Vs. Rome – The End Is Important In All Things (Arctic Rodeo, 2011)

Chissà che età hanno i Vs. Rome…farà ridere, ma è la prima cosa che mi sono chiesta mentre ascoltavo il loro primo lavoro. Lo dico perchè pensavo agli ascolti coi quali sono prima 'diventati grandi' e poi diventati musicisti questi Deutschen e mi sono immaginata che, oltre al fatto che suonano insieme da soli tre anni, i loro riferimenti musicali siano postdatati rispetto ai miei. Gli album, almeno in qualche modo, sono echi della musica che ha cresciuto chi li compone per cui… chissà se ho indovinato.
Comunque qui abbiamo a che fare con dieci tracce dichiaratamente indie, registrate col produttore dei Blackmail, band che avevo molto apprezzato anni fa da brava fan della storica emittente alt-musicale Viva Zwei. E proprio come Viva Zwei, anche i Vs. Rome sono di Cologna. Senza divagare troppo, dirò che si lascia ascoltare questo disco che non ha pretese particolari, che lascia affiorare, neanche troppo timidamente, riferimenti al college sound Stars&Stripes – Oxygen – e, nonostante venga affermato il contrario, a mio parere non disdegna rimandi ad alcune di quelle formazioni UK – Serafin o Kaiser Chief – che NME ama sostenere. Così, se per pezzi come Places – che per me è figlia illegittima di Where Is My Mind by Mr. Francis Black – oserei un accostamento al post grunge, Dead Hands è quasi stoner e You Can See Me Fall è qualcosa che piacerebbe decisamente a Maynard James Keenan. Trovo sintomatico che i Vs. Rome dicano di loro di non riconoscersi in un genere, quanto nelle influenze che ognuno di loro ha. Questo li rende, se non altro, genuini e, anche se non certo innovativi, almeno degni di nota.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Dufus – 4/12/09 Morya (Cellatica - BS)

La primavera scorsa mi ero perso la loro esibizione bresciana, guadagnandomi il biasimo di tutti i presenti di mia conoscenza e…

08 Dec 2009 Live

Read more

Pulseprogramming - Charade Is Gold (Audraglint, 2011)

Ci eravamo lasciati otto anni fa con i Pulseprogramming: e chi si sarebbe immaginato fossero mai tornati. Sodapop nel suo…

29 Sep 2011 Reviews

Read more

Sebi Tramontana - Unfolding To be You (LP/CD We Insist!…

Il trombone è uno strumento dannatamente materico. Sbuffi, grugniti, strilli, roba selvatica e di pancia, di sudore e di forza.…

06 Jun 2022 Reviews

Read more

Bobby Soul E Il Maschio #1

Ammetto di essermici avvicinato quasi per caso. Nel modo più tipico poi: dal momento che qualcuno lo criticava, oltrettutto per…

18 Nov 2007 Interviews

Read more

Pikelet - Pre-Flight Jitter (Sabbatical, 2007)

Avevo sentito questo disco dei Pikelet con un po’ di fretta e non mi ero neanche accorto di come fosse…

15 Apr 2009 Reviews

Read more

Forever Idle Forever Idol - Volume Two (Kosmik Elk Mind,…

Altra cassetta Kosmik Elk Mind, altro bel reperto ed anche in questo caso si tratta di un lavoro semplice, ruvido…

14 Jan 2009 Reviews

Read more

Nedry - In A Dim Light (Monotreme, 2012)

Si dice che nel Regno Unito si stia evolvendo una nuova scena musicale tutta dedita a sonorità che, fino a…

12 Apr 2012 Reviews

Read more

Kotha – XI (This Winter Will Last Forever, 2017)

Make Sodapop metal again, part. 2. Dopo Boslide è l’ora di Kotha, progetto esordiente che esce per un’etichetta che è…

12 Jun 2017 Reviews

Read more

Atomic Paracelze – Atomic Love (Invaders, 2011)

Invecchiando si dovrebbe diventare più o meno intolleranti? No, perché io lo sto diventando meno e non so se sia…

27 Oct 2011 Reviews

Read more

MSMiroslaw – Rebirth Invocations, Ritual Chants For The Vulture Goddess…

Sardegna pagana. Sembra essere questo il filo conduttore delle tante uscite provenienti da una regione che, dal punto di vista…

09 Jul 2013 Reviews

Read more

Nicola Mazzocca - Mellifera (Lepers, 2021)

Nicola Mazzocca esordisce a suo nome. Buffo da dire, per un musicista che da anni imperversa scaffali, studi e palchi…

21 Jan 2022 Reviews

Read more

Heroin In Tahiti - Sun and Violence (Boring Machines, 2015)

Se con Death Surf c'era chiaro riferimento allo spaghetti western, qui, per mole e durata, già si parla di kolossal,…

30 Mar 2015 Reviews

Read more

Marcus Fischer & Simon Scott - Shape Memory (12K, 2018)

Compagni di etichetta, l'americano Marcus Fischer e l'inglese Simon Scott si sono incontrati a Portland per registrare questo disco avendo…

17 Jun 2018 Reviews

Read more

Inkarakua - S/T (Uk Division, 2007)

 Gli Inkarakua sono un quintetto sardo dedito ad un metal talmente ignorante e vuoto da far sembrare i Soulfly pari…

26 Jun 2010 Reviews

Read more

Magliocchi/Angeloni/Castanon - Trullo Improvisations (Muzakrec, 2009)

Da quel che sento dopo tre dischi che vedono impegnato in prima persona Marcello Magliocchi, un retrogusto da improvvisazione "d'atmosfera"…

09 Sep 2010 Reviews

Read more

K11 - Another Temple To The Great Beast 666 (Utech,…

Pietro Riparbelli riprende la sigla K11 e torna sul luogo del delitto, quell'Abbazia di Thelema a Cefalù che già era…

04 Nov 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top