since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Twelve Thousand Days – Field’s End (Final Muzik, 2020)

Il sodalizio fra i Twelve Thousand Days di Martyn Bates (Eyeless In Gaza) e Alan Trench (Temple Music) e la friulana Final Muzik si conferma fruttifero e, a due anni da Insect SIlence, ci regala un nuovo lavoro, al solito complesso e ricco di spunti. Scrivendo del disco precedente, avevamo già avuto modo di notare…

Read more

MSMiroslaw – THE AAAge Of Warm Asylum (Trasponsonic, 2020)

La porta di un’antichissima domus de janas abbraccia il nostro pianeta sulla copertina del nuovo lavoro di MSMiroslaw: forse è questo il rifugio caldo a cui allude il titolo, per quanto, probabilmente, il momento in cui possa prendere forma non è ancora quello che stiamo vivendo. Il simbolismo evocato è tuttavia forte e, nonostante il…

Read more

Daniele Ciullini – Poisoning At Home (Luce Sia, 2020)

Nella migliore tradizione della urticante label svizzera ci avviciniamo al nuovo lavoro di Daniele Ciullini e immediatamente veniamo proiettati in una stazione orbitante disorientati per mancanza di luce e gravità. Musica fluttuante quindi: un’ eterna sospensione all’interno di campi elettrici e onde corte. Sebbene  prossimo alle settanta primavere e con un curriculum di tutto rispetto,…

Read more

Secret Shame – Dark Synthetics (Taxi Driver, 2020)

Ottimo goth revival per questi giovani statunitensi della North Carolina. Sembra di aprire le polverose pagine di un Rockerilla del millenovecentottantaquattro e lasciarsi stordire dal basso pompato di Siouxsie and the Banshees o dall’orrore glam di Alien Sex Fiend. Seppur formalmente e produttivamente ineccepibili ciò che manca ai Secret Shame è purtroppo l’attenzione per l’hit…

Read more
Back to top