since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

DBH – Wave The Old Wave (Eh?, 2008)

La Eh? altro non è se non una costola della Public Eyesore, etichetta che oltre a dare alla stampe una serie di matti mica da ridere si è sparata anche qualche disco interessante in passato. Il boss della label a monte di qualche uscita non propriamente azzeccata e crisi stile ’29 che regna sovrana, non ha mollato e continua con questa sussidiaria che non è tanto assurda o strana come moniker quanto più nelle uscite.
Assurde e fini ma anche assurde e fracassone,i DBH che non sono inglesi e che sono separati dagli eroi di City Baby Attacked By Rats da sole due lettere, fanno parte di quel filone free che aveva già trovato posto sia sul vecchio catalogo Public Eyesore che su questa etichetta. Nonostante la foto di copertina li faccia sembrare un manipolo di rockers in stile Who, o Fuzztones queste due sessioni per un totale di tre pezzi, nonostante le differenti line up ci offrono un gruppo free jazz fracassonissimo e rozzo, ma anche muscolare e capace di fare silenzio. Non si tratta del classico gruppo da jam a getto continuo, soprattutto nella prima delle formazioni, infatti nonostante si tratti della più affollata gli spazi quando ci sono si fanno sentire. I fiati e la batteria dettano legge forse anche per causa della registrazione lo-fi che a tratti mi fa venire in mente Thelonious Monk registrato live nel cesso di casa mia. Il cocktail è così ruvido come registrazione da aver persino una patina di vecchio, fossi stato in loro avrei fatto un pensiero a passarlo per una registrazione anni '70 di qualche musicista famoso, esattamente come Mutinity At The Bbay, il live dei Dead Kennedys che tutti sanno benissimo trattarsi in realtà di una cover band guidata da Glen Anzalone (http://it.wikipedia.org/wiki/Glenn_Danzig), ma Jello era più sexy e più vendibile e sulla copertina di Maximum Rock And Roll faceva la sua porca figura, per questo vostra madre si masturbava cantando California Uber Alles e Glen Anzalone da quel giorno fu costretto a cambiare nome riuscendo a destare molto più interesse.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

Back to top