Celtic Frost – Monotheist (Century Media/Prowling Death, 2006)

Quante volte Thomas G. Warrior ci avrà rimuginato sopra negli ultimi dieci anni? Me lo sono spesso domandato. Molte volte mi sono chiesto a che pensasse, mentre se ne stava lì, a riascoltare quel capolavoro assoluto e insoluto di Into The Pandemonium. E soprattutto, quanta gente gli avrà sottolineato tutte le cazzate imbastite e malamente portate a termine dopo quel glorioso 1987? In tanti. Certamente in tanti. Contrariamente a quanto si dovrebbe credere però, in ambito musicale, spesso e volentieri, vengono offerte seconde, terze e addirittura quarte (sigh!) possibilità di redenzione. Quasi mai funzionano, questo lo sappiamo bene. Eppure nella testa dei musicisti e in particolar modo di quelli metal, c’è sempre il germe del “Ma non finisce qua”. Questa volta l’alchimia è riuscita. Tanto erano già avanti i Celtic Frost alla fine degli ottanta che ora questo Monotheist  si aggancia perfettamente a quel romantico mondo malinconico alla William Blake evocato ormai lustri fa. Le strutture, le rappresentazioni, i dipinti che tanto abbiamo amato ci sono nuovamente tutti, rallentati talvolta e con un’attenzione per la voce che mai avevano portato tanto avanti. Thomas G. infatti, la usa definitivamente come strumento, asservito e inserito nelle ossessioni più emozionanti dell’intero lavoro (Dying God Coming into Human Flesh, Os Abysmi Vel Daath ). Ritroviamo inoltre il seguito ideale di Sorrow of the Moon (che solitamente preferisco ricordare come Tristesse de la Lune) con innesti old fashioned wave dalle sonorità altere e profonde alla Sister Of Mercy (Drown In Ashes), ma non scandalizzatevi, la brillante produzione di Peter Tägtgren è riuscita comunque ad equilibrare il tutto senza mai far emergere imprudentemente un elemento più di un altro. E c’è una sorpresa persino per chi si è intrigato con quell’incomprensibile e assurda divagazione di One in Their Pride. Per adesso album dell’anno.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Andrea Bolzoni / Luca Pissavini - Duna Lacera (Bunch, 2013)

Bunch records è l'etichetta che Luca Pissavini ha creato per pubblicare la sua musica e Duna Lacera è il disco…

23 Oct 2014 Reviews

Read more

Luca Venitucci – Interstizio (Brigadisco, 2012)

Ammetto di non essere troppo informato sullo stato dell'arte della fisarmonica, sulle tendenze recenti e sui futuri, possibili sviluppi. Di…

16 May 2012 Reviews

Read more

Kongrosian - The Exit Door Leads In (Aut, 2012)

Non sempre quando si mettono assieme personaggi/musicisti importanti e con una lunga storia di collaborazioni la ciambella deve per obbligatorietà…

09 Jan 2013 Reviews

Read more

Dogs For Breakfast -The Sun Left These Places (Subsound, 2013)

Della serie chi non muore si rivede, dopo pochissimo tempo riemergono dall’oscurità i Dogs For Breakfast sempre padroni del caratteristico…

10 Jan 2014 Reviews

Read more

Hilde Marie Holsen - Lazuli (Hubro, 2018)

L’ispirazione del nuovo disco di Hilde Marie Holsen proviene dai minerali chimici utilizzati per creare i pigmenti usati nella pittura,…

20 Jun 2018 Reviews

Read more

Paolo Ippoliti – Vanishing point (Nighthawks Tapes, 2008)

Paolo Ippoliti per inaugurare l'etichetta erede della Kosmik Elk Mind e della S'agita, punta su se stesso e così assembla…

28 Nov 2008 Reviews

Read more

Above The Tree – Into The Nature EP (Musica Per…

Ho già incontrato Above The Tree, nome dietro il quale si nasconde Marco Bernacchia, un paio di volte in passato,…

19 Sep 2011 Reviews

Read more

Il Babau e I Maledetti Cretini – Il Cuore Rivelatore…

Secondo fonodramma della trilogia dedicata dichiaratamente ad Edgar Allan Poe che la band meneghina sviluppa anche stavolta attraverso un booklet…

10 Feb 2017 Reviews

Read more

Deerhoof - La Isla Bonita (Clapping, 2014)

Nel bene o nel male i Deerhoof li abbiamo amati un po' tutti. O meglio: tutti abbiamo passato un periodo…

12 Feb 2015 Reviews

Read more

March Of RaDOOM - Volume 002/666

La lunga marcia della paura prosegue, percorrendo le terre delle religioni e dell’occulto, affrontando superstizioni e blasfemie, sorpassando guerre e…

29 Apr 2010 Podcasts

Read more

Z - Mikabe (Transduction, 2007)

Poco tempo fa si sentiva parlare di un gruppo emocore che si chiamava There A Light That Never Goes Out…

09 Mar 2007 Reviews

Read more

Superportua – Resterai Sempre Uno (Shyrec/Soviet/Sisma Mvmnt, 2018)

Non si può non provare simpatia per i Superportua: raramente mi è capitato di sentire un gruppo che tirasse fuori…

26 Jul 2018 Reviews

Read more

Squadra Omega – S/T (Holidays/Boring Machines, 2010)

La Squadra Omega va certamente annoverata fra quei gruppi le cui produzioni discografiche, seppur buone, pagano inevitabilmente dazio alle ottime…

20 Jan 2011 Reviews

Read more

Cup - Hiccup (Aagoo, 2017)

A fine anno Aagoo decide di concludere le uscite con qualcosa di classico ma fresco: Cup è il nome dietro…

16 Feb 2018 Reviews

Read more

Luca Majer - Matita Emostatica (Volo Libero edizioni)

Questo libro più CD edito da Volo Libero e mandatomi dallo stesso Majer, non raccoglie solo alcune memorie dell'autore relative…

16 Nov 2011 Reviews

Read more

Christopher Tignor - Core Memory Unwound (Western Vinyl, 2009)

Ribadisco che la Western Vinyl è una gran bella etichetta e dire che fa molta roba melodica, alcune cose addirittura…

06 Jun 2009 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top