Dynasty Handbag – Foo Foo Yik Yik (Love Pump, 2006)

E' un uomo. E' una donna. E' un uomo. E' una donna. E' un uomo. E' una donna. E' un uomo. E' una donna. E' un uomo. E' una donna. E' un uomo. E' una donna. E' un uomo. E' una donna. E' un uomo. E' una donna. E' un uomo. E' una donna. E' un uomo. E' una donna. Ma nel 2006, questo giochino, che ricorda così tanto quello di Amanda Lear di decenni fa, ha ancora un senso?
La scusa è buona per una tirata buonista catto-comunista come la mia famiglia mi ha insegnato. Siam tutti figli dello stesso cielo/dio. Che ognuno faccia un po' quello che gli pare. Così, mi pare d'aver capito, funziona il mondo.
Negli ultimi anni ci siamo bevuti molto di quello che arrivava da Oakland e comprensorio della Bay Area, godendoci il cheap thrill di una musica nuova creata sulle fondamenta di un vecchio cui veniva spazzata via la polvere. La cheap elettronica della Tigerbeat6, i lancinanti dolori del giovane Jamie Stewart (Xiu Xiu), gli arrovellamenti dei due Matmos, il dancefloor smutandato di Hawnay Troof. Uno dei fili conduttori è una ricerca, spesso poco definita dalla nostra cultura europea, sull'evoluzione dei comportamenti e delle identità sessuali. Oltre ad arrossire per alcune espressioni troppo vivide o a sorridere agli ammiccamenti fin troppo espliciti sul versante grafico, non sempre ci è, Tondelli docet, facile cogliere. Non so se presentando con maggiore evidenza questa caratteristica si riuscirebbe, qui da noi, a spingere alcuni degli stessi autori con la stessa forza. Senza discriminare o cadere sulla abusata buccia di banana, espressione molto Amanda, della gag alla Alvaro Vitali. Questa performer, già con i Dynasty, su Tigerbeat6 e con i Roofies, si è trasferita da poco a New York dove ha pensato e composto il suo debutto solista a nome Dynasty Handbag: un tripudio di preset di tastiera che culmina con una scabercissima cover di Open Up & Bleed degli Stooges. Dopo aver esposto le sue opere al P.S.122 nella grande mela, pare quasi ovvio che quell'infantilità aggressiva repressa venga trasposta in musica, che suona un po' come una versione astrusa e poco corretta dei primi Numbers. Jibz Cameron gioca con l'arte ma non riesce a costruirsi una credibile facciata alla Yoko Ono come bambina transgender, degna di poter competere con i grandi. Il disco, seppure emblematico di una corrente di performer da noi quasi inesistente, non riesce a bucare il muro di sentimenti ritratto all'interno del booklet. Rimane lì, un divertissement per pochi che, molto probabilmente, si nutre dell'energia dell'artista durante i live, che ci auguriamo di poter vedere anche su questa sponda dell'Atlantico, per poter comprendere meglio questo sfaccettato personaggio.

Tagged under: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Dad They Broke Me – Rot (We Empty Rooms, 2010)

Fine della corsa per uno dei gruppi preferiti dal nostro amabile Radu Kakarath: il batterista va a vivere in Giappone…

25 Jan 2011 Reviews

Read more

I Camillas - Le Politiche Del Prato (DischidiPlastica/MarinaioGaio/Wallace/Tafuzzy, 2009)

I Camillas portano bene! Ma dico sul serio. Qual' è la linea di confine tra un pugno di canzoni demenziali…

09 Dec 2009 Reviews

Read more

Celtic Frost - Monotheist (Century Media/Prowling Death, 2006)

Quante volte Thomas G. Warrior ci avrà rimuginato sopra negli ultimi dieci anni? Me lo sono spesso domandato. Molte volte…

29 Jul 2006 Reviews

Read more

Larva 108 - 99.09 Inside The Stones (Greytone, 2010)

Dopo dieci anni di registrazioni Greytone pubblica una raccolta di Larva, al secolo Guido Bisagni, dando l'opportunità di ascoltare pezzi…

09 Feb 2011 Reviews

Read more

Mark Putterford - Phil Lynott: The Rocker (Omnibus Press, 2002)

La fascinazione per i Thin Lizzy mi ha preso così per caso, un mattino di settembre. E' una di quelle…

19 Nov 2006 Reviews

Read more

The Hand To Man Band - You Are Always On…

La sola parola supergruppo credo faccia mettere mano alla fondina a più di un lettore... e invece questa volta dietro…

06 Nov 2012 Reviews

Read more

Robert Lepenik - Postepeno (God/Entr'acte, 2012)

Robert Lepenik è un musicista austriaco attivo da parecchio tempo in diversi ambiti: partendo dal suonare la chitarra nel gruppo…

27 Nov 2012 Reviews

Read more

Lakes - Blood Of The Grove (Avant!, 2013)

Dietro la sigla Lakes si nasconde nell'oscurità goth Sean Bailey, australiano che ruota dalle parti di Melbourne. In Blood Of…

16 Sep 2013 Reviews

Read more

OvO - Cor Cordium (SuperNaturalCat, 2011)

Non so davvero se o cosa possa definirsi queer metal (in riferimento alle recenti interviste cartacee rilasciate dal gruppo):…

18 Apr 2011 Reviews

Read more

Obits - Bed & Bugs (Sub Pop, 2013)

Gli Obits non sono ragazzini da un pò, ma si ritrovano perfettamente a loro agio nell'essere etichettati come naviganti in…

09 Oct 2013 Reviews

Read more

Murcof + Duke Garwood – 12/10/12 Teatro Smeraldo (Valeggio Sul…

L'associazione Humus di Valeggio sul Mincio (VR) inizia la stagione del decennale con un concerto del messicano trapiantato in Europa…

26 Oct 2012 Live

Read more

All Leather - When I Grow Up, I Wanna Fuck…

L'ironia ed il cattivo gusto ricordano qualcuno?...che poi sarà così ironico essendo Justin Locust gay? E il fatto che lo…

30 May 2010 Reviews

Read more

Melampus - Hexagon Garden (Riff/Sangue Disken/Old Bicycle, 2015)

Il terzo disco dei Melampus pecca nell'artwork: pulito, essenziale, ben fatto, chiaro. Tutto perfettamente in regola, se non fosse che…

30 Apr 2015 Reviews

Read more

Massimo Olla – Structures (Azoth, 2017)

Le strutture che Massimo Olla costruisce col suono in questo disco sono esattamente come quelle che vedete sulla copertina (che…

21 Feb 2018 Reviews

Read more

Forever Idle Forever Idol - Volume Two (Kosmik Elk Mind,…

Altra cassetta Kosmik Elk Mind, altro bel reperto ed anche in questo caso si tratta di un lavoro semplice, ruvido…

14 Jan 2009 Reviews

Read more

Soft Black Star & Zeno Gabaglio/Mike Cooper – The Good…

Incidenti a catena sulla strada della Old Bicycle: con questa cassetta siamo giunti alla settima uscita della serie Tape Crash,…

17 Feb 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top