since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Cop Problem – Buried Beneath White Noise 7″ (The Compound/Prejudice Me, 2013)

Bello intenso, scuro e maligno questo 7 pollici che arriva dagli Stati Uniti e segna il ritorno dei Cop Problem da Philadelphia, quartetto senza troppi fronzoli ma con la voglia di arrivare alla meta un filo prima degli altri. Veloci, compatti, metallizati e impegnati, dalla città dell’amore fraterno rinverdiscono, dopo il mini omonimo del 2012, i fasti di His Hero is Gone e Catharsis, con un approccio davvero sporco alla materia hardcore: riffone circolare, ritmiche d-beat e iconografie inconfondibili con un bianco e nero spettralee post-industriale che fa bene intendere cosa sia il “white noise” cui si riferiscono nel titolo. La prova, quattro pezzi per poco più di dieci minuti, non è per niente sobria: sempre un filo dal limite, si lascia ascoltare con grande dignità e ridà un po’ di linfa a un underground che negli Usa negli anni Novanta aveva portato alla ribalta gruppi di un certo spessore. Le capacità devono però essere molte per permettere a un suono così di nicchia e ultra-battuto di elevarsi rispetto ai tanti epigoni che si sono succeduti negli anni. Attendiamo nuove prove per la mandata capitanata dalla magnetica e arrabbiata Deb Cohen per vedere se le impressioni, positive, suscitate da questi quattro pezzi, verranno confermate.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top