King Suffy Generator – 60 Minutes Circle (Escape From Today, 2009)

Se l’ascolto delle prime battute di 60 Minutes Circle potrebbe frettolosamente far pensare ad un classico gruppo post rock (e qui mi viene in mente che le parole "classico" e "post rock" dovrebbero essere in un certo senso antitetiche, o perlomeno così era alle origini, quando non c’era nulla di classico in certi suoni) subito ci si accorge dell’errore. Se proprio vogliamo parlare di post rock lo dobbiamo fare nell’accezione di musica completamente strumentale, o comunque pensarlo nell’interpretazione che ne hanno dato gruppi come i Tortoise, o più recentemente Exploding Star Orchestra, non intendendo con questo dire che i King Suffy Generator suonino esattamente così, è più un discorso di mood comune, di intenzioni.
L’immaginario sonoro del gruppo piemontese è comunque ampio e sembra guardare, più che a modelli d’oltreoceano, a certo progressive italiano (P.F.M. su tutti), ripulito però dalle pesanti sovrastrutture che in molti casi lo hanno contraddistinto e miscelato con sonorità e ambientazioni cinematografiche, vedi le colonne sonore di certi film polizieschi italiani degli anni ’70, stile Milano Spara, Torino Violenta, Domodossola Brucia ecc. ecc.. Il disco scorre che è un piacere e certi passaggi sono da manuale. Su tutto, la cosa a mio gusto più entusiasmante, non me ne voglia il resto del gruppo, rimane in ogni caso il lavoro dei synth, che quando partono con certe svisate sembrano dare un senso alla parola "space" ed i bei passaggi di vibrafono. Per il resto 60 Minutes Circle sembra prodotto da personaggi decisamente aperti di mente e, tra le righe, molto ironici, sembra quasi di vederseli davanti a suonare con un bel ghigno soddisfatto stampato in faccia. Consigliato.

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Johnson Righeira - Ex Punk, Ora Venduto (Astroman, 2006)

Sì, questa recensione avrebbe dovuto farla Giulio Olivieri, perlomeno come seguito al suo splendido articolo sugli oscuri ottanta, ma io…

27 Sep 2006 Reviews

Read more

Live Footage - Doyers (Autoprodotto, 2013)

Topu Lyo e Mike Thies da più di cinque anni servono la scena di New York City con la loro…

18 Jul 2013 Reviews

Read more

Three In One Gentleman Suit - Some New Strategies (Black…

Dopo il superbo Ep Battlefields In An Autumn Scenario le attese per questo nuovo album del trio modenese erano spasmodiche.…

19 Jul 2006 Reviews

Read more

Anders Vestergaard & Finn Loxbo - I’m Fine With The…

La collaborazione tra il chitarrista avant svedese Finn Loxbo, attivo in formazioni di spessore come la Fire Orchestra e l’ottimo…

26 Sep 2018 Reviews

Read more

Barzin - My Life In Rooms (Weewerk/Monotreme, 2006)

Dall'iniziale, perfetta, Let's Go Driving sembra arrivato il momento di fare i conti con uno dei dischi del 2006. Poi…

19 Aug 2006 Reviews

Read more

Controlled Bleeding & Sparkle In Grey - Perversions Of The…

Metti una band storica che ha esplorato con risultati eccellenti davvero tanti generi musicali e una band che sta diventando…

03 Jul 2015 Reviews

Read more

Fabio Orsi - Endless Autumn (Backwards, 2013)

Così come la prima uscita in vinile di Backwards era di Fabio Orsi (il bel Von Zeit Zu Zeit), anche…

06 Dec 2013 Reviews

Read more

Boslide – Questa È Una Moda Di Pazzi (Death First!,…

Ecco, io vi avevo avvertiti ma voi non mi avete dato ascolto; li avete sottovalutati e ora i Boslide sono…

05 Mar 2018 Reviews

Read more

Hheva – Drench In The Mist Of Sleep (Diazepam, 2013)

A memoria, non ricordo mi sia mai capitato di recensire una band proveniente dall’isola di Malta e nemmeno mi ero…

04 Mar 2014 Reviews

Read more

Empty Chalice – Mother Destruction (Toten Schwan, 2019)

La perseveranza è dote rara e per questo ancor più da apprezzare. Parliamo, nella fattispecie, della continua esplorazione delle regioni…

09 Sep 2019 Reviews

Read more

H!U – S/T (Corpoc/Esercizi Di Assenza, 2014)

Quanto il crescere fra boschi e sassi in provincia di Lecco possa aver influenzato la genesi di H!U, creatura del…

13 Feb 2015 Reviews

Read more

Quitzow - Art College (Young Love, 2008)

C'è stato un periodo in cui l'indierock stava prendendo una piega strana, insperata all'epoca: nel sottobosco americano, con il miglioramento…

24 Jan 2009 Reviews

Read more

Callers - Fortune (Westernvinyl, 2008)

Qualche tempo fa avevo parlato positivamente dei Balmorea e rimanendo sullo strumentale-melodico credo che avessero fatto un buon lavoro, a…

07 Sep 2008 Reviews

Read more

Father Murphy – 13/04/12 Agorà Del Polaresco (Bergamo)

Se avete letto la recensione del nuovo album dei Father Murphy, potrete capire che l'occasione di vederli dal vivo a…

27 Apr 2012 Live

Read more

7 Training Days – Finale/Forward EP (Autoprodotto, 2012)

Merita almeno una segnalazione questo breve EP dei frusinati 7 Training Days, di cui già avevamo avuto modo di parlare…

10 Dec 2012 Reviews

Read more

La Furnasetta/Leather Parisi – Past Present Temple (Industrial Coast, 2019)

Era inevitabile che La Furnasetta e Leather Parisi, dopo essersi incrociati in diverse compilation, finissero per condividere insieme un tratto…

27 Mar 2020 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top