Tag Archives: sil muir

Maurizio Bianchi + Ics – Vir-Uz (Farmacia901, 2012)

Nella discografia di Maurizio Bianchi del secondo periodo, quello del ritorno sulle scene dopo la conversione, il tema religioso è sempre stato presente e in questo Vir-Uz, in collaborazione col nostro Andrea Ferraris, l’antico testamento la fa da padrone dato che il disco è un concept album incentrato sulla vita di Giobbe. Vir-Uz fa parte della lunga coda discografica che sta esaurendo le pubblicazioni di Bianchi, dopo il suo definitivo abbandono dalle scene nel 2009. …

Read more

Toilet Door n.5 – Black Music For White People

Se non riconoscete più le vostre radici, se non riuscite più a far germogliare le piantine sul terrazzo, se i parassiti affliggono i vostri vasi come proci sotto lo zerbino: Toilet Door è il prodotto che fa per voi! Nella fragranza “Black Music For White People”, Toilet Door, monouso, deodora gli ambienti e li rende asettici a qualsiasi agente estraneo. Anche clandestino. Lasciatevi accompagnare da Bobby Soul e i suoi amici: Toilet Door anche stavolta vi imbarcherà per un’ora nelle sonorità più trasversali ed equivoche dell’anno. Burzum, OvO, Lydia Lunch, Father Murphy e molti altri amici vi rassicureranno nonostante i tempi bui. Ma che dico bui, neri! Black Music For White People: flirtate con l’indicibile! …

Read more

the M.E.M.O.R.Y. Lab – S/T (Dtrash, 2009)

Paradossalmente, rispetto a Sil Muir, il nucleo terroristico dei M.E.M.O.R.Y. Lab, nonostante l'ortodossia dance, sembra avere le idee più chiare. Ma non sono sicuro che questo sia un bene. I percorsi infatti sono meno spericolati, considerando oltretutto che evocano certe commistioni elettroniche più affini alla fine degli anni ottanta rispetto alle terre di confine dei terroristi sonici di oggi. A questo proposito è importante ricordare che l'intero lavoro è stato scritto e registrato tra il 1996 e il 1999 (quindi già datato all'epoca). …

Read more

Sil Muir – S/T (Diophantine Discs, 2009)

Sil Muir è progetto iper-concettuale ad ancoraggio prettamente ambient (se questa parola ha ancora un significato oggi) dove Andrea "Ics" Ferraris e Andrea Marutti srotolano il trascorrere del tempo, inteso come susseguirsi di stagioni ed epoche in un' unica grande catalessi droonica senza inizio e senza fine. Lo schietto ed elegante artwork così come le altrettanto asciugate note rimandano ad un "black" di intenti che però a mio giudizio rimane sospeso. In bilico. …

Read more

Blast from the past!

Paolo Spaccamonti - Rumors (Santeria/Escape From Today, 2015)

Paolo Spaccamonti è una persona gentile ed educata che ormai da svariati anni porta avanti il suo percorso musicale completamente…

06 May 2015 Reviews

Read more

Psychocandy - Le Canzoni Dei Folli (Autoprodotto, 2006)

Buon prodotto di stampo tipicamente americano per questi quattro metallari del mezzogiorno che porano in giro il nome Psychocandy. Benché…

18 Aug 2007 Reviews

Read more

Luminance Ratio / Steve Roden - Split 7" EP (Fratto9…

Mini in coproduzione tra la Fratto9 Under The Sky di Gianmaria Aprile e la Kinky Gabber di Luca Sigurtà (qui…

17 May 2012 Reviews

Read more

The Carribean - Discontinued Perfume (Hometapes, 2011)

E' rimasto tanto ad aspettare sulla mia scrivania questo disco. Mi ha un pò spiazzato perchè lo trovavo poco inquadrabile.…

22 Sep 2011 Reviews

Read more

Gianluca Becuzzi AKA Kinetix: Out Of The Limbo

Anche Gianluca Becuzzi/Kinetix, come altri di cui abbiamo parlato in precedenza, muovendosi spesso senza il supporto delle riviste specializzate (soprattutto…

13 Aug 2007 Interviews

Read more

Modotti – S/T (Autoprodotto, 2009)

Sulla strada dove suono post e cantato nel nostro idioma vanno a braccetto non sono stati fatti molti passi da…

19 Jan 2010 Reviews

Read more

Mulatu Astatke - Mulatu Steps Ahead (Strut, 2010)

Mi sono avvicinato quasi per caso alla musica di Mulatu Astatke giusto poco prima di ascoltare questo suo nuovo disco…

27 Mar 2010 Reviews

Read more

Sean Noonan Pavees Dance - Tan Man's Hat (RareNoise, 2019)

Seconda uscita per l’ensemble Pavees Dance capitanato dal batterista di lungo corso Sean Noonan, un cantastorie moderno che, come evoca…

02 Jul 2019 Reviews

Read more

Putiferio – Lov Lov Lov (MacinaDischi/Robot Radio, 2012)

Putiferio non ha mai avuto vita facile. Ai tempi della nostra intervista (vai a leggerla qui) reduci dall'abbandono di Giulio…

11 Sep 2012 Reviews

Read more

Horsegirl - Versions of modern Performance (CD Matador, 2022)

Penelope, Nora e Gigi, due chitarre, due voci, una batteria, tutte sotto i 20 anni. Due di loro sono al primo…

29 Jun 2022 Reviews

Read more

Sinistri/Ovo - Phonometak Series #3 (Phonometak/Wallace, 2007)

Nuovo capitolo Phonometak e nuova accopiata di nomi conosciuti e, per questa volta, duo tutto tricolore. Partono gli Ovo, ormai…

27 Dec 2007 Reviews

Read more

Il Teatro Degli Orrori – A Sangue Freddo (La Tempesta,…

Oggi nessun gruppo italiano esterno al giro mainstream e dal suono così duro possiede la visibilità che può vantare il…

24 Nov 2009 Reviews

Read more

AA.VV. - Sampler (Velak, 2010)

Questa compilation della Velak records mette assieme una serie di tracce elettroacustiche di musicisti che non avevo mai sentito prima,…

01 Aug 2011 Reviews

Read more

Planet Brain - Forecasts EP (Function, 2011)

Dopo l'album d'esordio nel 2007 e uno split coi londinesi Lebatol due anni fa, l'etichetta inglese Function Record pubblica il…

11 Jan 2012 Reviews

Read more

Lebenswelt - Unspoken Words ( Under my Bed, OuZeL, 2022)

Giampaolo Loffredo, ancora. 6 dischi in 19 anni, praticamente una vita adulta. Unspoken World inizia con una nenia pianistica e…

18 Feb 2022 Reviews

Read more

Robert Lepenik - Postepeno (God/Entr'acte, 2012)

Robert Lepenik è un musicista austriaco attivo da parecchio tempo in diversi ambiti: partendo dal suonare la chitarra nel gruppo…

27 Nov 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top