Almamegretta – Senghe ( Saifam Group, 2022)

Voce impastate, groove assassino, scratch chirurgici e bassi plastici. Raiz svolazza calibrando il volo della propria voce in Figlio. Gli Almamegretta sono tornati e sono parecchio in forma, spostandosi insieme alla loro Napoli sulle coste africane, nei sound-system maghrebini, forgiando dubplates a Ketama tra fumi che tutto inglobano ed ingentiliscono. Sono passati quasi 30 anni da Animamigrante, i capelli sono ingrigiti e gente è entrata ed uscita. A questo giro troviamo Paolo Baldini nella cricca, che da una precisa impronta al disco, da lui prodotto. Senghe, crepe, fessure che in qualche modo possono essere forzate per spezzare od abbattere una divisione. La scelta di calcare la mano sul basso mi sembra assolutamente centrata, il suono è gonfio, metropolitano e caratteristico, senza sfociare in un digitale stantio o in una macchietta pop, anzi, il tutto è coeso e lucido. Ci sono dei pezzi maggiormente da ballo, brani più intimi e brani che, semplicemente, lasciano a bocca aperta. È sicuramente il caso della reprise di ‘Na Stella di Fausto Mesolella che, partendo dallo stomaco si apre in una festosa umidità colorata, con Raiz che riesce a giocare con un’interpretazione intensa ed accorta. In Ben Adam si riparte dalle radici, la traduzione dall’ebraico sta infatti a significare “solo un’essere umano”, anzi, letteralmente “solo un figlio di Adam”. La forza di questo essere primigenio è plastica e pronta a muoversi, saltare ed a seguire il groove di una macchina oliata a dovere che può scegliere di sbraitare, lanciare meccanici anthem o calarsi semplicemente in un paesaggio mediterraneo dal quale nutrirsi facendo suppurare brani compiuti. In Miracolo Raiz sembra ricollegarsi al melodramma napoletano con successo, importando roche tonalità africane alla ballotta. Più in generale appare chiara la scelta di affrontare un disco più arioso, coinvolgente ed in qualche modo universale, mischiando Jamaica, Campania e Nord-Africa in dosi leggermente differenti. C’è mestiere, c’è buon gusto, c’ê ancora chi, da 30 anni ormai, porta avanti la propria storia musicale con cognizione e curiosità.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Adamennon/Shiver – S/T (Diazepam, 2020)

Se, durante la successione di antichi e più recenti capodanni, dal 31 ottobre al 31 dicembre, la distanza fra i…

29 Dec 2020 Reviews

Read more

Johnny Grieco: dai Dirty Actions a tronista mancato

Johnny Grieco detto "il bello" incarna perfettamente l'eroe tragicomico impersonato da Mickey Rourke nello stupendo The Wrestler, con l'attenuante che,…

18 Jun 2010 Interviews

Read more

Stefano De Ponti - Malagrazia_________ Landfall (Luce Sia, 2018)

Dell'omonimo spettacolo Malagrazia di Phoebe Zeitgeist (ideazione e regia di Giuseppe Isgrò) metabolizziamo la colonna sonora o sarebbe più corretto…

05 Mar 2019 Reviews

Read more

Current 93 - Aleph At The Hallucinatory Mountain (Durtro, 2009)

Riprende il largo la nave dei folli di David Tibet e dopo aver veleggiato, col precedente Black Ships Ate The…

22 Jun 2009 Reviews

Read more

AA.VV. - L'Antologia Funk, Dagli Anni 70 Ad Oggi (Cramps,…

Ernesto de Pascale ed il prode Bobby Soul assemblano questa doppia raccolta su Cramps con trentatre tracce per altrettanti artisti:…

14 Jun 2010 Reviews

Read more

Wound – And Nothing Will Be The Same (Spirit Throne,…

Ha un che di funereo, nel suo candore intaccato solo da fiori raffigurati in toni di grigio, questo nastro del…

08 Sep 2015 Reviews

Read more

Toilet Door n.2 - Futurismo O Rumorismo?

Un back to mine sferragliante quanto una locomotiva lanciata a ritroso verso le origini del suono. Anche stavolta i…

28 May 2010 Podcasts

Read more

Owun - 2.5 (Atypeek Music/Reafførests, 2017)

Tornano gli Owun e continuano questa loro seconda vita iniziata qualche anno fa con il precedente Le Fantôme De Gustav,…

14 Feb 2018 Reviews

Read more

Anatrofobia – Canto Fermo (Wallace/Neon Paralleli/Lizard/ADN/Aut, 2020)

Chi l’avrebbe mai detto? Sono tornati gli Anatrofobia, a  13 anni dall’ultima comparsa su un supporto fonografico. Uno iato così…

24 Jul 2020 Reviews

Read more

Harold Nono/Hidekazu Wakabayashi – S/T (Bearsuit, 2010)

Tempo fa avevamo recensito un lavoro di Harold Nono oltre ad altro materiale della piccola etichetta inglese Bearsuit,…

11 Jun 2010 Reviews

Read more

Le Ton Mité - Version D'Un Ouvrage Traduit (Music A'…

Originario di Olympia, Washington e folgorato dalla Francia, McCloud Zicmuse ha deciso un bel giorno di maggio del 2006…

07 Jan 2015 Reviews

Read more

Francesco Meirino - Beyond Repair (Sincope, 2014)

Lo spagnolo Francesco Meirino, di stanza a Losanna, ha danni abbandonato il suo vecchio moincker Phroq per portare avanti a…

07 May 2015 Reviews

Read more

Plakkaggio HC - Approdo (Hanged Man, 2012)

Terzo e lucidissimo lp/cd per il terzetto di Colleferro ormai capace di coniugare meravigliosamente Oi! ed heavy metal partendo proprio…

12 Mar 2013 Reviews

Read more

Crash Trio - Live At Crash (Setola Di Maiale, 2010)

Questo è un super trio amici miei, nel caso non conosceste gli altri due compagni di viaggio di Stefano Giust…

28 Jan 2011 Reviews

Read more

Il Buio - Via Dalla Realtà, 7" (Corpoc, 2012)

Dopo il bel vinile d'esordio sulla media distanza, torna Il Buio da Thiene con un sette pollici, notevole sia dal…

02 May 2012 Reviews

Read more

Joan Of Arc - Boo! Human (Polyvinyl, 2008)

Ricca ospitata per il nuovo Joan Of Arc (Iron And Wine, Wilco e Bonnie Prince Billy tra gli altri), tanto…

17 Jul 2008 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top