The Pattern Theory – S/T (Valeot, 2011)

Chissà se Ulf Grenander, lo statistico svedese che formulò la Teoria dei Modelli (pattern), avrebbe mai pensato di ispirare così tanto dei ragazzi di Leeds. Che sono matematici, sì, ma non nel senso che intendeva lui. La Pattern Theory considera come il nostro cervello organizza la conoscenza del mondo rappresentandola per schemi semplici che si combinano in strutture sempre più difficili. Così è la musica di questi tre inglesi che, dopo essersi incontrati all'università nel 2006, dal 2008 soggiornano a Berlino e lì hanno deciso di raccogliere il loro lavoro in questo disco che si chiama semplicemente come loro.
Parti più o meno lineari di chitarra, batteria e sintetizzatore che si sviluppano in maniera sempre più complessa a formare canzoni di una precisione e bellezza sorprendente – Pyramid Schemes o Ideas Of Fun e Adaptive Expectations che portano il mio archivio mentale a fermarsi alla cartella Tortoise -. Sono lunghe melodie per carillon che possono essere sezionate e riconosciute frammento per frammento, ma studiate per funzionare insieme come gli ingranaggi di un orologio – Coracles, Framed Fields -. Sapendo che i nostri hanno registrato nella parte Est della teutonica e avanguardistica capitale esclusivamente durante le notti, viene subito voglia di riascoltarsi tutti i pezzi con gli occhi chiusi o a luce spenta e, come sempre succede quando si azzera il senso della vista, si amplifica l'udito, si sentono le minime calcolate variazioni, si scopre un meta-album – Bell Curves – che si collega a colonne sonore di film che piacciono, foto mentali di Alexander Platz e di Unter den Linden e tutta la poesia che può suscitare l'idea del notturno. Poesia a dispetto della matematicità che è sempre avvertita come un concetto piuttosto freddo e distante, ma che nell'album è capovolto visto che questa logica della combinazione di suoni ha la stessa valenza emotiva di un notturno di Chopin o di un gusto che richiama quello della torta della nonna: suscita emozioni. Tante. Se credete nel famoso proverbio "home is not a place, it's a feeling", questo disco per me è Casa. Magari anche per voi.

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Beabadoobee - Beatopia (Dirty Hit, 2022)

Nata nel 2000 nelle Filippine, trasferitasi a Londra all’età di 3 anni. Studia il violino per 7 anni e riceve la…

19 Aug 2022 Reviews

Read more

The Go Find - Stars On The Wall (Morr Music,…

L'anno scorso c'erano gli Electric President, quest'anno ci pensa il belga Dieter Sermeus a confezionare il disco cioccolatino del…

16 Mar 2007 Reviews

Read more

Majak - Scavengers (Autoprodotto, 2014)

Hardcore apocalittico e senza compromessi per questa agguerrita pattuglia genovese. Un brillante esordio dove scorgiamo tanto i cicloni ascensionali dei…

04 Nov 2014 Reviews

Read more

Vanessa Van Basten - Ruins: Sketches And Demos (Solar Ipse,…

Superbo atto che chiude una fase per una delle più importanti e sottovalutate band indipendenti del panorama italiano. Il CD,…

03 Apr 2015 Reviews

Read more

Zu – 20/08/10 Festa di Radio Onda d’Urto (Brescia)

Riprende la stagione concertistica dopo un'estate trascorsa senza grandi sussulti. Sarà che sono ancora in clima da giorni vacanzieri, ma…

04 Jul 2010 Live

Read more

M. Moynihan & D. Søderlind – Lords Of Chaos (Tsunami,…

Arriva anche in Italia, per meritoria opera della Tsunami Edizioni, la corposa inchiesta che indaga fatti e misfatti della scena…

08 Jan 2011 Reviews

Read more

Kevin Sampson - Rock Trip (Anagramma/Newton Compton, 2006)

Ammettiamolo: un appassionato di musica non ha bisogno di vedere Beautiful e simili per assistere a intrighi, divorzi, liti furiose,…

04 Oct 2006 Reviews

Read more

Mingle & The Land Of The Snow -Vuoto/Leere (Luce Sia,…

C’è in rete un video di Giovanni Lindo Ferretti girato sulle sue montagne, pochi secondi di ripresa e una breve…

20 Jan 2017 Reviews

Read more

Mamuthones – S/T (Boring Machines, 2011)

Continua il cammino dei Mamuthones che da progetto del solo Alessio Gastaldello (ex Jennifer Gentle) diventa ora un vero gruppo…

05 Mar 2011 Reviews

Read more

Bruital Orgasme - S/T (Sincope, 2012)

I Bruital Orgasme sono un duo belga formato dal videoartista Philippe Cavaleri assieme alla moglie Nath con all'attivo una discreta…

19 Feb 2013 Reviews

Read more

Meerkat - Kapnos (Afe/Grey Sparkle/Nighthawks/Ctr+Alt+Canc, 2009)

Idealmente parte integrante di una quadrilogia sugli elementi, Kapnos, che in lingua greca significa "fumo", è il terzo della serie…

14 Apr 2009 Reviews

Read more

Alice Kundalini & Luca Sigurtà - Love, Noise and Yoga

21:17 di un qualsiasi sabato sera. Ho appena chiuso un’operazione economica virtuale che in un paio di settimane porterà dal…

22 May 2022 Articles

Read more

Bron Y Aur - Millenovecentosettantatre (Wallace, 2007)

Gruppo di dichiarata ispirazione seventies, i Bron Y Aur seguono ormai da anni il proprio discorso artistico infischiandosene altamente di…

04 Jun 2007 Reviews

Read more

Uochi Toki - Libro Audio (La Tempesta, 2009)

Dopo una serie di lavori su Burp Publications e Wallace Records, Libro Audio, quinto disco di Uochi Toki, inaugura la…

28 Jan 2009 Reviews

Read more

Lydia Lunch’s Big Sexy Noise – 18/12/10 Latteria Artigianale Molloy…

Mi ero messo nell'ordine di idee di sottopormi a una lunga fila a cinque gradi sotto zero per assistere al…

04 Jan 2011 Live

Read more

Paolo Spaccamonti -Volume Quattro (Escape From Today, 2019)

Ormai le suite di Paolo sono classic rock nel senso più alto del termine: Spaccamonti è uguale solo a sé…

21 Jan 2020 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top