VV.AA. – Trasponsonic Dolmen (Trasponsonic, 2019)

Questa è una recensione impossibile e facilissima al contempo. Impossibile perché rendere conto in un numero umano di battute di ciò che Dolmen contiene, anche solo numericamente, è impensabile: tutti i cinquanta lavori pubblicati dalla Trasponsonic (compreso il film sperimentale La Rivolta Di Iside) riuniti in una chiavetta USB. Facilissima perché nello slogan/sottotitolo che accompagna l’uscita –  20 anni di sovraumana r(e)esistenza cultu(r)ale – c’è tutto quello che l’etichetta è e, ci auguriamo, continuerà ad essere e che ritroviamo nella sua musica: la dimensione temporale, la consapevolezza che il resistere sia qualcosa di propositivo e non semplice azione difensiva, l’idea che la cultura non è mera sovrastruttura ma essenza, che l’aspetto sacrale è inseparabile da essa e, in ultima analisi, da ogni credibile opposizione allo stato delle cose. Tutti questi concetti li trovate,  a volte singolarmente altre nel loro complesso, analizzati, approfonditi e  sviluppati nei progetti a cui, in questi vent’anni, Trasponsonic ha dato voce. Qualcosa forse già conoscete, o potrete conoscere, attraverso recensioni che abbiamo pubblicato nel corso degli anni (Hermetic Brotherhood Of Lux-Or, MSMiroslaw, Etnopsychic Trip Project), per tutto il resto c’è Dolmen. L’insieme è piuttosto eclettico, andando dal punk-noise degli Afrodisiaci Fatti In Casa all’impro radicale  di Ersilio Campotorto e Andrea Porcu, deviando di continuo verso lidi free jazz (Samantha Soames), dance scontrosa (Ravenoushka), wave (1997EV), ma quello che esce alla fine è un quadro piuttosto coerente, sebbene decisamente pollockiano. E poi c’è lo zoccolo duro, chiamiamolo così, dei progetti dove convergono consapevolezza delle radici, visione critica del presente e attenzione per la sacralità dei luoghi: oltre ai già citati Hermetic Brotherhood Of Lux-Or e MSMiroslaw ne fanno parte Maquom, Hamelok e India Von Alikien, col suo misticismo industrial-folk la più bella scoperta dell’intera raccolta. Diceva Gustav Mahler che “la tradizione è custodire il fuoco, non adorare le ceneri”: Trasponsonic questo lo pratica quotidianamente.

Tagged under: , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Gravetemplars + Marco Fusinato - 26/10/10 Toff In Town (Melbourne)

L'ultimo concerto australiano è di nuovo al Toff In Town, dove questa volta andiamo per vedere Gravetemplars, nella formazione con…

24 Sep 2010 Live

Read more

Crap - S/T (Megablomb, 2006)

Registrato ormai dieci anni fa, nel 1998, e rimasto nel cassetto fino al 2006, anno in cui è stato pubblicato…

21 Apr 2008 Reviews

Read more

Arab On Radar – Sunshine For Shady People DVD (Three…

E’ con notevole ritardo, giusto quel paio di annetti, non me ne voglia il buon Grigis sempre fiducioso nei confronti…

03 Jun 2010 Reviews

Read more

Murmur Mori – 13/08/2017 Centro Visita Val Grande (Buttogno -…

Se qualcosa manca all’ambito della ricerca folklorica italiana – non inferiore per quantità e qualità di studi rispetto alle altre…

04 Sep 2017 Live

Read more

Langhorne Slim - 25/06/09 Arci Kroen (Villafranca - VR)

Il maltempo, che ha caratterizzato l'inizio dell'estate, segna profondamente anche questa serata: prima un forte acquazzone respinge il tentativo di…

02 Jul 2009 Live

Read more

3eem – Third Segment (Chew-Z, 2009)

I 3eem...fanno tre. Ad oltre due anni da Matilda tornano con un album che apre scenari inediti e quanto mai…

22 Feb 2010 Reviews

Read more

Simon Balestrazzi - Asymmetrical Warefare (Azoth, 2015)

Ultimamente più in forma che mai, Simon Balestrazzi decide anche di creare una propria etichetta per diffondere i suoi lavori…

10 Feb 2016 Reviews

Read more

Adamennon/Altaj – Turiya (Boring Machines, 2015)

Grande è la confusione sotto il cielo oggi che, per avere il patentino di magus della psichedelia occulta – almeno…

11 Sep 2015 Reviews

Read more

Neunau – S/T (Parachute, 2016)

Il 12” d’esordio di Neunau è il punto d’arrivo d’un lungo percorso di studio (ma si potrebbe dire di vita)…

02 Sep 2016 Reviews

Read more

Mai Mai Mai – 16/03/2014 Thimonnier (Verona)

Per ospitare la tappa veronese del piccolo tour l’associazione Morse si appoggia al Circolo Thimonnier, un ex tipografia riadattata a…

31 Mar 2014 Live

Read more

Naked On The Vague - Sad Sun (Sabbatical, 2007)

Non è ancora stato tutto ispezionato il bottino che il nostro webmaster ha riportato dalla vacanza australiana di fine 2008…

30 Jun 2009 Reviews

Read more

Vonneumann: 20 anni di ricerca nell'estetica dell'errore

Avere vent'anni... Una delle realtà più interessanti dell'underground nostrano raggiunge il fatidico traguardo che ci permette di guardare in retrospettiva la…

17 Apr 2020 Interviews

Read more

Black Bananas + Vin Blanc/White Wine – 15/11/2014 Interzona (Verona)

In una sera dove, un po’ il maltempo, un po’ i tanti appuntamenti programmati in città (oh, i Subsonica al…

21 Nov 2014 Live

Read more

Wallace Fest – 26/01/13 CSA Baraonda (Segrate – MI)

Era un po' che non capitava un evento di questo tipo e cominciavamo a temere che la tradizione della Wallace…

15 Feb 2013 Live

Read more

Bastion - S/T (Interregnum, 2009)

Non ce li saremmo mai aspettati così scuri, l'emiliano Yukka Reverberi e il tarantino Valerio Cosi; ma la particolarità dell'incontro,…

10 Jul 2009 Reviews

Read more

OvO - Cor Cordium (SuperNaturalCat, 2011)

Non so davvero se o cosa possa definirsi queer metal (in riferimento alle recenti interviste cartacee rilasciate dal gruppo):…

18 Apr 2011 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top