Hum Of Gnats – Purge The Weevil From Yer Midst (Strungaphone, 2011)

Cerca in tutti i modi, il pescarese Ezio Piermattei, di occultare le proprie tracce, presentandosi ad ogni appuntamento discografico con uno pseudonimo diverso: dopo Poisucevamachenille e Levis Hostel è la volta di Hum Of Gnats, progetto apparentemente privo di centro che mette insieme una gran varietà di suoni, rumori e field recording fino a realizzare un pastiche sonoro affascinante.
Purge The Weevil From Yer Midst non è una banale supercazzola musicale che assembla elementi a caso, ma un viaggio all’insegna della scoperta di suoni e rumori, trovati e combinati fra di loro con curiosità e gusto. Sarà una mia ossessione del momento, ma mi pare che anche questo disco sia da annoverare fra quelli che battono una via mediterranea al free-folk, dove strumenti acustici (a fiato, corde e percussivi) che sembrano provenire via mare da sud e da est, sposano i rumori di un’elettronica analogica e primordiale, ponendosi, rispetto a progetti spiritualmente vicini (sto pensando nella fattispecie a Eternal Zio e Orfanado, di cui diremo prossimamente) in ambito più prossimo all’elettroacustica e al jazz irregolare degli Jooklo. Anche se il disco è stato registrato in splendida solitudine, fatto salvo l’intervento in un brano del sassofonista Napo Camassa (all’opera sia come solista che con gli Almamegretta), l’aria che si respira è quella di una lunga jam session editata poi con piglio Faustiano (ma per coerenza con quello scritto sopra dovrei forse citare il Battiato freak di Clic), in cui momenti decisamente ostici, fra stridere di clarinetti e viole, fanno da preludio a piacevoli aperture melodiche, con sax che giocano a rimpiattino coi synth e voci campionate che guadagnano il palcoscenico. Piermattei rifugge comunque le facili giustapposizioni fra melodia e rumore, così come non esagera mai coi volumi, restituendo un’atmosfera tutto sommato rilassata, che aiuta a destreggiarsi nell’intricata struttura dei brani. Data l’eterogeneità dei quattro lunghi pezzi, è inutile segnalarne uno piuttosto che l’altro: meglio far notare quelli che mi sembrano i momenti migliori, come i battimani, le corde nervose e le cantilene che chiudono Ex-ercises In Stalinism (gran titolo), i fiati drammatici e malinconici di Hey, Rube! o la melodia vocale che anima Hat, Infundibuliform Hat, su un tappeto di fiati grassi e percussioni. Chissà se un’alchimia del genere è riproponibile anche dal vivo. Sarebbe davvero un’esperienza esaltante.

Tagged under: , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Father Murphy/HMWWAWCIAWCCW - 7" split (Aagoo/Avant!/Boring Machines/Brigadisco et al., 2011)

Sotto la benedizione di ben sei etichette e con echi di tuono in lontananza, entriamo nella prima facciata a 45…

09 Nov 2011 Reviews

Read more

Simon Reynolds - Post-Punk 1978-1984 (ISBN, 2007)

Intimidisce, al primo impatto, questo volume di Simon Reynolds. Saranno le più di 700 pagine, saranno i 35 euro del…

30 Sep 2007 Reviews

Read more

Pain Of Salvation - BE (Inside Out/Audioglobe, 2004)

E' risaputo che se i musicisti hanno quasi sempre un ego grosso e turgido, i musicisti metal ce l’ hanno addirittura abnorme e sproporzionato.…

19 Jul 2006 Reviews

Read more

The White Mega Giant - Antimacchina (Shyrec/Up To You, 2011)

Quando siamo arrivati ad un punto di rigetto verso qualsiasi nuova band giovane, magari italiana, che ripropone in pieno…

23 Feb 2012 Reviews

Read more

Luther Blissett – Bloody Sound (Bloody Sound Fucktory/Eclectic Polpo/Brigadisco et…

Secondo lavoro per la interessante formazione bolognese dei Luther Blissett che ritorna dopo qualche rimaneggiamento tra le sue fila: perso…

18 Oct 2011 Reviews

Read more

Don Vito/Bogong In Action – Split 7” (Lemming/Brigadisco et al.,…

Merita una segnalazione questo split in vinile diviso fra Don Vito, gruppo che, a discapito del nome, proviene dalla Germania …

20 Jan 2012 Reviews

Read more

Philippe Petit & Friends - Reciprocess: +/VS. (Bip_Hop, 2009)

DJ, giornalista musicale, discografico, prima con il rock estremista e di confine della Pandemonium, ora con la più elettronica,…

21 Sep 2009 Reviews

Read more

Blogroll

Ho sempre avuto la mania di prendere appunti dai forum in rete: se un disco lo si mitizzava me lo…

10 Aug 2006 Articles

Read more

Exit Verse - S/T (Damnably/Ernest Jenning, 2014)

L'inglese Damnably continua a seguire le ormai vecchie glorie degli anni novanta e stavolta, dopo avere fatto uscire il suo…

27 Feb 2015 Reviews

Read more

The Great Nostalgic – Hope We Live Like We Promised…

Derivativi certo lo sono, ma direi che il nome è già una dichiarazione di intenti, quindi da parte mia nessun…

02 Jun 2011 Reviews

Read more

Prettiest Eyes - Looks (Aagoo, 2015)

Con un sound dalle basi blues ma bersagliato senza sosta da attacchi di psichedelia e noise, i californiani (originari di…

31 Aug 2016 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 33 (11/06/15)

Puntata numero trentatre della terza stagione di The Sodapop Fizz, Emiliano e Massimo in un episodio dedicato ai loro chitarristi…

14 Jun 2015 Podcasts

Read more

The Psychic Paramount – II (No Quarter, 2011)

Formati da 2/4 dei Laddio Bolocko, il chitarrista Drew St. Ivany ed il bassista Ben Armstrong, a cui va ad…

27 Mar 2011 Reviews

Read more

Ovo + Nadja – The Life And Death Of A…

Due gruppi, quattro movimenti, un concept album: non uno split ma una collaborazione fra il duo canadese e quello italiano,…

07 Jun 2010 Reviews

Read more

Tiziano Milani, Luca Rota - The City Of Simulation (Setola…

Un progetto molto interessante quello che mi trovo fra le mani, infatti a dispetto delle molte baggianate che cercano di…

30 Apr 2010 Reviews

Read more

Dyskinesia/Corpoparassita - S/T (Frohike, 2010)

Esteticamente il disco si presenta come uno di quei lavori che vi piacerebbe avere anche solo per la…

20 Jun 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top