The Pattern Theory – S/T (Valeot, 2011)

Chissà se Ulf Grenander, lo statistico svedese che formulò la Teoria dei Modelli (pattern), avrebbe mai pensato di ispirare così tanto dei ragazzi di Leeds. Che sono matematici, sì, ma non nel senso che intendeva lui. La Pattern Theory considera come il nostro cervello organizza la conoscenza del mondo rappresentandola per schemi semplici che si combinano in strutture sempre più difficili. Così è la musica di questi tre inglesi che, dopo essersi incontrati all'università nel 2006, dal 2008 soggiornano a Berlino e lì hanno deciso di raccogliere il loro lavoro in questo disco che si chiama semplicemente come loro.
Parti più o meno lineari di chitarra, batteria e sintetizzatore che si sviluppano in maniera sempre più complessa a formare canzoni di una precisione e bellezza sorprendente – Pyramid Schemes o Ideas Of Fun e Adaptive Expectations che portano il mio archivio mentale a fermarsi alla cartella Tortoise -. Sono lunghe melodie per carillon che possono essere sezionate e riconosciute frammento per frammento, ma studiate per funzionare insieme come gli ingranaggi di un orologio – Coracles, Framed Fields -. Sapendo che i nostri hanno registrato nella parte Est della teutonica e avanguardistica capitale esclusivamente durante le notti, viene subito voglia di riascoltarsi tutti i pezzi con gli occhi chiusi o a luce spenta e, come sempre succede quando si azzera il senso della vista, si amplifica l'udito, si sentono le minime calcolate variazioni, si scopre un meta-album – Bell Curves – che si collega a colonne sonore di film che piacciono, foto mentali di Alexander Platz e di Unter den Linden e tutta la poesia che può suscitare l'idea del notturno. Poesia a dispetto della matematicità che è sempre avvertita come un concetto piuttosto freddo e distante, ma che nell'album è capovolto visto che questa logica della combinazione di suoni ha la stessa valenza emotiva di un notturno di Chopin o di un gusto che richiama quello della torta della nonna: suscita emozioni. Tante. Se credete nel famoso proverbio "home is not a place, it's a feeling", questo disco per me è Casa. Magari anche per voi.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Sonic Youth - Simon Werner A Disparu (SYR, 2011)

Come abitudine da qualche anno a questa parte i Sonic Youth, parallelamente alla loro discografia diciamo "ufficiale" e su major,…

07 Apr 2011 Reviews

Read more

Toilet Door n.7 - Siamo Uomini O Conigli?

Direttamente dal cortile di Sodapop ecco la compilation per allietare i vostri amichetti domestici: una manciata di pezzi per gli…

23 Jun 2012 Podcasts

Read more

Sdang! - La Malinconia Delle Fate (La Fornace/DreaminGorilla/Taxi Driver, 2016)

No, questa volta ogogliosamente possiamo urlarlo ai quattro venti: "non è meglio il demo! E' meglio il disco!" Per chi…

07 Aug 2016 Reviews

Read more

Isobel - Fioca (Fooltribe/Smartz, 2006)

Indie punk dal canavese?...Si può. Dopo Anatrofobia, 3eem ed Ex-p arrivano anche gli Isobel anche se a differenza dei conterranei…

25 Aug 2006 Reviews

Read more

Paolo Spaccamonti - Buone Notizie (Bosco, 2011)

Gradito ritorno di Paolo Spaccamonti dopo un gradevole esordio che aveva lasciato ottime impressioni. La semplicità si conferma una delle…

04 May 2011 Reviews

Read more

The Tapes - Teletyp (Luce Sia, 2021)

Sul versante più trasversale e certamente meno facile rispetto a Derma è questo nuovo sette pollici sempre a firma Giancarlo…

14 Nov 2021 Reviews

Read more

L'Océan - Primio (GP2, 2016)

L' Ocèan non è esattamente una band nel senso convenzionale del termine quanto un gruppo di improvvisazione nato nel 2006…

30 Jan 2017 Reviews

Read more

Tsigoti – Private Poverty Speaks To The People Of The…

Perchè parlare oggi di un disco uscito nel 2009? Semplicemente per due motivi: da Sodapop non era ancora passato e…

10 Jul 2012 Reviews

Read more

GRAMS - Live at San Pietro in Vincoli MMXIX (…

Il 26 maggio 2019 al Jazz is Dead di Torino 5 loschi figuri calcano un palco. Anzi no, non siamo su…

04 May 2022 Reviews

Read more

Whiting Tennis - Three Leaf Clover (Tarnished, 2007)

Non so se c'è qualcuno tra di voi che sia come me. Nel caso mi capirete e capirete questa recensione.…

10 Nov 2007 Reviews

Read more

Gli Illuminati - Prendi La Chitarra E Prega (Hitbit, 2008)

Il fervore religioso è tale che è difficile discernere serietà da parodia, ma è inevitabile porsi il quesito. Questa…

28 Dec 2008 Reviews

Read more

Centauri - S/T (Lepers, 2014)

In un periodo in cui persino i beniamini Woods non danno le stesse identiche sensazioni di una volta, in zona,…

16 Jul 2014 Reviews

Read more

Crash Trio - Live At Crash (Setola Di Maiale, 2010)

Questo è un super trio amici miei, nel caso non conosceste gli altri due compagni di viaggio di Stefano Giust…

28 Jan 2011 Reviews

Read more

Bachi Da Pietra - 09/01/09 Morya (Cellatica - BS)

La neve, caduta abbondante in questo inizio d'anno sul basso Piemonte, ha causato l'annullamento della data dei Bachi Da Pietra…

27 Jan 2009 Live

Read more

Claudio Rocchetti ‎- Some Songs (Backwards, 2014)

Un dodici pollici inciso su un lato solo, con serigrafia sul lato B e copertina con foto di Fabio Orsi:…

16 Jun 2015 Reviews

Read more

Spring Is Reverb – This Youth (Stone On Saturn, 2009)

E bravi questi Spring Is Reverb, fiorentini che si fanno produrre questo godibile mini d’esordio nientepopòdimeno che dal buon Magistrali:…

17 Sep 2010 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top