Freshkills – Creeps And Lovers (Arclight, 2005)

Che cazzo gli ha preso al mondo? Se in questa recensione riuscissi a rispondere a questa domanda sarei probabilmente in procinto di guadagnare grande copia di grana e/o a pochi gradini dall'illuminazione finale. Buona cosa è lasciar perdere il resto del mondo e dedicarci ai cosiddetti hot movers: quei quattro fortunati che si arricchiscono estraendo chirurgicamente la moneta, tanto dalle tasche di snob indierocker quanto da quella dei kids meno intransigenti. Ci cascano sapidi collezionisti e quattordicenni che si confrontano per la prima volta con sonorità il più lontane possibili dalla triade Ligabue/Iron Maiden/M2O; un triangolo delle Bermuda che attanaglia i giovani d'oggi ma che non è certo di nostra pertinenza. Fatto sta che tolto un retrogusto quasi emo-tivo di un singolo del Luciano, un supposto asciugamento delle sonorità dei vecchietti inglesi e l'aggressività non mediata della cassa in quattro, il target viene tracciato con la scure del (pop) punk. Dove, però, il nipotino di Green Day e Bad Religion può trovare sfogo alle sue pulsioni? Dove trova contatto con la ricerca cerebrale e cervellotica dello snob? Dove finiscono entrambi sotto l'amorevole obiettivo di scaltri cialtroni da videomusica?
Negli ultimi anni, sulla falsa riga di gruppi come At The Drive In, dal lato incazzoso, e dei Murder City Devils / Pretty Girls Make Graves, sul versante rock'n'roll – tiro – divertimento – pop, ci siamo trovati questi figuri, buoni per tutte le stagioni tra cui, degni rappresentanti, figurano gli Yeah Yeah Yeahs. Hot movers dicevo, quelli che in classifica hanno tutte le potenzialità per scalare e infliggere sonori calci in culo alle starlette da major. Prodotti insomma. Con tutte le conseguenze in termini di "credibilità" e di "veridicità" che si possono facilmente dedurre. Tra questi perfetti assalti sonori si sono annoverati molti gruppi negli ultimi anni, Bloc Party, Franz Ferdinand, Strokes, International Noise Conspiracy, Hives, indietro fino ai Dandy Warhols; una serie di gruppi, lontani dalle elucubrazioni di ogni post, quanto troppo spesso troppo simili a mille altri. Ora possiamo aggiungere anche i Frshkills, che paiono quasi non interessati a distaccarsi dalla massa ed emergere, come nel caso degli Yeah Yeah Yeahs, ad esempio. La produzione di questi fresconi è perfetta. Con alle spalle tal Joel Hamilton (già dietro il banco con Frank Black e Tom Waits): riescono nell'intento di costruirsi un cd con quella dose di aggressività che basta a farsi apprezzare da chi cerca un po' di cattiveria; tra le righe escono tutte le pecche di tricks triti e ritriti, fino ai limiti del baratro dei detriti. Non pungono, dunque, tra sbocchi grungeosi, occhio che è finito il post e il revival è già alle porte, e, soprattutto, non brillano. Non regalano forti emozioni, anche citando, a sproposito, nella cartella stampa numi tutelari quali Drive Like Jehu e Birthday Party; o che i loro addetti alle pubbliche relazioni questi gruppi non li hanno mai ascoltati, o che sperano che qualcuno ci caschi e poi si penta in seguito, a soldi già ben spesi.
Ho capito, quindi, che al mondo gli ha preso bene di fare dei soldi su tutto e tutti, e che in questo cassone di nuovi evergreen, tra un Blonde Redhead e un TV On The Radio, sulla MTV americana qualche faccia nuova prima o poi dovranno anche infilarcela, che fa si massa, non critica, ma fa anche tanto cassa.

Tagged under: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Mulo Muto/Beta – Tape Crash #11: The Examination (Old Bicycle,…

Nell’undicesimo scontro della serie su cassetta ideata dalla Old Bicycle estraiamo dalle lamiere gli svizzeri Mulo Muto e i padani…

14 Sep 2015 Reviews

Read more

Bad Powers - S/T (The End, 2012)

Un' atmosfera palpabilmente febbricitante ammanta questo esordio tutto nuovaiorchese. Infatti dalle ceneri ancora fumanti dei Made Out Of Babies (tre…

21 Dec 2012 Reviews

Read more

Andrew Quitter/Nick Hoffman - Nu Grotesque (Diazepam, 2013)

Collaborazione tra Andrew Quitter e Nick Hoffman sulla nostrana Diazepam di Mauro Sciaccaluga. Quitter aveva già inciso una bella cassetta…

10 Mar 2014 Reviews

Read more

OvO – Crocevia (Load, 2009)

Tornano gli OvO e questa volta la release è 100% "made in Usa" come buona parte delle armi con cui…

10 Jan 2009 Reviews

Read more

Words And Actions - Time Can't Be Turned Back (Final…

Dopo tre anni i vita i Words And Actions si arrendono all'ormai vetusto formato CD: Final Muzik pubblica infatti una…

24 Jul 2013 Reviews

Read more

Built To Spill - You In Reverse (Warner Bros, 2006)

Premesso che qualsiasi uscita sotto questo nome andrebbe acquistata a scatola chiusa (compreso il tanto criticato Ancient Melodies Of The…

29 Sep 2006 Reviews

Read more

Orange - Certosa (Midfinger, 2009)

L'album degli Orange arriva nelle mie mani corredato da un semplice booklet contenente i testi dei brani, e nulla più.…

03 Oct 2009 Reviews

Read more

Vs. Antelope – S/T (Arctic Rodeo, 2011)

Escono per la tedesca Artic Rodeo (recorz) i VSA, così come al gruppo piace chiamarsi. La label di Amburgo…

25 Jul 2011 Reviews

Read more

Barnacles - The Evening News (Arell, 2017)

Esordio sulla breve distanza per la nuova creatura di Matteo Uggeri, che come Barnacles pubblica su Arell (nel bel formato…

03 May 2017 Reviews

Read more

Sean Noonan Pavees Dance - Tan Man's Hat (RareNoise, 2019)

Seconda uscita per l’ensemble Pavees Dance capitanato dal batterista di lungo corso Sean Noonan, un cantastorie moderno che, come evoca…

02 Jul 2019 Reviews

Read more

New Jooklo Age – 16/11/10 Circolo Creassant (Brescia)

È ancora il Creassant, nel mortorio omologato della tanto a sproposito decantata scena bresciana, a offrirci una serata di musica…

07 Oct 2010 Live

Read more

Black Lava - Lady Genocide (Hellbones, 2019)

Schegge radioattive scagliate in una corsia d'ospedale e conficcate sulle pareti bianche. Questa è la perfetta sintesi del progetto condiviso…

05 Jul 2019 Reviews

Read more

Ryan Powers Boyle - S/T (Far And Away, 2010)

Indeciso se suonare in una band o fare tutto da solo, questo cantautore, originario di St. Petersburg Florida, alla fine…

05 Sep 2010 Reviews

Read more

Silvia Cignoli - The Wharmerall (Pitch The Noise, 2020)

Raffinata elettronica ascensionale per il debutto solista di questo enfant prodige milanese. A nostro insindacabile giudizio siamo al cospetto di…

05 May 2020 Reviews

Read more

Atlantic/Pacific - Meet Your New Love (Arctic Rodeo, 2010)

No amici, non si tratta di uno split, ma del nome per il progetto scelto da Garrett Klahn già in…

07 Sep 2010 Reviews

Read more

The Rust And The Fury - See The Colors Through…

Piove. Ultimamente non è strano per niente, no? Comunque, siccome, secondo me, il caso esiste fino a un certo punto,…

19 Sep 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top