Squarcicatrici – s/t (Wallace-Burp-etc, 2009)

Ecco il ritorno di Jacopo Andreini, non che se ne fosse mai andato in verità, infatti ha sempre continuato a battere le pelli per L'Enfance Rouge, a suonare con i Jelousy Party ed a collaborare a diverso titolo con altri, ma che questo progetto lo coinvolga in modo molto diretto sotto diverso punti di vista lo si intuisce da parecchi particolari. Innanzitutto il fatto ovvio che nonostante le diverse line-up ed il gran numeri di gente coinvolta in questo disco dietro al banco del mixer siedono solo lui ed Andrea Caprara (e fanno davvero un ottimo lavoro), ma se avete avuto modo di seguire alcuni suoi progetti durante questi anni vi sarete anche fatti due idee sui gusti variegati del toscano e potete stare tranquilli che questa specie di gruppo etno-jazz-folk-balcan-patchanca-etc. è un gelato "tutti-frutti" come piace proprio a lui.
Si passa agilmente dal jazz sinuoso e free di tracce come Mbizo e Garota al folk crossover di molti gruppi francesi come in Izgubljen sambetta, dal cameristico chinese-western-folk di Afrocina al quasi rock sinfonico di Gorecky. Suono a predominanza acustica che si incorpora per lo più in contrabbasso più batteria/percussioni e su cui si muovono sax, fisarmonica, piano e soprattutto le voci, l'ultimo particolare non deve stupire dato che bene o male per la maggioranza dei pezzi si può ormai parlare di vere e proprie canzoni. Anzi, filosoficamente ed anche a livello di suono accosterei il lavoro a cose come i Negersse Vertes, l'ultima Banda Ionica, i Mano Negra, Manu Chao, Bregovich, Capossela e tutta una riga di gruppi delimitati da questi ipotetici (ed intracciabili) confini, però il tutto virato con un gusto ed un'estetica molto Andreini-ana. Un disco caldo a partire dalla superficie scrostata che compare in copertina, per arrivare alla produzione ed al suono, per quanto riguarda questo ambito di "etno-fusion globale", se proprio così la vogliamo definire, si tratta senza ombra di dubbio del miglior lavoro che coinvolge il toscano ed alcuni dei suoi soci. Gli Squarcicatrici sono cotti al punto giusto, quel tanto che basta difficili per non poter avere il successo dell'Orchestra di Piazza Vittorio, quel tanto che basta melodici per non piacere agli alternativi free-jazzy da circuito underground e quel tanto che basta storti, rock e demodé da non piacere agli intellettuali della musica etnica e di radice popolare da salotto colto (quelli che "anche io ho il mito del buon selvaggio come Levi Strauss e Godard").

Tagged under: , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Kern/Batia Hasan – The Commercial Tape (Kaczynski, 2020)

Il secondo volume della serie Tape Session della Kaczynski conferma la felice idea di associare artisti in qualche modo complementari…

09 Jun 2020 Reviews

Read more

Blastula - Scarnoduo (Amirani, 2010)

Giusto per mettere le cose subito in chiaro, diciamo che per quel che mi riguarda parlando di questo disco siamo…

30 Mar 2010 Reviews

Read more

Hexen & Wailing Of The Winds - S/T (Diazepam, 2014)

Dopo l'esordio in cassetta sulla sua Diazepam e il CD su Paradigms, Wailing Of The Winds arriva alla terza uscita…

16 Dec 2014 Reviews

Read more

New Jooklo Age – 16/11/10 Circolo Creassant (Brescia)

È ancora il Creassant, nel mortorio omologato della tanto a sproposito decantata scena bresciana, a offrirci una serata di musica…

07 Oct 2010 Live

Read more

The Wisdom - Hypothalamus (Heavy Psych Sounds, 2014)

Misticismo, oriente, terzo occhio e quanto altro potrebbe venire in mente ad un americano che tratta di argomenti che non…

09 Jun 2014 Reviews

Read more

Magliocchi/Angeloni/Castanon/Lenoci - The Spell And The City (Setola Di Maiale,…

Credo che si tratti del più ostico dei tre cd che ho ascoltato e che coinvolgevano alle percussioni Marcello Magliocchi,…

07 Nov 2010 Reviews

Read more

Neptune/One Second Riot - S/T (Distile, 2007)

Entusiasmante debutto per questo manipolo di giovani degenerati. Aprono i Neptune con un "rock sincopato" e "disossato" quanto un pollo…

21 Aug 2007 Reviews

Read more

Passe Montage - Oh My Satan (African Tape/Ruminance, 2009)

African Tape + Ruminance = math, post, free-rock? Ma certo che sì, la soluzione più semplice a volte è la…

15 Apr 2009 Reviews

Read more

Jon Rune Strøm Quintet - Fragments (Clean Feed, 2018)

Molto particolare la scelta del norvegese Jon Rune Strøm, già attivo negli interessanti Friends And Neighbors e Universal Indians, nonché…

19 May 2018 Reviews

Read more

Fast Forward / T Cells - Split 2x3"CD (Three…

Ci si domanda spesso (sì, giuro che ogni tanto mi stupisco a domandarmelo) dove la incredibile forza critica di due…

05 Sep 2006 Reviews

Read more

Magliocchi/Angeloni/Castanon - Trullo Improvisations (Muzakrec, 2009)

Da quel che sento dopo tre dischi che vedono impegnato in prima persona Marcello Magliocchi, un retrogusto da improvvisazione "d'atmosfera"…

09 Sep 2010 Reviews

Read more

Father Murphy - Anyway, Your Children Will Deny It (Aagoo,…

Dimenticare tutto quello che si sa, affrontare un disco senza tener conto di nome e storia dell'autore, sarebbe talvolta (se…

23 Apr 2012 Reviews

Read more

Pontiak + Hell Demonio - 08/08/09 Malafly (Verona)

Per l'estate l'arci Kroen si trasferisce armi e bagagli alla periferia di Verona dove, in combutta con altre associazioni…

16 Sep 2009 Live

Read more

Yuk! Interventi a cadenza casuale e necessaria numero 2 -…

Bene. Dopo la sbrodolata sul footwork, posso a passare a qualcosa di completamente differente. Dj Final Trip (un nome -…

29 Sep 2012 Articles

Read more

Simon Balestrazzi & Nicola Quiriconi – Licheni (Azoth, 2019)

Simon Balestrazzi e Nicola Quiriconi hanno già avuto modo di lavorare assieme in diverse occasioni, sia dal vivo che nel…

03 Sep 2019 Reviews

Read more

Luminance Ratio/Oren Ambarchi – Split 7” (Fratto9 Under The Sky/Kinky…

La serie di 7" split dei Luminance Ratio, arrivata alla seconda uscita, imbarca un altro pezzo da novanta, l'australiano Oren…

02 Apr 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top