Tanake – 3ree (Fratto9 Under The Sky/Ebria/Nipa, 2007)

Mi sono avvicinato al disco dei Tanake in modo molto curioso ma allo stesso tempo circospetto, la ragione stava nel fatto che pur avendo avuto modo di vedere un loro bel live non so più dove e quando, ero anche rimasto poco soddisfatto dal loro primo cdr e non perchè fosse brutto, anzi, aveva i suoi bei momenti, ma mi sembrava un po’ sfocato ed un po’ acerbo. L’esercizio ed il tempo però fanno miracoli ed il disco dei Tanake non smentisce questa regola. Innanzitutto la registrazione è adeguata ad un gruppo del genere e poi i toscani rispetto al passato sembrano quasi sviluppare quello che può addirittura sembrare il telaio di una struttura. Non fraintendetemi, a loro modo i tre toscani sono sempre parecchio “free”, ma azzardiamo che si potrebbero inserire idealmente fra I/O ed i loro conterranei Starfuckers/Sinistri. Questa collocazione fittizia è dovuta al fatto che con i primi condividono oltre che le etichette ed una certa fisicità anche un vagito di forma, con i secondi il fatto di lasciar intere parti del dialogo oscurate. Come dicevo, trovo che le tracce più riuscite di questo lavoro dei Tanake siano quelle dove finiscono per sembrare in fase di messa a fuoco, mentre le parti free sono buone ma non hanno mai particolari picchi che le differenzino da altri gruppi dello stesso ambito, invece le fasi in cui si muovono autisticamente su una linea, in cui sembrano cercare di accordarsi, creano una tensione interessante (i pezzi uno e quattro ad esempio). Il disco rimane sempre concentrato su tonalità fosche ed a tratti addirittura plumbee, non sono pochi gli attacchi sclerotici jazz-core che sarebbero piaciuti così tanto ad Arto Lindsay quand’era più nevrotico ed aveva più capelli. Anzi per quel che mi riguarda quando i Tanake si mantengono in uno scenario psico-bombardato stile No New York/Lourie/Permanent Vacation riescono a dare un po’ il loro meglio. Ruvidi, abbastanza muscolari e con un taglio mai troppo “colto” (parlo dello stile), quando si perdono un po’ nel buio trovano la loro luce.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Empire! Empire! (I Was A Lonely Estate) - You Will…

Che un disco di mero revival possa accendere l'interesse degli ascoltatori è una questione a lungo dibattuta. A maggior ragione…

11 Oct 2014 Reviews

Read more

Pierre Bastienne - Visions Of Doing (Westernvynil, 2008)

Pensavo che la Westernvynil fosse per il pop di gusto o comunque per la musica easy listening e tutto sommato…

11 Nov 2008 Reviews

Read more

Adriano Orrù/Paulo Chagas/Silvia Corda/Mauro Sambo – Palimpsest (Pan Y Rosas,…

Un significato poco conosciuto della parola “palinsesto” (il Palimpsest del titolo) è quello di pagina manoscritta dalla quale  il testo…

10 Feb 2015 Reviews

Read more

Wand. And Princess - Locust 9 (Sincope, 2012)

La coppia di ragazzi greci che incide a nome Wand. And Princess è in giro già da qualche tempo, sempre…

23 Jul 2012 Reviews

Read more

Des Moines - Like Freshly Mown Grass (Dinotte/We Work, 2018)

Pur essendo orientati prevalentemente verso altri ambiti, capita talvolta, per particolari congiunzioni astrali, di imbattersi in lavori che sono il…

14 Nov 2018 Reviews

Read more

Giorgio Ricci - Insanity (Laverna, 2012)

Giorgio Ricci, per chi di voi non lo sapesse, è un ex Templebeat, gruppo in forza alla Submission e che…

17 May 2012 Reviews

Read more

Le Singe Blanc – Babylon (Bar La Muerte, 2010)

Nuova prova discografica per il trio francese di Metz. La ricetta cambia poco rispetto al precedente BaïHo (la recensione è…

30 Mar 2011 Reviews

Read more

Controlled Bleeding & Sparkle In Grey - Perversions Of The…

Metti una band storica che ha esplorato con risultati eccellenti davvero tanti generi musicali e una band che sta diventando…

03 Jul 2015 Reviews

Read more

Davide Cedolin - chiacchiere e fili d'erba

SODAPOP: Ciao Davide, Grazie mille per aver accettato di scambiare qualche chiacchiera con me! Innanzitutto devo ammettere di conoscerti appena musicalmente, sono…

09 May 2022 Interviews

Read more

Corpoparassita - Inesorabile (Final Muzik, 2007)

Le mille etichette con cui si elencano, suddividono e catalogano i dischi a volte lascia interdetti, soprattutto nel caso di…

01 Oct 2008 Reviews

Read more

The Books – 30/04/11 Interzona (Verona)

Non sono mai stato un grande fan dei The Books: sulla carta quello che fanno è interessante, ma su disco…

21 Apr 2011 Live

Read more

Camion - A Serenade For Yokels (Autoprodotto, 2011)

Appena mi è capitato fra le mani il disco di questo terzetto romano non ho potuto non pensare che avessero…

27 May 2011 Reviews

Read more

Merzbow – MONOAkuma (Room40, 2018)

Se un amico neofita mi chiedesse 10 dischi fondamentali per comprendere il genere noise, tra quei dieci ce ne sarebbero…

13 Dec 2018 Reviews

Read more

Unknown Mortal Orchestra - II (Jagjaguwar, 2013)

Galeotto fu un tranquillo giovedì sera di chiacchere nel pub di fiducia, saltano fuori nomi di possibili futuri live che…

06 Mar 2013 Reviews

Read more

Johnny Grieco: dai Dirty Actions a tronista mancato

Johnny Grieco detto "il bello" incarna perfettamente l'eroe tragicomico impersonato da Mickey Rourke nello stupendo The Wrestler, con l'attenuante che,…

18 Jun 2010 Interviews

Read more

Taras Bul'ba - Secret Chimiques (Wallace,2008)

A volte ci sono dei libretti così strani che a fatica riesci a capire dove infilare il cd, un pò…

17 Apr 2009 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top