The Tall Ships – Paint Lines On Your Glasses Look Up At The Stars… (Minority, 2006)

Nulla da dire, se non che questo disco è ben suonato e ben prodotto, il gruppo di San Diego è esplicitamente indie a partire dalla copertina e tutto è raffinato e patinato con gusto. Questo disco dal titolo interminabile offre alle vostre orecchie un gruppo capace, tecnicamente preparato e ben patinato, cose che tutto sommato vanno apprezzate ma stiamo parlando di gente che ha suonato in gruppi come Glendale, Cole, Channels e soprattutto Kerosene 454 quindi è da mettere in conto. Il problema con un disco del genere è che forse i riferimenti sono un po’ troppo evidenti, intendo dire che nel bene e nel male i The Tall Ships quando fanno pezzi in cui assomigliano ai Pinback (che forse è il riferimento più ricorrente) non assomigliano ai Pinback… sono i Pinback!!! Forse per alcuni questo è un pregio ma per me non lo è, a meno che non si tratti di un gruppo clone dei Gerogerigegege, con tanto di cantante over cinquanta che si masturba sul palco (e credo che anche voi siate d’accordo su quest’ultimo punto). Fra le tracce di questo piacevolissimo disco (perché questo va detto i The Tall Ships sono veramente bravi) ci troverete altri eroi di un recente passato post-rock-indie troppo presto dimenticati come Paul Newman, A Minor Forest, Rodan e ovviamente Three Mile Pilots che di Black Heart Procession e Pinback furono la culla. Nulla da dire sulle capacità e sulla qualità del gruppo, in fin dei conti i Blonde Redhead con un buon disco clone dei Sonic Youth si sono aperti una strada lungo la quale hanno gradualmente abbandonato il cordone ombelicale (forse meglio quando ce l’avevano ancora direte voi, ma altro discorso). Eppure a pensarci bene mi verrebbe da dire recriminare "quante capacità sprecate", anche perché a naso potrei azzardare che un gruppo così bravo a scrivere delle canzoni "belle" potrebbe fare molto di più slegandosi dall’ombra paterna.

Tagged under: , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Deflore - 2 Degrees Of Separation (Subsound, 2010)

Interessante calcio all'indietro verso le cupe, ma turgide sonorità power dark dei primi anni novanta che portarono (allora) alla ribalta…

12 Oct 2010 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 28 (07/05/15)

Puntata numero ventotto della terza stagione di The Sodapop Fizz, Massimo Onza sostituisce Stefano Fantino nella conduzione della trasmissione: non…

11 May 2015 Podcasts

Read more

Laura Loriga - Vever (Ears&Eye 2022)

Di Laura Loriga avevo un bellissimo ricordo. La Maison Verte, datato 2016, mi sembrava l’unione quasi perfetta tra i tratti…

28 Apr 2022 Reviews

Read more

Liars – 28/05/13 Interzona (Verona)

Torna in Italia in gruppo newyorkese, per presentare l'ormai non recentissino WIXIW e immancabilmente fa tappa a Interzona, con cui…

21 Jun 2013 Live

Read more

Lorenzo Abattoir's Noise Diary - West Coast 'N'More Tour 2014

Lorenzo Abattoir lo abbiamo conosciuto un paio di anni fa in un festival a Piacenza, nei panni di Nascitari (in…

12 Nov 2014 Articles

Read more

St.Ride - Antologia Del Medio Mongoholi Nasi (Setola Di Maiale,…

"Genova's best kept secret", ma sarà davvero un segreto? Alla fine io li ho scoperti con quel piccolo capolavoro (e…

10 Jan 2008 Reviews

Read more

At The Gates - At War With Reality (Century Media,…

Non faccia storcere il naso il ritorno degli svedesi At The Gates, perché trai solchi del nuovissimo At War With…

19 Nov 2014 Reviews

Read more

Miss Kittin & The Hacker - Third Album (Nobody's Bizzness,…

Caroliné e Michel sono tornati. 21 anni dopo First Album e 13 anni dopo Two rieccoli, con otto nuovi brani…

04 Jul 2022 Reviews

Read more

Superportua – Resterai Sempre Uno (Shyrec/Soviet/Sisma Mvmnt, 2018)

Non si può non provare simpatia per i Superportua: raramente mi è capitato di sentire un gruppo che tirasse fuori…

26 Jul 2018 Reviews

Read more

Anatrofobia - Brevi Momenti Di Presenza (Wallace, 2007)

"Eppur si muove" diceva quello e a quanto pare gli Anatrofobia di questa frase hanno fatto una ragione di vita,…

14 Aug 2007 Reviews

Read more

Heroin in Tahiti - Peplum (Yerevan Tapes, 2014)

Tornano con un 7" i romani Heroin In Tahiti e tornano pure quelle atmosfere "psichedelizziottesche" di borgata che tanto…

07 May 2014 Reviews

Read more

AA. VV. - 391 Vol.5 Liguria (Spittle, 2017)

Dopo oltre trent'anni riprende il progetto 391 iniziato agli albori degli anni ottanta per mano di Pierpaolo De Iulis e…

13 Dec 2017 Reviews

Read more

Om – God Is Good (Drag City, 2009)

Con un titolo che li proietta di prepotenza nel pantheon del rock cristiano a fianco di nomi come Stryper e…

18 Dec 2009 Reviews

Read more

Heike Has The Giggles - Sh! (Goodfellas, 2010)

Ecco gli Heike Has The Giggles, la rivelazione power punk italiana dell'anno! Voce femminile languida ma graffiante, chitarra da motocross…

09 Jun 2010 Reviews

Read more

Rollerball - Two Feathers (Wallace, 2009)

Ecco qui il "solito" disco dei Rollerball che è come dire il solito disco dei Portishead o dei Tortoise, infatti…

22 Dec 2009 Reviews

Read more

Resurrecturis - Non Voglio Morire (Copro, 2009)

Speriamo che dopo una ventennale gavetta, con questo elegante digipack i Resurrecturis riescano ad rendersi visibili ai livelli che…

11 Mar 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top