Futeisha – Dannato (Old Bicycle/ Brigadisco, 2014)

Sempre alla ricerca di nuove strade e con l’evidente esigenza di non farsi incasellare in un suono o in un ambito predefinito, la Old Bicycle si associa stavolta alla Brigadisco ed insieme estraggono dal cilindro l’esordio di Futeisha, a sua volta personaggio assolutamente immarcabile. Come puoi esserlo se sei un argentino, trapiantato a Torino passando per Kyoto e usi come nome d’arte quello di un società anarchica giapponese degli anni ’20?
A immagine e somiglianza dell’autore sono i dieci brani che occupano le due facciate di questo nastro: apolidi dello spazio e del tempo non si cristallizzano in un genere o in uno stile, ma vagano in cerca d’identità fra Parigi la Spagna e l’Oriente (o forse è solo un quartiere multietnico di qualche città europea?), tenendosi fortunatamente alla larga dall’etno-fake, più o meno cosciente, che va tanto di moda da queste parti (moda pure ritardataria, ma lasciamo perdere). Brani per lo più strumentali, chitarre acustiche o elettriche lamentose, un po’ di elettronica povera che sporca le tracce, percussioni etniche, voci soffocate e indolenti: sono elementi che ritroviamo spesso, ma che organizzato come sono qui fanno di Dannato un disco difficile da affrontare, nel suo esistenzialismo, nel senso di morte evocato in molti titoli e che traspira dalle canzoni, nell’idea di fallimento ineluttabile. Giusto per rendere l’idea, il brano che musicalmente appare più spensierato (almeno inizialmente), un minuto e mezzo di melodie acustiche e percussioni, si intitola Morte In Spiaggia. Il resto è Marceline, che oscilla fra folk depresso e impennate elettriche, la bellissima e triste Una Ma§ana, folk mediorientale per voci e rumori, la cantilena ossessiva di ®Como est† Carlos o la triste narrazione, su un giri di chitarra, basso e elettronica ripetuti, de Il Colore Verde. Avrei dovuto capire tutto solo guardando la copertina. Ma alla fine Dannato è bello o brutto? Che ne so? Che importa, alla fine?

Tagged under:

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Noise Of Trouble – Distopia (Brigadisco, 2012)

La recensione dell'ultimo album dei Mombu sul fondamentale blog Il Teatrino Degli Errori, recitava "Fra le tante, citiamo tre piaghe…

31 Jan 2013 Reviews

Read more

Connect_icut - Small Town By The Sea (Aagoo, 2014)

Torna su Aagoo con un altro disco Connect_icut, dopo l'interessante Crows & Kittywakes & Come Again dell'anno scorso: e non…

23 May 2014 Reviews

Read more

Wussy - Buckeye (Damnably, 2012)

Wussy è un progetto nato nel 2001 a Cincinnati. E' stato scritto di loro che, dal 2005, anno in cui…

26 Jun 2012 Reviews

Read more

Il Guaio - S/T (Lingua, 2014)

Dalla Lingua Records, satellite dell' universo Minus Habes, arriva questa interessante deriva electro pop. Il Guaio è un piacevole incrocio…

17 Jul 2014 Reviews

Read more

Julia Kent - Green And Grey (Important/Tin Angel, 2011)

Torna col suo secondo disco solista la violoncellista Julia Kent, canadese residente a New York, ma in realtà cittadina del…

11 May 2011 Reviews

Read more

Ongaku2 – Short Stories (La Bèl, 2013)

Dire prolifico è dir poco per il duo di Elia Casu e Paolo Sanna (molto attivi anche in altri progetti),…

05 Aug 2013 Reviews

Read more

Mekanik Komando - Shadow Of Rose (Catsun/Monotype, 2010)

Iniziamo parlando della Monotype anche perché la Catsun ne è una sussidiaria e incominciamo con il dire che si tratta…

21 Oct 2010 Reviews

Read more

VV. AA. - Cinque pezzi facili 5 (Under My Bed,…

Capolinea per la serie Cinque Pezzi Facili: quinto capitolo, ultimi due gruppi. E finalmente, accostando le copertine, potrete riconoscere il…

20 Feb 2013 Reviews

Read more

Rosolina Mar/Trumans Water - Split (Robotradio, 2007)

La Robotradio grazie ad un parto gemellare, oltre a Lucertolas, regala un nuovo capitolo della sua personale serie che unisce…

19 Dec 2007 Reviews

Read more

The Hand To Man Band - You Are Always On…

La sola parola supergruppo credo faccia mettere mano alla fondina a più di un lettore... e invece questa volta dietro…

06 Nov 2012 Reviews

Read more

Francisco Lopez/Luca Sigurtà - Erm (Fratto9 Under The Sky, 2013)

Decisamente un disco che lascia spazio ai vuoti questo Erm, un brano a testa diviso tra Francisco Lopez e Luca…

02 Dec 2013 Reviews

Read more

Gli Altri - Fondamenta, Strutture, Argini (Taxi Driver, 2013)

Crossover nel senso più nobile della parola sempre se oggi ha ancora una ragione utilizzarla. Il quintetto savonese ricorda…

26 Apr 2013 Reviews

Read more

Barzin - My Life In Rooms (Weewerk/Monotreme, 2006)

Dall'iniziale, perfetta, Let's Go Driving sembra arrivato il momento di fare i conti con uno dei dischi del 2006. Poi…

19 Aug 2006 Reviews

Read more

The Giant Undertow - The Weak (InTheBottle/Shyrec/Indipendead/PopeV, 2016)

Obliquo e un po' sbronzo il folk di Lorenzo Mazzilli è ricco di un mood irresistibile e coinvolgente. A cercar…

21 Oct 2016 Reviews

Read more

Sir Richard Bishop & W. David Oliphant / Karkhana with…

Carte Blanche è il nuovo split pubblicato dalla Unrock nella Saraswati Series, un interessante tassello di musiche altre che vanno…

04 Apr 2019 Reviews

Read more

Pajo - 1968 (Drag City /Wide, 2006)

Ci sono nomi che spesso compaiono qua e là, quasi per caso e in sordina, poi, facendo un rapido bilancio…

15 Sep 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top