Mattia Coletti – Pantagruele (Wallace/Towntone, 2009)

Era da un po' che non sentivamo parlare di Mattia Coletti, o forse ero solo io che non ne sapevo più nulla essendo alieno a riviste, forum musicali "seri" e circuito indie e canali di "voi giovani e non più giovani d'oggi". Immagino che Coletti invece abbia continuato a lavorare alacremente alla costruzione del suo cammino e come succede in molti casi è passato dai furori free-noise dagli albori a cose sempre più "acustiche", daltronde che molti dei suoni di Coletti andassero ammorbidendosi un po' lo si presagiva già con Polvere, ma i dischi che produce con il suo nome di battesimo lo mettevano ancora più in chiaro.
Melodici sì, ma non avrei detto così tanto, infatti Pantagruele è così folk che lo consiglierei ai mai sopiti fan della Perishable, etichetta nella quale il suono di questo lavoro sarebbe perfettamente a suo agio. Root-folk americano quindi? Più o meno sì, un amico suggeriva Orso e per quanto manchi tutto quel Banjo non mi pare un parallelo fuori luogo, ma anche altre cose del giro di Tim Rutili and friends e con dei risultati davvero belli. Parlavamo di grandi risultati dato che Coletti, oltre a dimostrare nuovamente di essere capace a scrivere canzoni (anzi direi che si tratti della dimensione che preferisco, dato che pur apprezzando i Sedia non mi parevano sempre a fuoco), arrangia e si fa arrangiare in modo brillante, proprio per questo bastano due interventi di batteria di Michele Grassi, alcune folate di Paolo Cantù ed uno splendido piano di Alberto Morelli per far staccare brillantemente in avanti questo disco rispetto a Zeno. Il parallelo fra primo e secondo lavoro è persino azzardato dato che Pantagruele è così accessibile che lo potrebbe ascoltare chiunque, se poi aggiungete che non dura troppo, ma il giusto e che ha assemblato un'ottima alternanza di pezzi super soft e tracce leggermente più andanti, capirete perché l'alta fruibilità sia la chiave d'accesso di questo disco. Solitamente non sono un fan dell'indie folk con taglio americano, più che altro è un mercato/scena/circuito ultra saturo di gente magari brava ma non eccezionale, anche Coletti è perfettamente inserito nel contesto, ma ha qualcosa di più di molti, molti altri.

Tagged under: , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Dyskinesia - L'Ultimo Giorno (Centre Of Warm/Frohike/Creative Fields, 2008)

In tutta onestà sulle prime avevo un po' snobbato i Dyskinesia, credendo si trattasse del solito combo hardcore che si…

19 Jun 2010 Reviews

Read more

Sons of Viljems: Grigio di Londra

Quella dei Sons of Viljems è una storia nata per caso, in una città che offre molteplici possibilità di collaborazione e,…

24 Jun 2021 Interviews

Read more

Bachi Da Pietra - Non Io (Wallace, 2007)

Se Bruno Dorella fosse nato a Chicago, ora sarebbe sulla copertina di The Wire, abbracciato a Nick Horby, in posa…

03 Jun 2007 Reviews

Read more

Elastic Society - Be Strong (Minus Habens, 2012)

Altro enfant terrible, Alberto Dati quanto il suo boss  Ivan Iusco torna sulla lunga distanza sotto l'incarnazione Elastic Society a…

08 Nov 2012 Reviews

Read more

Pink Mountaintops – 19/09/2104 Interzona (Verona)

Dopo una prima metà dell’anno in sordina, senza nomi di grande richiamo, l’Interzona riapre la stagione con piglio affatto diverso.…

24 Sep 2014 Live

Read more

Qui With Trevor Dunn – S/T (Macinadischi, 2018)

Bel colpo quello della Macina Dischi che fa uscire in CD l’album dei Qui in compagnia di Trevor Dunn (Mr.…

14 Aug 2018 Reviews

Read more

The Lodger + Je Suis Animal + Esiotrot + Mexican…

Colgo l'occasione di una recente visita nella capitale dell'impero, quello del bene, e cerco di orientarmi rispetto alle nuove coordinate…

07 Mar 2009 Live

Read more

You Are Here - As When The Fall Leaves Trees…

Ispirato dai suoni di band a mente unica quali M83 e Apparat, il trio romano You Are Here cerca…

27 Mar 2012 Reviews

Read more

Camusi - S/T (Setola Di Maiale, 2007)

Credo che molti di voi conoscano Stefano Giust e Madame P e se così non fosse li inquadreremo dicendo che…

30 Sep 2007 Reviews

Read more

Sodapop Fizz – Anno 3 Puntata 6 (13/11/14)

Sesta puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano e Stefano in diretta con l'ospite speciale Pietro Riparbelli che…

17 Nov 2014 Podcasts

Read more

Bobby Soul E Il Maschio #1

Ammetto di essermici avvicinato quasi per caso. Nel modo più tipico poi: dal momento che qualcuno lo criticava, oltrettutto per…

18 Nov 2007 Interviews

Read more

Larkin Grimm con Rosolina Mar - 25/07/08 Arci Kroen (Villafranca…

Chi si aspettava la "solita" esibizione dei Rosolina Mar sarà rimasto deluso: stasera niente cavalcate hard blues, niente rock strumentale,…

10 Aug 2008 Live

Read more

Built To Spill - 26/10/08 Interzona (Verona)

Nemmeno i Built To Spill sembrano sfuggire al triste rito del tour autocelebrativo, in cui gruppi più o meno…

02 Nov 2008 Live

Read more

This time I won’t be late: un anno senza Mingle

È passato un anno dalla scomparsa di Andrea Gastaldello, alias Mingle, ed è stato un anno strano senza un disco…

11 Aug 2022 Articles

Read more

Electric President - S/T (Morr Music, 2006)

Piccoli mostricciattoli crescono. Dopo le Ian Fays ti rendi conto che ci sono dischi che, passato un entusiasmo iniziale, si…

09 Oct 2006 Reviews

Read more

Luigi Milani - Rockstar (Lulu, 2006)

Prendiamo la storia di una veejay disgustata dal suo lavoro su Mtv, il cantante di un gruppo grunge morto tragicamente…

16 Jun 2007 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top