AA. VV. – Italian Resonances -Dronegazers? (Oak, 2014)

Fare il punto sulla stato dell’elettronica italiana maggiormente orientata alla ricerca non è facile, soprattutto per via delle molte uscite e della qualità davvero alta. Italian Resonances -Dronegazers?, compilation curata da Fabrizio Garau della webzine The New Noise, ha il merito di non provarci neppure: quello che fa è pescare alcuni artisti significativi, partendo dai quali, chi si accosta per la prima volta a questi suoni, potrà ricostruire legami, collaborazioni, progetti comuni e farsi un’idea chiara di questo ambito.
Anche l’ascoltatore già edotto avrà comunque di che rallegrarsi: innanzitutto per il brano finale, nato dalla collaborazione di tutti i musicisti coinvolti, ai confini fra ambient ed elettroacustica; poi per il livello generale delle tracce, davvero buono; infine, sebbene una compilation non sia in genere il mezzo più adatto per valutare l’evoluzione di un artista, tanto più in un genere che lavora su tempi lunghi, per la presenza di qualche traccia davvero sorprendente. Su tutte, citerei  Far, Light, di Alberto Boccardi, che avevo sempre ritenuto l’anima più pop (in senso lato) di questo giro e qui se ne esce con un brano nervoso e tagliente, praticamente post-industrial; sorpresa assoluta è invece Easychord  -finora a me del tutto sconosciuto- che con la livida Fear Of Tunnels tiene in equilibrio mirabile ambient sporca e melodia. In apertura, My Home, Sinking, alias Enrico Coniglio, ci aveva fatto sentire come suonerebbe Fennesz se in gioventù fosse stato un metallaro, con una composizione dal suono terribile e romantico che risveglia il sentimento del sublime, mentre proseguendo  troviamo le sostanziali conferme in ambito ambient e dintorni di Attilio Novellino (col rumore montante di Litost) e Deison (la sua No One Will Listen, But You ci porta ai confini dell’industrial e della musica concreta) e la poesia sonora costruita sui field recordings di Giulio Aldinucci e Francesco Giannico, fondatore di quell’AIPS che è indubbiamente la più interessante realtà italiana e a cui, non a caso, molti dei musicisti qui coinvolti sono affiliati. Che siate dei neofiti interessati o dei completisti, questa raccolta può fare al caso vostro.

Tagged under: , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Kotha – Black Animal Hex (Hate Mail, 2017)

Cresce in fretta Kotha, la mostruosa creatura di Daniele Santagiuliana, e - dopo aver pagato tributo ai maestri nel primo…

02 Feb 2018 Reviews

Read more

The Great Saunites – Green (Hypershape/Toten Schwan, 2016)

Il duo The Great Saunites è simile a un elettrone che orbita intorno al nucleo che rappresenta la loro idea…

09 Jan 2017 Reviews

Read more

23RedAnts & Pablo Orza – Red Night (Setola Di Maiale,…

Il violoncello gode ultimamente, in campo avant, di grande considerazione, dalle composizioni neoclassiche di Julia Kent a quelle più cinematiche…

04 Apr 2016 Reviews

Read more

Nicola Guazzaloca/Tim Trevor Driscoe/Slizard Mezei – Underflow (Leo, 2011)

Dopo lo splendido debutto di One Hot Afternoon ritorna la coppia Nicola Guazzaloca - Tim Trevor Briscoe che per l'occasione…

17 Oct 2011 Reviews

Read more

Om + Lichens – 30/01/10 Interzona (Verona)

E venne il giorno degli Om. La notte anzi, umida e fredda, ma almeno non nevosa, cosa rara di questi…

02 Feb 2010 Live

Read more

La Route Du Rock - 14-16/08/08 (Saint Malo - FR)

Il programma del Villaggio Vacanze medio, secondo una ricerca francese, prevede un cartellone di eventi di qualità, un accesso pressocchè…

10 Sep 2008 Live

Read more

Fear - The Record (The End, 2012)

Se date da ripetere a memoria a un pappagallo i versi di Dante, siete sicuri che qualcosa di buono ne…

28 Feb 2013 Reviews

Read more

Gioventù Bruciata - S/T (Brigadisco, 2014)

I Gioventù Bruciata di Formia sono un calcio in culo ("col fischio o senza?") che torna a percuoterci le nostre…

02 Jul 2014 Reviews

Read more

Maurizio Bianchi/Cria Cuervos - Azazel (Silentes, 2009)

Dopo la notizia dell'abbandono definitivo di Maurizio Bianchi alla "musica" (si fa per dire) in occasione del trentennale dai suoi…

23 Dec 2009 Reviews

Read more

Debeli Precjednik - Through The Eyes Of The Innocent (Moonlee,…

Torna l'iperproduttiva Monnlee con questo emotivo manipolo che sembra cresciuto sulle rampe di Fullerton anziché su quelle della Croazia,…

07 Jan 2008 Reviews

Read more

Mulo Muto & Black/Lava – Worlds Corroding Under Xenomorphs’ Ejaculations…

Dal confine italo-svizzero - ideale punto d’incontro fra le due entità che collaborano in questo progetto – allo spazio profondo…

31 Mar 2022 Reviews

Read more

The Days Are Blood – S/T (Autoprodotto, 2013)

Ci sono duo strumentali e duo strumentali. Fatto salvi quelli dediti all'improvvisazione radicale che in linea di massima, lo sapete,…

10 Apr 2013 Reviews

Read more

The Drift - Money Drawings (Temporary Residence, 2008)

Parlando di questi The Drift possiamo aprire su tutta una serie di considerazioni più o meno interessanti a seconda di…

12 Feb 2008 Reviews

Read more

Fog In The Shell - Private South (Paradigms, 2007)

Gruppo strano i Fog In The Shell, e strano sotto diversi punti di vista: il loro disco di esordio pur…

13 Mar 2009 Reviews

Read more

Six Minute War Madness – Full Fathom Six (Wallace/Santeria, 2010)

Solitamente non ci occupiamo di ristampe, ma se vale la pena fare un'eccezione, è per un disco come questo. Grazie…

26 Jan 2010 Reviews

Read more

Hermann Kopp + Lorenzo Abattoir – Psicopompo (4iB, 2015)

Hermann Kopp e Lorenzo Abattoir non si sono mai incontrati, magari non lo faranno neppure mai. Si incontra però la…

20 Jul 2015 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top