Luciano Maggiore & Francesco Fuzz Brasini – How To Increase Light In The Ear (Boring Machines, 2012)

Eravamo stati fra i pochi, lo scorso anno, a non entusiasmarci per l’esordio di Luciano Maggiore e Francesco Brasini: fra le cose che contestavamo a Chàsm Achanés era l’incapacità di rende l’esperienza fisica del suono (allora avevano registrato all’interno di un’ex fabbrica). È questo un problema che di certo non riguarda il nuovo lavoro, che, con un netto cambia registro, si presenta molto più stratificato e complesso. Se ne consiglia l’ascolto in cuffia, salvo per i sofferenti di acufene, che è meglio ne stiano alla larga.
Parafrasando il titolo, all’apparenza assai poetico, il metodo per incrementare la luce nell’orecchio appare come un’operazione di audio-chirurgia in cui le frequenze acute penetrano le profondità auricolari, un suono continuo e freddo come un ago, attraverso cui fluiscono le frequenze più basse: drone, click, suoni concreti. Non siamo in presenza delle volgari dimostrazioni di potenza rumorista che speso ci capita di ascoltare: qui tutto è calibrato alla perfezione, per cui la sofferenza uditiva è perdurante ma mai insopportabile, sebbene il disco sia impegnativo e richieda qualche ascolto. How To Increase… si pone sul confine dove la creazione artistica finisce e inizia la scienza musicale: più che dalla volontà di esprimere la propria interiorità i due musicisti sembrano partiti dall’effetto che volevano ottenere sull’ascoltatore e da questo hanno costruito le due lunghe tracce che troviamo qui. Coerentemente con questo assunti, il piacere dell’ascolto è sostituito da quello dell’esperienza sonora, una catarsi uditiva che si rivela pienamente solo una volta terminato il disco. Spento il lettore, i suoni  circostanti vi sembreranno, per qualche momento, come purificati, cristallini, dotati di qualità affatto nuove: una sensazione davvero isolita. Corollario perfetto alla musica qui contenuta è la grafica, che utilizza immagini tratte dall’opera Cutter di Cristian Chironi: pagine di libri con foto di farfalle, tagliate in modo da mostrare le immagini sottostanti: anche qui, stratificazione e metaforica chirurgia.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

15 anni di ODRZ – 12/12/2015 Spazio Ligera (Milano)

Anche se dalla data è passato un po’ di tempo e gli infiniti impegni della vita non ci hanno permesso…

08 Jan 2016 Live

Read more

Herba Mate - The Jellyfish Is Dead And The Hurricane…

La grafica e le note biografiche mi facevano ben sperare per questi Herba Mate. Le radici emiliane accompagnate da un…

28 Oct 2010 Reviews

Read more

AA.VV. - Le Triomphe Dans L’Endroit De La Duperie (Eicool…

Terzo episodio della saga Eicoolsat e cioè una serie di installazioni che hanno per tema la fantascienza e il cui…

01 May 2011 Reviews

Read more

Modotti - Come Ti Senti (Upupa/Fooltribe, 2016)

I Modotti sono un trio bolognese. Si chiamano così in onore di quella gran donna che è stata Tina Modotti.…

24 Feb 2016 Reviews

Read more

Koji Asano – Mileage Reimbursement (Solstice, 2012)

Non si ferma, ci preoccuperebbe il contrario, la prolifica produzione del giapponese Koji Asano e a pochi mesi da Travel…

05 Feb 2013 Reviews

Read more

Full Effect - Reconcilement - At The Present, A Sweet…

Il disco dei Full Effect, non privo di qualche dissonanza qua e là, prende il via dall'emo-core più fisico, quello…

25 Jul 2007 Reviews

Read more

The Child Of A Creek - Whispering Tales Under An…

Ecco The Child Of A Creek dare un seguito l'ottimo Find A Shelter Along The Path che tanto ce lo…

13 Apr 2011 Reviews

Read more

Hector's Pets - Pet-O-Feelia (Oops Baby, 2014)

Prendete cinque individui a metà strada tra il geek, l'hipster e il punk-rocker, radici a Austin e ora una "carriera"…

13 Nov 2014 Reviews

Read more

A volte ritornano, i Peggio Punx di nuovo tra noi!

Ritornano i peggiori ragazzi con la più incontenibile foma d'energia mai uscita dal piemonte. I Peggio Punx per l'appunto. Il…

03 Mar 2012 Interviews

Read more

Concrete - Gvttae Sangvinis (Donna Bavosa/Sanguedischi/Shove, 2009)

Preparatevi perchè più che una recensione si tratterà di un epitaffio, di quelli stile Kina (beh un po' più brutti,…

13 Mar 2009 Reviews

Read more

Don Turbolento - Spend The Night On The Floor (Autoprodotto,…

Ricordo di aver visto dal vivo i Don Turbolento una sera d'inverno in una taverna-scantinato. All'interno c'era una festa di…

24 Aug 2007 Reviews

Read more

The Lodger + Je Suis Animal + Esiotrot + Mexican…

Colgo l'occasione di una recente visita nella capitale dell'impero, quello del bene, e cerco di orientarmi rispetto alle nuove coordinate…

07 Mar 2009 Live

Read more

Re-Count - Egocollective (Minuta, 2008)

"Egocollective - recita la cartella stampa - è un progetto corale: è un insieme di brani che Omar E. Bernasconi…

08 Sep 2009 Reviews

Read more

Iron - Lovefreakmutant (Spina Bifida/Fucking Clinica, 2010)

A proposito di freak e di delirio, se Mennella si butta nei lavori in solo ed in coppia anche l'altra…

29 Aug 2010 Reviews

Read more

Sabo - 8 Saisons à L'Ombre (RuminanCe, 2007)

Potrebbe tranquillamente, questo disco, essere la colonna sonora di un affascinante viaggio nella penombra di un milieu fantastico, la…

22 Sep 2008 Reviews

Read more

Die! Die! Die! - Form (Golden Antenna, 2011)

Con un nome che lascia pochi spazi alle interpretazioni e che ha fattto venire il sangue alla testa all'amico Emiliano…

30 May 2011 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top