Germanotta Youth – The Harvesting Of Souls (Wallace, 2011)

Si contano ormai sulle dita di cento mani i progetti a cui Massimo Pupillo degli Zu collabora in maniera più o meno continuativa. Questo, in origine denominato Mongolian Barbeque, lo associa a Reeks degli Inferno all'elettronica e al batterista dei metal progster Kailash e ci porta dalle parti dei Genghis Tron e dei Locust, sebbene l'assenza della voce e la lontananza dalla forma-canzone sviluppa il discorso verso strutture più aperte.
All'ironia del nome, che riprende l'idea dei Ciccone Youth aggiornandola ai tempi della starlette Lady Gaga, fa da contraltare una musica che pur con qualche sorriso a mezza bocca, non lascia troppo spazio agli scherzi: efferatezza è la parola d'ordine di un disco che mette in campo senza paura la propria ignoranza, evitando di nascondersi dietro suonini o abusate sciocchezze pseudo-ironiche che l'elettronica consentirebbe. Certo, qualche tocco d'alleggerimento c'è ed è il benvenuto, come le melodie di tastiere che aleggiano sullo sfondo e non sarebbe male trovassero più spazio in futuro, ma The Harvesting Of Souls resta prevalentemente un brutale album di grind in forma libera, che del genere metallaro recepisce i toni un po' monocorde ma anche una voglia di sfondare grazie a velocità e volumi che regala momenti apprezzabili. Verso la fine emerge anche una vena introspettiva, nell'elettroacustica di confine di Blackfriars Bridge e nel free che cresce dal silenzio in Draconina Measures, A Letter To Lady Gaga, ma nell'economia del disco cambia poco: nella maggior parte del tempo fra batteria triggerata e doppia cassa, basso cingolato e elettronica che rasoia a destra e sinistra, si ha la netta sensazione di stare in mezzo a una sparatoria. In questo senso un minutaggio leggermente inferiore, teso a tagliare i momenti più ripetitivi equilibrando le varie parti, si sarebbe fatto preferire, ma al momento i Germanotta Youth sono questi, prendere o lasciare. Prendiamo, in attesa di poterne testare le qualità dal vivo.

Tagged under: , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

De Curtis + Mic Bombatomica – 09/04/11 Interzona (Verona)

Serata di gala all'Interzona per la presentazione del disco di Mic Bombatomica, idolo locale che accoglie nella sua band alcuni…

06 Apr 2011 Live

Read more

Adam Wolf - Songs I/II (Autoprodotto, 2018)

Adam Wolf ha due band di musica energica e chitarrosa (Wolfhand e Sleeping In), non particolarmente originali: le foto dei…

01 Mar 2018 Reviews

Read more

Satori Junk - S/T (Taxi Driver, 2015)

Stavo leggendo poc'anzi su una webzine concorrente (ebbene si, lo faccio) un'aspra critica al cantato definito "cantilenante" dei Satori Junk.…

09 Apr 2015 Reviews

Read more

Hot Gossip + There Will Be Blood - 27/10/12 Twiggy…

Ricominciano per me i sabati sera live al Twiggy, musica indie nel senso letterale del termine nel club di culto…

16 Nov 2012 Live

Read more

Mattin – Songbook #7 (Munster, 2018)

Arriva all’episodio numero sette la serie dei Songbook di Mattin con un disco pienamente punk nel senso concettuale del termine,…

09 Apr 2019 Reviews

Read more

Senyawa – Alkisah (Artetetra/Communion, 2021)

Per celebrale l'inizio del secondo decennio di attività, il duo indonesiano dei Senyawa dà vita a un progetto ambizioso appaltando,…

19 Mar 2021 Reviews

Read more

Dave Boutette - The Piccolo Heart (Embassy Hotel, 2008)

Cosa sia l'onestà, a cosa serva, a chi giovi potrebbe essere una di quelle domande da un milione di dollari.…

13 Sep 2008 Reviews

Read more

Arbdesastr - S/T (Autoprodotto, 2006)

Dopo un sacco di ascolti mordi e fuggi su Myspace ecco un promo autoprodotto degno di menzione: Arbedesastr è un…

13 Dec 2006 Reviews

Read more

Barr - Summary (5 Rue Christine, 2007)

Batteria, e solo ogni tanto il basso e la tastiera accompagnano Brendan Fowler nel suo parlare da solo: Barr infatti…

29 Jan 2007 Reviews

Read more

Candy - Good To Feel (Triple B, 2018)

Abrasivo, veloce e soffocante come un ferita da taglio cauterizzata, in tutta fretta, con della benzina. Non sorprende che i…

09 Nov 2018 Reviews

Read more

Tapso II - S/T (Tapso, 2009)

Clamoroso al Cibali: anche la scena indipendente italiana si fonda su hype e mode che poco hanno a…

21 May 2009 Reviews

Read more

Giovanni Dal Monte - Reforming The Substance (SonicaBotanica, 2016)

È un progetto ambizioso questo di Giovanni Dal Monte, non lontano da quello messo in piedi da Okapi con Musica…

01 Feb 2017 Reviews

Read more

AA.VV. - Bonus Tracks (Mondadori, 2007)

E che cosa c'è da dire? In realtà poco, dato che questa è un'operazione puzzolente tipo quelle delle riviste che…

10 Jun 2007 Reviews

Read more

Affranti/Sumo - Split (Smartz/Dizlexiqa/Klas/Sincope/Sonatine/Sonic Reducer/Minoranza/Renato, 2011)

Hardcore di quello buono. Tutto italiano nelle intenzioni, nelle emozioni fortissime e nella fratellanza. Le coordinate di riferimento sono…

02 Dec 2011 Reviews

Read more

Musica Per Bambini - Dio Contro Il Diavolo (Trovarobato, 2008)

Benchè con clamoroso ritardo, finalmente mi accingo a recensire quello che, ancora ad oggi, resta l'ultima fatica del piacentino…

26 Jul 2010 Reviews

Read more

Lucifer Big Band – Atto II (Bloody Sound Fucktory/HYSM?/Neon Paralleli/Lemming,…

Perseverare è diabolico, recita il proverbio. Così, coerentemente, Angelo Bignamini (batterista di The Great Saunites) torna con la sua luciferina…

08 Apr 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top