Airportman – David (Lizard, 2014)

Atmosfere di cupo minimalismo accompagnano David, concept degli Airportman legato al tema della morte, in particolare alla storia di un suidicio. Questo progetto di lungo corso si abbandona per questa nuova uscita a linee spettrali di pianoforte e chitarra slegate tra loro, suonate in tempi diversi e in totale solitudine dai membri della band di Cuneo. Quello a cui assistiamo sembra l’ultima esalazione, l’ultimo sussurro strumentale di un corpo ancora caldo prima del rigor mortis.
Questa premessa è doverosa, anche per contestualizzare un album che già alla seconda traccia non sembra avere grandi possibilità di poter entrare nei nostri ascolti ripetuti. Anzi, a dirla tutta un suono opprimente e monocorde sfinisce prima di arrivare alla fine. Un album in cui non c’è traccia di una  linea melodica ma in cui la melodia sembra comunque fare capolino senza manifestarsi mai, da premiare in questo senso un sapiente mix che dà una buona fluidità ai suoni al lavoro. Anche l’artwork e i testi del packaging aiutano a dare una ulteriore chiave di  lettura a questa operazione: singole individualità che si fondono in un magma testuale e sonoro. Evitate assolutamente di inserire nel lettore David prima di dedicare qualche istante di attenzione allo spirito e all’intento che muove tutto il lavoro. Anche solo in segno di rispetto. Detto questo non posso negare che, se mi ha colpito – oltre l’argomento trattato – il “come” è stato concepito questo album, non trovo nella musica (ed è la ciccia di tutto) una vena di ricerca e sperimentazione altrettanto in grado di reggere il passo per tutti i suoi 40 lunghissimi minuti.

Tagged under:

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

MSMiroslaw - THE AAAge Of Warm Asylum (Trasponsonic, 2020)

La porta di un’antichissima domus de janas abbraccia il nostro pianeta sulla copertina del nuovo lavoro di MSMiroslaw: forse è…

04 Dec 2020 Reviews

Read more

Santabinder - Oops!...I Did it Again (Leper Without a Cause,…

"Una decina di anni fa o giù di lì, con la mia vecchia etichetta, Lepers Productions, ebbi il piacere di…

14 Dec 2021 Reviews

Read more

Viridanse - Gallipoli 1915 E Le Altre Storie (Silentes, 2012)

Non suona affatto bizzarro il recupero della discografia completa dei Viridanse, in un'epoca in cui il suono new wave è…

10 Jan 2013 Reviews

Read more

Father Murphy - Pain Is On Our Side Now (Aagoo/Boring…

Non saprei dire quale momento o quale situazione della giornata sia più adatto per ascoltarsi un lavoro dei Father Murphy:…

29 Jan 2014 Reviews

Read more

Johnson Righeira - Ex Punk, Ora Venduto (Astroman, 2006)

Sì, questa recensione avrebbe dovuto farla Giulio Olivieri, perlomeno come seguito al suo splendido articolo sugli oscuri ottanta, ma io…

27 Sep 2006 Reviews

Read more

Bogong In Action - And That If Piggod! (HysM/Lemmings, 2011)

Questo EP di otto minuti, seconda prova dei Bogong In Action dopo un limitatissimo split tape, inizia con una chitarra…

10 Jan 2012 Reviews

Read more

Mr. Milk – S/T (Casa Molloy, 2011)

Se qualcuno come me anni fa si era ritrovato il cuore stracciato dall'album di quello svedese di Josè Gonzales (come…

13 Mar 2011 Reviews

Read more

Lo Dev Alm - It Is Later Than You Think…

Era da un po' che non sentivo parlare di Pagliero e  poi in poco tempo mi capitato di vederlo impegnato…

26 Jun 2007 Reviews

Read more

Kailash - S/T (Trazeroeuno, 2006)

Scintillante e stiloso Death iper-tecnico per i Kailash, giovani virgulti nostrani. La scuola del mai abbastanza compianto Chuck Schuldiner ha giustamente generato…

28 Apr 2007 Reviews

Read more

Rella The Woodcutter – The Golden Undertow (Boring Machines, 2012)

A chiudere la trilogia di Rella The Woodcutter per la meritoria Boring Machines, arriva un LP in tiratura di 300…

08 May 2012 Reviews

Read more

Midas Fall - Fluorescent Lights (Monotreme, 2013)

Sono solo in tre i Midas Fall, alt-post-progressive band inglese, ma rendono come un'orchestra in questo breve ep che precede…

10 Apr 2014 Reviews

Read more

Club Voltaire - The Escape Theory (LaFleur, 2014)

Cinque anni fa quattro comaschi hanno fatto incontrare la loro passione per il sound della Swinging London e l'indie pop…

05 May 2014 Reviews

Read more

Body Bag Redemption – The Exclusive Fun Of Fishing In…

Cosa si potrà dire di un EP di circa 9 minuti? Nulla, se non che è il seguito di altre…

17 Oct 2021 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 18 (19/02/15)

Per la puntata numero diciotto della terza stagione di The Sodapop Fizz Emiliano e Stefano recuperano una lista di dischi…

23 Feb 2015 Podcasts

Read more

Chaos Physique – The Science Of Chaotic Solutions (Jestrai, 2009)

Il nuovo progetto di Amaury Cambuzat, a suo tempo negli Ulan Bator, condiviso con Diego Vinciarelli e Pier Mecca, si…

21 Oct 2009 Reviews

Read more

Il Buio - S/T EP (Hate Recording Studio, 2010)

Cinque ragazzi dalla provincia di Vicenza pubblicano cinque canzoni per il loro esordio a nome Il Buio: il nome del…

25 Sep 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top