Corpoparassita – Inesorabile (Final Muzik, 2007)

Le mille etichette con cui si elencano, suddividono e catalogano i dischi a volte lascia interdetti, soprattutto nel caso di dischi che hanno più letture come questo Inesorabile: un appassionato di ambient e post rock come me potrebbe impostare il discorso basandosi sulla propria collezione di dischi Kranky, mentre partendo dalle grafiche e dalla label dei Corpoparassita ci si può anche concentrare sull’estetica nichilista e scura, inserendo il disco nel filone apocalittico industriale. Poco importa in realtà dei nomi e delle categorie: questo è un disco ambientale con una forza evocativa notevole, capace di rendere tetro e cupo anche uno dei vostri giorni più solari e sereni.
Confezione che in realtà è un manifesto apribile (tutto nero ovviamente…) con tanto di corona di pugnali e frase di La Rochelle sul suicidio, titoli come Costretto A Partorire Nella Tomba e L’Equilibrio Della Rivelazione Finale fanno da contorno al disco dando una immagine complessiva con un forte valore estetico, ma anche isolando la musica da sola si ha un contenuto evocativo e visionario, come una colonna sonora per un film di Jodoroski. Musicalmente il nome che mi viene più facile fare è Roy Montgomery, soprattutto in Temple IV (uno dei miei titoli preferiti, e non solo relativamente al catalogo Kranky), con mantra composti da drones, qui però più scuri e tetri, che avanzano “inesorabili”, accompagnati a volte da voci in sottofondo (geniale la signora che legge il comunicato stampa del vicinato del centro sociale, in realtà non vorrei essere al suo posto…). Un disco davvero notevole, maturo, senza mai un calo o un qualcosa fuori misura.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

St.Ride: Dadaismo Ligure E Frammentazione

Credo che gli St.Ride (myspace.com/stpuntoride) siano un fenomeno abbastanza atipico in Italia, infatti parliamo di un gruppo sperimentale ormai piuttosto…

11 Oct 2009 Interviews

Read more

Lady Vallens – Noon EP (Second Family, 2010)

Il boss dell'etichetta più il chitarrista degli ottimi Bonora e un tot di macchinari, questo l'organico dei Lady Vallens, che…

30 Aug 2010 Reviews

Read more

Chapter - Two (The Biographer) (Saiko, 2007)

Copertina extralusso stile piccolo libro "di una volta" con tanto di booklet strafigo per questo duo svizzero, in fin dei…

17 Oct 2007 Reviews

Read more

Skrima - Tapes (Disasters By Chioce, 2018)

Debutto che viene da lontano per Skrima, progetto di Salvo Pinzone in cui come dichiarato dal titolo sono proprio i…

25 Jun 2018 Reviews

Read more

Santabinder - Oops!...I Did it Again (Leper Without a Cause,…

"Una decina di anni fa o giù di lì, con la mia vecchia etichetta, Lepers Productions, ebbi il piacere di…

14 Dec 2021 Reviews

Read more

The Sinai Divers - Elders (A Lot Of Brians, 2012)

Philippe Henchoz, cantante e chitarrista dei Ventura, negli anni ha registrato canzoni in solitudine tenendole per sé, salvo poi decidere…

19 Dec 2012 Reviews

Read more

Los Fancy Free - Nevergreens Vol. 1 (SiliconCarne, 2008)

Fuori da qualsiasi moda, fuori dal tempo ed inevitabilmente (ed autenticamente) fuori di testa, questo bizzarro quartetto scandinavo/messicano (!!!)…

26 Nov 2008 Reviews

Read more

Noise Cluster And Stigmate – Extreme Sleepwalking (Grubenwehr, 2022)

Quale possa essere il suono dell’oggi è una domanda inevitabilmente destinata a rimanere senza risposta: troppi sono gli “oggi” che…

19 Jun 2022 Reviews

Read more

Maurizio Bianchi: "...italian pioneer of noise music, originating from Milan"…

Maurizio Bianchi o molto più semplicemente MB, un nome che paradossalmente in Italia è meno conosciuto che all'estero. Ma fino…

25 Dec 2006 Interviews

Read more

Pikelet - Pre-Flight Jitter (Sabbatical, 2007)

Avevo sentito questo disco dei Pikelet con un po’ di fretta e non mi ero neanche accorto di come fosse…

15 Apr 2009 Reviews

Read more

A Sphere Of Simple Green - With An Oblique Glance…

Gli A Sphere Of Simple Green sono un trio formato da Adriano Orrù al contrabbasso, Silvia Corda al piano preparato…

05 Feb 2018 Reviews

Read more

Bobby Soul E Les Gastones - 73% Phunk (Inmusica/Altoparlante, 2008)

Educato, ma fieramente maschilista, Bobby Soul ritorna, riformulando, ammorbidendo, impastando il precedente Draghi Rossi Buchi Neri; questa volta doppiando…

15 Jul 2008 Reviews

Read more

Davide Maspero/Max Ribaric - Come Lupi Tra Le Pecore…

È un'opera monumentale quella messa insieme da Davide Maspero e Max Ribaric per i tipi della Tsunami, non solo per…

08 May 2013 Reviews

Read more

Metzengerstein - Albero Specchio (Sonic Meditations, 2013)

Avere la prima uscita della carriera per l'etichetta di Justin Wright (alias Expo '70) è certamente un buon biglietto da…

23 Apr 2013 Reviews

Read more

Johnson Righeira - Ex Punk, Ora Venduto (Astroman, 2006)

Sì, questa recensione avrebbe dovuto farla Giulio Olivieri, perlomeno come seguito al suo splendido articolo sugli oscuri ottanta, ma io…

27 Sep 2006 Reviews

Read more

Broken Spindles - Fulfilled/Complete (Saddle Creek Europe, 2004)

Non è che uno prende, fa un disco solista e da cover band dei Cure si scopre essere un Tim…

12 Sep 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top