Books On Tape - Sings The Blues (Metamkine, 2004)

Per togliere gli indugi, qui di blues non c' nemmeno l'ombra. Books On Tape il nome dietro cui si nasconde il losangelino Todd Matthew Drootin che dice a chiare lettere, e ci dimostra con la sua musica, che per la propria elettronica sono confluite le anime di un indie rock tra Pixies, Sonic Youth, Pavement, The Fall e la verve strumentale elettro di Kid606 e del vate Aphex Twin, senza dimenticare Neptunes e Timbaland.
L'estro c', e si sente che le disparate influenze si incontrano in pezzi divertenti, senza strategie ma appunto seguendo gusti personali. Come un artista free jazz dietro le sue macchine combina i campioni con il vezzo di un ragazzino. Tutto sbilenco e votato al groove. Emerge l'inventiva e la sua spontenaeit soprattutto nelle schegge pi rockeggianti, o quelle che si trasformano in mantra ipnotici, nonostante i beat reiterati. Ogni traccia diversa dall'altra, si pu passare da un quasi punk a pezzi alla Amon Tobin, seguendo appunto l'impulso estemporaneo. Suoni gi sentiti, alcuni brani che diventano un po' noiosetti, ma talmente imbastardito che diventa simpatico, ruspante e giocoso.

aggiungi il tuo parere