Lee Gamble – KOCH (PAN, 2014)

Ritorno al futuro. Sarà ormai più di un mese che ascolto questo disco (alternandolo con altro, naturalmente), perchè con le sue 16 tracce ha una durata e una varietà di pezzi ovviamente impegnativa. É un doppio vinile uscito per PAN proprio in questi giorni: fondamentalmente e riducendo all’osso l’estetica musicale del lavoro, KOCH è composto da sprazzi di ambient dronici e ritmiche techno-dance che trapelano alle volte anche solo velatamente e quasi mai in modo fisico e impetuoso (se non in tre/quattro tracce) e forse questo è un po’ un peccato…
Come appena detto il tutto è costruito su suoni fluidi e bassi morbidi e compressi che vengono attraversati da droni con sviluppo spesso melodico. Sicuramente con un’ottima capacità di arrangiamento e di composizione, e la PAN come sempre non sbaglia un colpo nel scegliere i cavalli della sua scuderia (anche se già in passato Lee Gamble aveva pubblicato altro materiale per la suddetta etichetta). Ma sono forse i suoni la cosa più interessante di questo lavoro: fin dai primi ascolti forti richiami agli anni ’90 avevano attraversato la mia testa, per poi averne conferma con i ripetuti ascolti. Ma Lee Gamble è proprio bravo in quest’arte, ovvero quella di riprendere quel sound di synth e ritmiche (ormai preistoriche se ascoltate in certi contesti) e renderle moderne e attuali, creando così un nuovo sound, capace di guardare al futuro utilizzando un suono del passato. Il prossimo disco potrebbe essere un capolavoro.

Tagged under:

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Mongoholi Nasi - Contusioni (Niente, 2011)

Non poteva mancare un nuovo episodio della saga sonora di Mongoholi Nasi sulla genovese Niente, infatti nel passato il signor…

15 Dec 2011 Reviews

Read more

Delius/Pellegrino/Giust/Thomas/Heenan - Three Nights In Berlin (Setola Di Maiale, 2010)

Altro lavoro che coinvolge Stefano Giust oltre a ad una serie assortita di improvvisatori di livello, come al solito si…

02 Mar 2011 Reviews

Read more

Gli Putridissimi/Luther Blissett – Split (FromScratch/Hysm/Ashame/Eclectic Polpo/Charity Press, 2012)

Cassetta in limitatissima edizione, novanta copie appena, per cui conviene sbrigarsi, inventarsi un modo per contattare i gruppi coinvolti e…

29 Nov 2012 Reviews

Read more

Comaneci - You A Lie (Madcap Collective/Fooltribe/Here I Stay, 2009)

I Comaneci riducono l'organico, sono ora solo Francesca Amati e Glauco Salvo ed escono dalla cura dimagrante più in forma…

30 Oct 2009 Reviews

Read more

Il Conciorto - S/T (Autoprodotto, 2016)

progetto di Gian Luigi Carlone (Banda Osiris) e Biagio Bagini (scrittore per ragazzi) completamente incentrato sui vegetali del "nostro orto".…

01 Apr 2016 Reviews

Read more

Andrea Giotto: With Love, Squadra Omega, Be Maledetto e molto…

Andrea Giotto non è un parente alla lontana del celebre pittore toscano e non è neppure famigliare del magnate dei…

09 Mar 2011 Interviews

Read more

Bologna Violenta - Uno Bianca (Dischi Bervisti/Woodworm/Wallace, 2014)

E' la ricostruzione attraverso un' immaginaria soundtrack della scellerata odissea dei fratelli Savi meglio noti alle cronache come la banda…

03 Feb 2014 Reviews

Read more

Daniele Brusaschetto – Cielo Inchiostro (Bosco, 2012)

Daniele Brusaschetto è purtroppo uno dei segreti meglio custoditi della musica italiana. Non solo della musica underground, indie, indipendente o…

28 Jan 2013 Reviews

Read more

Qui/Ultrakelvin – Split LP (Macina/Antena Krzyku, 2017)

Allarga i propri orizzonti la Macina Dischi, collaborando con l’etichetta polacca Antena Krzyku e soprattutto mettendo a disposizione degli americani…

26 Feb 2018 Reviews

Read more

Moe/Gerda - Karaoke (Shove/Wallace/Icore, 2017)

Come spiega la cartella stampa questo 10” tirato in 300 copie ha la funzione di cementare (e in un certo…

16 Oct 2017 Reviews

Read more

Dad They Broke Me – Rot (We Empty Rooms, 2010)

Fine della corsa per uno dei gruppi preferiti dal nostro amabile Radu Kakarath: il batterista va a vivere in Giappone…

25 Jan 2011 Reviews

Read more

Jacuzzi Boys - S/T (Hardly Art, 2013)

Bene, se l'abito facesse sempre il monaco, a guardar la copertina del nuovo album dei Jacuzzi Boys, dove campeggia una…

02 Oct 2013 Reviews

Read more

Adamennon – MMXII (Autoprodotto, 2012)

C'erano ancora margini di sviluppo nel discorso musicale di Adamennon dopo l'album Nero, che pur avevamo identificato come punto di…

19 Dec 2012 Reviews

Read more

Pugaciov Sulla Luna - S/T (Autoprodotto, 2014)

Giovane terzetto trentino all’esordio, i Pugaciov Sulla Luna dicono di aver raccolto in questo EP “volti diversi di uno stesso…

05 Nov 2014 Reviews

Read more

Adriàn Juarez & Zenlu - Random Trip (Chew-Z, 2008)

Proprio di recente comprando un vecchio Nurse With Wound sono ritornato per la miliardesima volta a pensare quanto cazzo fosse…

24 Apr 2008 Reviews

Read more

Sparkle In Grey - Mexico (Lizard/Grey Sparkle/MCL/Old Bycicle/Afe, 2011)

Invecchiato tre anni. Questo riporta la cover del nuovo lavoro degli Sparkle In Grey. E come un buon whisky che…

21 Feb 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top