Luca Formentini – Intra (Subcontinental, 2022)

È impossibile isolarci dal mondo che ci circonda. È però molto semplice immergerci, in un contesto, in una situazione, in un suono. Quando questo suono è avvolgente e sinuoso tanto da divenire amniotico riesce a farci andare altrove.
Luca Formentini ha quasi 55 anni, bresciano, musicista, artista sonoro, attivista ambientale e produttre vinicolo. Sono entrato in contatto con lui casualmente, tramite Mirco Salvadori e Tiberio Faedi, il primo uomo dagli aleatori suoni su Rockerilla (che ha appena tagliato il traguardo dei 500 numeri) e produttore in laverna.net, il secondo grafico, voce, buon gusto e molto altro in Silent Radio. Due indizi fanno una prova ed Intra (non la mia vicina su sponda del Lago Maggiore, terreno di passeggi, libri e degustazioni, ma il prefisso relativo all’interno, al dentro) si presenti terribilmente onesto e seducente.
Poche note, rumori, scampanellii. Un’idea di luce e limpidezza. Chitarra, rumori ambientali, echi.
Storie senza parole.
Intra dovrebbe essere, se non vado errato, il quinto lavoro di Luca. Scorrendo la tracklist i titoli lasciano una sensazione sospesa, come se passeggiassimo insieme all’autore alla scoperta di nuovi, piccoli scenari. Nel periodo in cui sono venuto a contatto con questa musica sto leggendo il primo volume dei Souvenirs Entomologiques di Fabre, porzioni di vita che portano l’autore e noi ad un altro livello di grandezza, inserendosi nel mondo e nella storia degli insetti. Ritrovo nell’incipit di Intra le medesime sensazioni; What If ed Have Bridges, Find Rivers appaiono come ricognizioni curiose in terreni verdi ed aperti, con tocchi melodici suadenti e contestualizzati da un ambiente fresco e vivace. In Traced però qualcosa cambia, il recitato austero compare per la prima volta e scurisce il paesaggio, aspergendo umidità e parole quasi andando per grotte e lambendo squarci nel territorio.

Density
Density
Growing Density
Everything
Which is needed
Is in your hand

Stacco, scena. Molecules, con un frame  vocale di una casalinga statunitense, volontaria per un esperimento guidato dal Dr. Sidney Cohen, alle prese con delle sostanze allucinogene. Il suono è morbido, ed avvolge la nostra esperienza come se fosse motivo e spinta di elevazione. Luca Formentini si dimostra regista capace di creare scenari fuori dal tempo, coerenti e spaziali.
Quando torna, la chitarra è rifinita ed ipnotica, accompagnata anche in questo caso da un semi-recitato che mi porta a pensare a sliding doors ed a visioni differenti dei piani di realtà. Sono in un viaggio, con delle textures brumose da brughiera, gocce elettroniche e fasi metereologiche mutevoli. Nel proseguio le onde non calano ma anzi, assumono quasi uno slancio lirico che apre i paesaggi accompagnandoci al finale dell’opera. Tell About What Can’t Be Seen ci prende per mano in maniera quasi retrò, lasciandoci sopra un manto spaziale ed etereo, in attesa. Ma, purtroppo, quel che accade dopo e soltanto silenzio. Toccherà cercare altro suono, Intra e Fuori.

 

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Crap - S/T (Megablomb, 2006)

Registrato ormai dieci anni fa, nel 1998, e rimasto nel cassetto fino al 2006, anno in cui è stato pubblicato…

21 Apr 2008 Reviews

Read more

Musica Da Cucina - S/T (CityLiving/Mondopop, 2007)

Musica Da Cucina è il progetto di Fabio Bonelli (Milaus), ideato in un appartamento dai soffitti alti e da un…

17 Jun 2007 Reviews

Read more

Bastion - S/T (Interregnum, 2009)

Non ce li saremmo mai aspettati così scuri, l'emiliano Yukka Reverberi e il tarantino Valerio Cosi; ma la particolarità dell'incontro,…

10 Jul 2009 Reviews

Read more

Kleemar/Trus! - Banana Split (God Bless This Mess/Moonlee, 2013)

Era da un po' di tempo che non ascoltavamo musica proveniente dalla Slovenia: ci pensa lo split LP tra le…

03 Apr 2014 Reviews

Read more

Alberto Boccardi/Lawrence English – split 12” (Fratto9 Under The Sky,…

Del bellissimo spettacolo organizzato all’oratorio di San Lupo a Bergamo un anno fa parlammo a suo tempo nella sezione live.…

13 Dec 2013 Reviews

Read more

Lucertulas + Kelvin + Putiferio | Robot Macina Fest -…

Partiamo dalla fine: come concludere meglio una serata di musica se non beccando Max Pezzali all'autogrill, per di più accompagnato…

08 May 2011 Live

Read more

On Fillmore/Pupillo, Kazuhisa, Yasuhiro - Phonometak Series #7 (Phonometak/Wallace, 2010)

Era un da un po' di tempo che mi chiedevo che fine avessero fatto questi due geni, perché al di…

26 Mar 2010 Reviews

Read more

All My Sins – Pra Sila–Vukov Totem (Saturnal, 2018)

Se il black metal slavo gode da qualche anno di ottima salute sull’asse Polonia-Russia, cominciano ora ad emergere realtà interessanti…

11 Jan 2019 Reviews

Read more

Davide Tosches - Beside Flows The River (autoproduzione, 2022)

Questo insieme di musiche, ad opera di Davide Tosches, formano la colonna sonora di Besides Flows the River di Marco…

12 Jul 2022 Reviews

Read more

March Of RaDOOM - Volume 000/666

Era inevitabile, ora è successo. L’orribile Radu Kakarath rompe il silenzio e con voce sibillina, presenta una serie di brani…

22 Nov 2009 Podcasts

Read more

Small Thing - S/T (Flamingo, 2019)

"La cosetta" è un gagliardo punk stop and go di chiara matrice NOFX (nel senso buono) interpretato da un giovane…

08 Feb 2021 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 37 (09/07/15)

Puntata numero trentasette della terza stagione di The Sodapop Fizz, Emiliano e Massimo bissano la puntata sui chitarristi con una…

12 Jul 2015 Podcasts

Read more

The Orange Man Theory - Giants, Demons And Flocks Of…

Indefessa e decisa la band romana The Orange Man Theory continua il proprio percorso interrotto con il precedente lavoro muovendosi…

07 Jan 2014 Reviews

Read more

H!U – S/T (Corpoc/Esercizi Di Assenza, 2014)

Quanto il crescere fra boschi e sassi in provincia di Lecco possa aver influenzato la genesi di H!U, creatura del…

13 Feb 2015 Reviews

Read more

H!U/Stelvio – Pulsatilla (Casetta/Subincision/Light Item, 2018)

Il percorso artistico di H!U – giunto alla quinta tappa - si fa stavolta meno solitario grazie a Stelvio, che…

09 Jul 2018 Reviews

Read more

Justin Marc Lloyd – Funeral (Sincope, 2012)

Uno dei tanti fuoriusciti dal giro HC dei '90 fulminati sulla via del rumore (sebbene militare in un gruppo powerviolence…

12 Feb 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top