DuChamp – Nar (Boring Machines, 2013)

Di questi tempi, diciamocelo chiaro e tondo, è difficile trovare un album di drone che non rompa le palle, un po’ perché in materia quasi tutto è ormai stato detto, un po’ perché il genere è inflazionatissimo e sempre più spesso ci si trova a pensare “questo lo posso fare anch’io”. Poi certo, molto dipende dallo stato d’animo dell’ascoltatore, dal gusto, dalla predisposizione, ma nulla toglie che a un freddo ascolto, buona parte della roba in giro suoni tutta uguale.
L’italiana di stanza a Berlino DuChamp, esordiente come solista (ma attiva in varie band dell’area berlinese), in questo Nar riesce ad elude brillantemente il fattore noia, mettendo in fila cinque pezzi dove l’armamentario strumentale cambia ogni volta, dando varietà ed esploando i diversi aspetti del genere. Per mio conto, non parlerei nemmeno strettamente di drone, almeno non per tutte le tracce: i bordoni cadenzati che attraversano le composizioni sono quasi sempre intersecati da suoni acustici e voci che li colorano e non di rado forniscono loro la propria peculiarità; al succitato genere rimanda semmai una cupezza di fondo sempre presente. L’iniziale Gemini ben dispone da subito all’ascolto, col suo tono solenne e drammatico che ricorda un Fear Falls Burning rivisitato con fisarmonica e (sul finale) voce (di Brian Pyle di Ensemble Economique), ma il meglio viene nella seconda facciata, quando ai sempre presenti bordoni, si sovrappongono suoni che fanno virare l’album verso sonorità da folk visionario, psichedelico, in certi punti addirittura free form. A Worship ricorda la Bemydelay degli esordi, ma a tinte fosche, mentre A Way To Grasp Joy Immediately non sfigurerebbe nel repertorio dell’Alexander Tucker dei primi dischi, per l’occasione immerso in una nebbia piuttosto densa. Il capolavoro è comunque l’esoterica e mediorientale Seisachtheia, che sembra risentire dell’influenza dei compagni di etichetta Eternal Zio: col suo tripudio di strumenti acustici in assetto libero è una musica perfetta per una cerimonia iniziatica che si svolge in una caverna sui monti del Sinai. È con lei che si conclude un esordio davvero felice: a Berlino c’è sempre vita.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Ken Vandermark & Terrie Ex - Scaffolding (Terp, 2019)

Due nomi che di certo non hanno bisogno di presentazioni quelli di Ken Vamdermark e Terrie Ex, che con il…

24 Sep 2019 Reviews

Read more

Delay House - 3 (Stop, 2012)

I Delay House da Rimini propongono col terzo disco la loro interpretazione di suoni in salsa wave tenebrosa con …

05 Oct 2012 Reviews

Read more

Isterismo + Circuits + Collapsed Toilet Vietnam + Leprosy +…

Nella nostra trasferta downunder non poteva mancare un concerto alla mecca del punk locale: all'Arthouse infatti ha suonato praticamente qualunque…

14 Sep 2010 Live

Read more

Barnacles - Air Skin Digger (ADN, 2018)

Torna Matteo Uggeri con la sua creatura Barnacles, che al secondo disco sulla lunga distanza cresce e mette a fuoco…

24 May 2018 Reviews

Read more

Hermetic Brotherhood Of Lux-Or - Ethnographies Vol.II/Musèe De L'Homme Hermetique…

Devo dire che sono molto (forse troppo) pignolo anche sulla qualità estetica, oltre naturalmente a quella sonora di un prodotto,…

24 Jan 2013 Reviews

Read more

Vivienne The Witch - Shadowbox (Taxi Driver, 2016)

La vecchiaia sopraggiunge quando un genere musicale esploso nella propria giovinezza ritorna sotto forma di revival? Può essere. Considerando che…

28 Sep 2016 Reviews

Read more

Viarosa - Where The Killers Run (Tarnished, 2007)

Scribacchiare di musica è come registrare gruppi. Ti dà la possibilità di provare quello che le scelte che hai fatto…

18 Nov 2007 Reviews

Read more

Maurizio Bianchi/Pharmakustik - Metaplasie (Naked Lunch, 2014)

Continuano ad uscire con ritmi indiavolati dischi di Maurizio Bianchi, principalmente collaborazioni: questa con Pharmakustik/Siegmar Fricke ha il sapore della…

13 May 2015 Reviews

Read more

Equus - Eutheria (Get A Life, 2008)

Entusiasmante debutto per l'elvetico terzetto che, believe it or not, raggiunge a pieno titolo la palma di band Cinematica…

30 Apr 2008 Reviews

Read more

Konakon – Ars magna (Vacancy, 2015)

Matteo Berghenti l’abbiamo incontrato nei Lady Vallens, duo di Parma che divide con un membro dei Lourdes Rebels; in Konakon…

03 Oct 2016 Reviews

Read more

Philippe Petit - Oneiric Rings On Grey Velvet (The Extraordinary…

Rieccoci ad uno degli appuntamenti annuali con il signor Philippe Petit, che insieme a Fabio Orsi e Gianluca Becuzzi non…

22 Mar 2012 Reviews

Read more

NG + Camerata Mediolanense + Khem + (r) – 21/06/2014…

Si festeggia il solstizio d’estate nei sotterranei del Ligera, un evento per  pochi intimi caratterizzato da un’atmosfera rilassata e familiare.…

11 Jul 2014 Live

Read more

Kill Kalashnikov – 7 Years (Depression House/Lemming, 2008)

Album postumo, in funerea, appropriata grafica all black, per il quartetto veronese scioltosi nel 2007. Registrato al Red House di…

28 Oct 2009 Reviews

Read more

Grand Drifter - Only Child (Subjangle/Sciopero, 2021)

Un saluto fugace via messenger. Una risposta. Dopo 14 mesi un messaggio per propormi l’ascolto di un singolo, ringraziandomi poi per averlo…

22 Dec 2021 Reviews

Read more

Konstrukt & Keiji Haino - A Philosophy Warping, Little By…

L’ensemble free-impro turco Konstrukt, dopo aver condiviso dischi e performance con artisti importanti della scena improv internazionale, invita a collaborare…

01 Sep 2018 Reviews

Read more

Murcof + Duke Garwood – 12/10/12 Teatro Smeraldo (Valeggio Sul…

L'associazione Humus di Valeggio sul Mincio (VR) inizia la stagione del decennale con un concerto del messicano trapiantato in Europa…

26 Oct 2012 Live

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top