Hilde Marie Holsen – Lazuli (Hubro, 2018)

L’ispirazione del nuovo disco di Hilde Marie Holsen proviene dai minerali chimici utilizzati per creare i pigmenti usati nella pittura, ambito e abito di applicazione approfondito grazie alla collaborazione con l’artista e pittrice Tyra Fure Brandsæter. Le due infatti hanno condiviso del tempo assieme praticando le rispettive arti con l’intento di ispirasi reciprocamente.
E Il concetto di fondo di Lazuli è proprio quello di stendere tele sonore su cui disegnare dettagli fino a completare delle immagini acustiche, ed è molto interessante ascoltare l’equilibrio venuto fuori dall’incrocio di tonalità analogiche di tromba e contestualizzazione elettronica attraverso il processamento in tempo reale. Componenti che si autoalimentano a vicenda, raggiungendo un livello d’osmosi considerevolmente stimolante all’ascolto.
Un lavoro che parte dalla libera improvvisazione in cui prevale una tonalità notturna e sospesa, disegnando droni avvolgenti quando l’elettronica morbida si mescola alle lunghe note malinconiche di tromba e che sa diventare ruvida quando il rumore tratteggia linee nervose. Un sapore ombroso che prevale anche quando le onde sintetiche emanano direttamente dalle melodie, espandendosi come colore nell’acqua, e che raggiunge l’apice nei discorsi più estesi, dove la fusione e il continuo scambio di mezzi diventa un conflitto tra graffi lancinanti e melodie riverberate che trasfigurano in inquietudine e palpabile concretismo.
Colori stratificati con grazia, che suggestionano con richiami lontani a riflettersi sullo sfondo, ma allo stesso tempo inquietano nel saper disegnare flutti interiori e paesaggi tormentati. Una poetica che riesce a lambire sentimenti anche profondi, senza esasperarne l’impatto, ma trovando invece un equilibrio non facile per esprimerne sia la dolcezza dei bagliori che la malinconia dei colori scuri, fino alla consistenza del turbamento. Piuttosto piacevole.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Orfanado – Iter (Sound Of Cobra, 2011)

Piccoli noiser cambiano pelle, almeno temporaneamente, in questo progetto che coinvolge gente impegnata anche con In Zaire, Lago Morto, G.I.…

23 Dec 2011 Reviews

Read more

Centenaire - S/T (Chief Inspector, 2007)

Devo essere onesto, sentendo melodie facili e giri canticchiabili mi sono subito immaginato fosse la solita menata di disco melodico…

18 Dec 2007 Reviews

Read more

Sarram – Silenzio (Autoprodotto, 2020)

Per una volta il famigerato “disco nato nel periodo del lockdown" non è una vergognosa pippa autoreferenziale (lo stesso, inutile…

04 Jan 2021 Reviews

Read more

Derma - Signore E Signori, Buonanotte... (Luce Sia, 2021)

Glorioso ritorno in gran spolvero dopo due anni di silenzio. EBM, Sinth wave e Kraftwerk: musica a nostro giudizio immortale,…

25 Oct 2021 Reviews

Read more

Hidden Reverse - Six Cases Of Sleep Disorder (Azoth, 2017)

Gli Hidden Reverse sono Simon Balestrazzi e Massimo Olla, che qui danno seguito alla notevole cassetta edita qualche anno fa…

18 Dec 2017 Reviews

Read more

AA.VV. - Play To BN Chora. Judgement (L.A.F. Org./Jeringas 5cc,…

Disco con racconto accluso, questo Play To BN Chora. Judgement è stato parte della colonna sonora per una mostra-installazione, e…

22 Feb 2009 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 18 (19/02/15)

Per la puntata numero diciotto della terza stagione di The Sodapop Fizz Emiliano e Stefano recuperano una lista di dischi…

23 Feb 2015 Podcasts

Read more

Sodapop Fizz – Anno 3 Puntata 7 (20/11/14)

Settima puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano e Stefano in diretta questa volta si dedicano a due…

24 Nov 2014 Podcasts

Read more

Three Trees (Fabio Sacconi/Andrea Bolzoni/Riccardo Marenghi) - S/T (Bunch, 2014)

I tre "alberi" che danno il nome al trio potrebbero forse essere il jazz, l'improvvisazione e la musica contemporanea, dato…

10 Sep 2014 Reviews

Read more

Io, Monade Stanca – The Impossible Story Of Bubu (Africantape,…

Il primo scoglio da superare è il nome, più adatto a un romanzo di Susanna Tamaro che non a un…

29 Oct 2009 Reviews

Read more

Abstracter - Wound Empire (Fragile Branch/Vendetta/7Degrees/Shove/Sentient Ruin/An Out/COF, 2015)

Gli italoamericani Abstracter sono di stanza ad Oakland ed arrivano dopo qualche anno a pubblicare il secondo disco: con i…

15 May 2015 Reviews

Read more

Ada-Nuki - S/T (Whosbrain, 2008)

Ada-Nuki propone una formula che potrebbe ormai dirsi classica e consolidata, il duo basso e batteria, arricchendola di voce, effetti…

17 Dec 2008 Reviews

Read more

Maurizio Bianchi + Saverio Evangelista ‎- Micromal Sonorities (Silentes/13, 2015)

Interessante ristampa per Silentes, all'interno della serie audio/video 13: un booklet in formato A4 con belle foto di Stefano Gentile…

01 Jul 2015 Reviews

Read more

Bulldozer - Unexpected Fate (Scarlet, 2009)

Era una vita che aspettavo il ritorno di Ac Wild ed Andy Panigada (Dove è finito Rob K Cabrini?!).…

13 Jul 2009 Reviews

Read more

Built To Spill - You In Reverse (Warner Bros, 2006)

Premesso che qualsiasi uscita sotto questo nome andrebbe acquistata a scatola chiusa (compreso il tanto criticato Ancient Melodies Of The…

29 Sep 2006 Reviews

Read more

Massimo De Mattia / Giorgio Pacorig / Giovanni Maier /…

Registrazione di un concerto tenuto nel 2016 a Bologna nell'ambito di Angelica, questo Desidero Vedere, Sento è improvvisato fin dal…

16 Apr 2018 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top