg.

Tagged under: , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Three Trees (Fabio Sacconi/Andrea Bolzoni/Riccardo Marenghi) - S/T (Bunch, 2014)

I tre "alberi" che danno il nome al trio potrebbero forse essere il jazz, l'improvvisazione e la musica contemporanea, dato…

10 Sep 2014 Reviews

Read more

Viarosa - Where The Killers Run (Tarnished, 2007)

Scribacchiare di musica è come registrare gruppi. Ti dà la possibilità di provare quello che le scelte che hai fatto…

18 Nov 2007 Reviews

Read more

Au – Both Lights (Leaf, 2012)

Un magma musicale assurdo permea il lavoro di questi ay-yoo, progetto di Luke Wyland e Dana Valakta da Portland. …

01 Jun 2012 Reviews

Read more

Torturing Nurse + Cassa Ufficio Malattie Tropicali – Songs For...…

Grande! Era veramente da una vita che non sentivo un disco così "ignorante", se poi questo sia un pregio o…

07 Jan 2009 Reviews

Read more

Freshkills - Creeps And Lovers (Arclight, 2005)

Che cazzo gli ha preso al mondo? Se in questa recensione riuscissi a rispondere a questa domanda sarei probabilmente in…

06 Jan 2007 Reviews

Read more

Sincope records: mamma mia quanto rumore!

Nei primi due anni di vita Sincope ha prodotto un buon numero di uscite, dedicandosi in primis alla musica che…

12 May 2012 Articles

Read more

The Tapes - News From Nowhere (Luce Sia, 2019)

Ancora un insapettato blast from the past per Luce Sia che questa volta fa riemergere dal passato remoto la creatura…

18 Jun 2019 Reviews

Read more

Massimo De Mattia - Mikiri+3 (Setola Di Maiale, 2011)

Si tratta di un disco decisamente anomalo per il catalogo della Setola Di Maiale, non tanto per la grande fruibilità…

23 Sep 2011 Reviews

Read more

Logoplasm & Punck - Drunk Upon The Holy Mountain (Setola…

Se Enrico Ruggeri "è stato punk prima di te" i Logoplasm e Punck sono stati field-recording prima di parecchia gente, i primi…

15 Jan 2008 Reviews

Read more

Nevroshockingiochi – Scena 2 (Onlyfuckingnoise/Neon Paralleli/HYSM?/Il Verso Del Cinghiale…

Quando sulla loro pagina avevo letto l'autodefinizione art-rock, instintivamente avevo messo mano alla fondina, non credo si ci sia bisogno…

16 Oct 2013 Reviews

Read more

Owun - Le Fantôme De Gustav (Autoprodotto, 2012)

La band francese degli Owun si forma nei novanta e dopo tre dischi si scioglie nel 2002, per tornare ora…

19 Apr 2012 Reviews

Read more

Chris Brokaw - Gambler’s Ecstasy (Damnably, 2012)

Come accennato qualche recensione fa a proposito di Geoff Farina e altre vecchie glorie, la Damnably, in Europa, sta diventando…

11 Dec 2012 Reviews

Read more

Matawan - We Lingered In The Chambers Of The Sea…

La primavera alle porte, il sole del tramonto che filtra dalle tende e... l'immancabile (almeno per me) disco ambient agrodolce…

06 Apr 2018 Reviews

Read more

Zac Nelson – Domain Of Pure Speculation (Second Family, 2011)

Torna su queste pagine una produzione della parmigiana Second Family Records, che stavolta è volata fino a Portland per pescare,…

30 Jan 2012 Reviews

Read more

Frontier(s) – There Will Be No Miracles Here (Arctic Rodeo,…

Uscita blasonatissima per l’ottima Arctic Rodeo: membri di The Enkindels, Mouthpiece, Stay Gold e, soprattutto, mister Chris Higdon al bel…

02 Jul 2010 Reviews

Read more

Susanna Gartmayer – AOUIE, Solos For Bass Clarinet (Chmafu/God, 2015)

New York’s Alright If You Like Saxophones, dicevano i Fear; se invece amate il clarinetto, la città che fa per…

22 Jan 2016 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top