FLTY BRGR GRL – Love You Forever (autoprodotto/Diger Distro, 2021)

Abbiamo una certa età, sappiamo riconoscere i sintomi di un’infatuazione, di un colpo di fulmine, di un innamoramento. Eccoci, in una sorta di nuvoletta rosa, per la mia ultima sbandata. Si tratta delle FLTY BRGR GRL, duo norvegese di stanza ad Oslo e composto da Beatrix e Sarah, due ragazze di cui non ci è dato per ora conoscere cognomi ed età. Sappiamo solo che non sarebbero qui senza i loro amici, tra cui il produttore Richard Noir. La loro storia e la loro musica rispecchia quasi un archetipo, il viaggio a L.A., gli hamburgers, il sole, la ricerca della partner ideale, le prime note, le registrazioni del primo disco. Com’è come non è fatto sta che il canovaccio funziona, dio mio se funziona. Innanzitutto lo sfondo, le nostre vivono e vestono il rosa in ogni dove, si appoggiano sulla tradizione delle girl-group ma trasfigurandola, grazie ad iniezioni di riverberi, colpi di luce, anni ’60, voci nascoste dai suoni e velleità shoegaze. Inizialmente non ci arrivavo, girandoci in tondo ma poi l’illuminazione…i Joy Zipper! Ve li ricordate? Duo pop di Long Island di cui persi le tracce subito dopo il primo disco ma con quel disco, omonimo e pubblicato dalla Eye Q Records, mi rapirono il cuore. Ecco, le ragazze degli hamburger zozzi partono da lì, traslando quella poetica in cameretta e riducendone la mole di suono mantenendone il fascino (ehi, si tratta pur sempre di fast-food, mica portate luculliane). Pezzi super pop, dai 2:30 ai 3:30, vinile con copertina rosa, ancheggiamenti e carinerie per un esordio che mette in fila due singoli usciti nel 2019 e 2020 ( Be My Boy e Slowdance rispettivamente ) ed otto brani inediti che scorrono come sciroppo di granatina fresca, per un ambiente che quando rallenta i ritmi ricorda i pomeriggi al gusto di trielina e le vergini suicide di Jeffrey Eugenides (e Sofia Coppola successivamente) mentre quando tira fuori unghie e giri (Sweet Boy e No More) si fa più unto ma comunque leggero, tra le (sempre sante) Breeders e le beneamate She Said What?! (gente di Genova, secondo me una serata con un doppio live ci starebbe come pesto sui maccheroni, poi fate voi). Per quanto mi riguarda sopresa fresca e graditissima, dategli un ascolto, non ve le toglierete facilmente dalle orecchie!

Tagged under: , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Nicola Mazzocca - Mellifera (Lepers, 2021)

Nicola Mazzocca esordisce a suo nome. Buffo da dire, per un musicista che da anni imperversa scaffali, studi e palchi…

21 Jan 2022 Reviews

Read more

JesterN/Paolo Pascolo - H Bar (Dobialabel, 2012)

Il fisico Alberto Novello (JesterN) concepisce questo disco dal titolo pari alla costante di Planck: il tema del paradosso è…

02 May 2013 Reviews

Read more

Downset - Universal (Hawino, 2004)

A me sono sempre stati simpatici, soprattutto fisicamente. Un po’ come Poison Idea del resto che, seppur musicalmente distanti dai…

16 Aug 2006 Reviews

Read more

Gerstein – Live Radio Blackout 1999 (Luce Sia, 2016)

È uno dei nomi storici della musica di ricerca nostrana quello di Gerstein, sigla dietro cui si nasconde il torinese…

22 May 2017 Reviews

Read more

Tatum Rush - Estate, elegante umidità

Prendete un parte di Tom Jones, una di R Kelly, una di Pino d’Angio, una di Chilly Gonzales, shakerate. Aggiungete…

26 Jun 2022 Articles

Read more

Gerda - Cosa Dico Quando Non Parlo (Shove/Wallace/Donna Bavosa/Concubine/Sons Of…

Avevamo lasciato i Gerda ad un buon esordio e li ritroviamo riveduti e più calibrati anche al giro di boa.…

27 Aug 2007 Reviews

Read more

Pietro Riparbelli - Three Days Of Silence (Gruenrekorder, 2012)

I lavori di Pietro Riparbelli/K11 mi hanno sempre colpito anche per le forti capacità evocative degli ambienti in cui vengono…

21 Jun 2012 Reviews

Read more

Eagle Twin - The Thundering Heard (Songs Of Hoof And…

È un vero peccato (mi verrebbe da dire un crimine) che gli Eagle Twin, che della linea evolutiva che parte…

03 Apr 2018 Reviews

Read more

Fossil Aerosol Mining Project - August 53rd (The Helen Scarsdale…

Fossil Aerosol Mining Project uscì con due cassette a fine anni ottanta, per poi ricominciare nel 2004 pubblicando parecchi dischi fino a questo…

13 Apr 2018 Reviews

Read more

Thee Oh Sees - Carrion Crawler/The Dream EP (In The…

Per me questi Thee Oh Sees non sbagliano un colpo. E dopo averli visti nel maggio di quest’anno esibirsi in…

20 Dec 2011 Reviews

Read more

Walter Schreifels - an open letter to the scene (Arctic…

Spero che il nome non vi sia nuovo, perchè per gente che ha bazzicato nel circuito hardcore o che ha…

06 Jul 2010 Reviews

Read more

The Dirty Projectors - Rise Above (Dead Oceans, 2007)

Six Pack, Gimmie Gimmie Gimmie, Rise Above, Thirsty And Miserable, Police Story e così via, eh si, i titoli che…

18 Jan 2008 Reviews

Read more

Chrome Division - Doomsday Rock 'n Roll (Nuclear Blast, 2006)

Ho deciso di dare una svolta alle recensioni di brutti dischi per non prendermi una patente pirandelliana.Con orgoglio posso dire che questo…

20 Jul 2006 Reviews

Read more

Van Cleef Continental – Red Sister (Casa Molloy, 2009)

I Van Cleef Continental si inseriscono in quel solco di rock classico tracciato dai vari Gun Club, Thin White Rope,…

14 May 2010 Reviews

Read more

Lilium - Black Dear (Taxi Driver, 2013)

Prosegue con perseveranza il lavoro della Taxi Driver per portare alla giusta ribalta le identità genovesi dedite a sonorità estreme…

07 Jun 2013 Reviews

Read more

Owls – The Night Stays (Rare Noise, 2011)

In genere il catalogo Rare Noise non incontra i miei gusti, anche in quei casi dove non posso che riconoscere…

14 Mar 2011 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top