since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Hibagon – Polyposmic (Taxi Driver, 2019)

Matematica impossibile, cosmica e con derive metalliche neanche troppo mascherate. Album totalmente strumentale per questo duo bergamasco interamente dedito ai tempi dispari e al sanguinolento levare della batteria. E quindi devozione totale alla tecnica, all’elaborazione dei pezzi derivata dall’ improvvisazione e dalle continue prove. Anima jazz gelida come ghiaccio secco e un mood alla Dllinger…

Read more

Mata – Archipel{o}gos (OFN, 2019)

Torrida industrial, ma di gran classe e tiro. Pezzi costantemente sotto tensione, ma al contempo ballabilissimi. Incursioni ebm interrotte da contatori geiger impazziti che ben si amalgamano nell’ atmosfera post atomica e tribale. Archipel{o}gos è un disco antico, ma moderno o meglio, è una rilettura moderna e tirata dei migliori Clock Dva e Front 242.…

Read more

VipCancro – Su Se Stesso (Lisca, 2019)

Partire dalla trasparenza e dalla volatilità dell’espressione, questa la primaria evocazione del nuovo Su Se Stesso dei VipCancro: copertina ultra minimalista argentea e riflettente e cd senza nessun indizio grafico che possa lasciar intendere il verso con cui inserirlo nel lettore – tanto che bisogna stare attenti se si vuole ascoltare qualcosa. Artwork che rispecchia…

Read more
Back to top