Germanotta Youth – The Harvesting Of Souls (Wallace, 2011)

Si contano ormai sulle dita di cento mani i progetti a cui Massimo Pupillo degli Zu collabora in maniera più o meno continuativa. Questo, in origine denominato Mongolian Barbeque, lo associa a Reeks degli Inferno all'elettronica e al batterista dei metal progster Kailash e ci porta dalle parti dei Genghis Tron e dei Locust, sebbene l'assenza della voce e la lontananza dalla forma-canzone sviluppa il discorso verso strutture più aperte.
All'ironia del nome, che riprende l'idea dei Ciccone Youth aggiornandola ai tempi della starlette Lady Gaga, fa da contraltare una musica che pur con qualche sorriso a mezza bocca, non lascia troppo spazio agli scherzi: efferatezza è la parola d'ordine di un disco che mette in campo senza paura la propria ignoranza, evitando di nascondersi dietro suonini o abusate sciocchezze pseudo-ironiche che l'elettronica consentirebbe. Certo, qualche tocco d'alleggerimento c'è ed è il benvenuto, come le melodie di tastiere che aleggiano sullo sfondo e non sarebbe male trovassero più spazio in futuro, ma The Harvesting Of Souls resta prevalentemente un brutale album di grind in forma libera, che del genere metallaro recepisce i toni un po' monocorde ma anche una voglia di sfondare grazie a velocità e volumi che regala momenti apprezzabili. Verso la fine emerge anche una vena introspettiva, nell'elettroacustica di confine di Blackfriars Bridge e nel free che cresce dal silenzio in Draconina Measures, A Letter To Lady Gaga, ma nell'economia del disco cambia poco: nella maggior parte del tempo fra batteria triggerata e doppia cassa, basso cingolato e elettronica che rasoia a destra e sinistra, si ha la netta sensazione di stare in mezzo a una sparatoria. In questo senso un minutaggio leggermente inferiore, teso a tagliare i momenti più ripetitivi equilibrando le varie parti, si sarebbe fatto preferire, ma al momento i Germanotta Youth sono questi, prendere o lasciare. Prendiamo, in attesa di poterne testare le qualità dal vivo.

Tagged under: , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

?Alos - Matrice (Cheap Satanism, 2015)

Stefania Pedretti é l'unica figura femminile davvero interessante del panorama musicale indipendente nostrano. Su questo credo non ci siano dubbi.…

21 May 2015 Reviews

Read more

Simon Balestrazzi - Pest Exterminator (Ticonzero, 2011)

Come s'intitolava quel film con Mickey Rourke "L'anno del dragone" o qualcosa del genere? ...beh, se proprio dovessimo sfruttare il…

30 Sep 2011 Reviews

Read more

Philippe Lamy & MonoLogue - Blu Deux (Phinery, 2016)

Quello fra il veterano francese Philippe Lamy e l’italiana Marie Rose Sarri, in arte MonoLogue (ma anche Moon RA), è…

22 Feb 2017 Reviews

Read more

The Star Pillow - Symphony For Intergalactic Brotherhood (Boring Machines,…

Cosa si può ancora dire della musica di The Star Pillow? Col suo progetto Paolo Monti  esplora le possibilità espressive…

11 Aug 2018 Reviews

Read more

Convocation - Scars Across (Everlasting Spew, 2018)

Dalla perfida FInlandia i Convocation giungono fino a noi strisciando metaforicamente sui gomiti. Infatti l'incalzare dei finnici  è subdolo, mellifluo…

13 May 2018 Reviews

Read more

Crash Trio - Live At Crash (Setola Di Maiale, 2010)

Questo è un super trio amici miei, nel caso non conosceste gli altri due compagni di viaggio di Stefano Giust…

28 Jan 2011 Reviews

Read more

The Child Of A Creek – Find A Shelter Along…

Forse da qualche cima delle nostre montagne, si può scorgere la campagna inglese immerse nelle nebbie. È lì, fra Canerbury…

05 May 2010 Reviews

Read more

Camusi - S/T (Setola Di Maiale, 2007)

Credo che molti di voi conoscano Stefano Giust e Madame P e se così non fosse li inquadreremo dicendo che…

30 Sep 2007 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 16 (05/02/15)

Per la puntata numero sedici della terza stagione di The Sodapop Fizz Emiliano e Stefano ospitano in trasmissione Andrea Serrapiglio…

09 Feb 2015 Podcasts

Read more

Swims - Ep (Distile, 2007)

Altro ottimo esempio di come cambino i tempi e di come l’oceano sia sempre più piccolo, avvicinando i due continenti…

26 Mar 2007 Reviews

Read more

Lords - This Ain't A Hate Thing, It's A Love…

Bisogna essere piuttosto intelligenti per non capire le operazioni intellettuali. Il concetto stesso di liberatorio pare essere più legato al…

16 Jul 2006 Reviews

Read more

Nole Plastique - Escaperhead (Nexsound, 2008)

Altra uscita per l'etichetta "pop" di Andrei Kiritchenko, la terza per essere precisi e la prima ad essere davvero interessante…

17 Jun 2008 Reviews

Read more

Kamikaze Queens - Automatic Life (Sounds Of Subterrania, 2011)

Quintetto berlinese di un certo spessore che ama modestamente auto-definirsi Berlin Punk Cabaret. Cortese sintesi per esprimere che contengono qualsiasi…

15 Feb 2012 Reviews

Read more

Matteo Uggeri: "music for those who want to live in…

Immagino che Hue (al secolo Matteo Uggeri) e gli Sparkle in Grey non risultino proprio una novità per molti nostri…

01 Mar 2007 Interviews

Read more

Francesco Serra – S/T (Fratto9 Under The Sky, 2017)

Suono, spazio e visione sembrano essere i tre vertici entro cui si muove il lavoro di Francesco Serra - cagliaritano…

15 Jan 2018 Reviews

Read more

Tristan da Cunha – Praia (DreaminGorilla, 2018)

Il duo Francesco Vara e Luca Scotti torna sul luogo del delitto a un anno dal disco d’esordio, riproponendo la…

14 Jul 2018 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top