since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: philippe petit

Eugene S. Robinson & Philippe Petit – Last Of The Dead Hot Lovers (Truth Cult, 2012)

È piuttosto sorprendente la forma di questa collaborazione fra il prolifico Philippe Petit ed Eugene Robinson: non un album di canzoni dove la voce del nerboruto cantante degli Oxbow si combina con l’elettronica, ma una specie di radiodramma a cui il francese fornisce la colonna sonora. C’era in realtà un precedente, la messa in scena di The Crying Of Lot 49, tratto dall’omonimo romanzo di Thomas Pynchon, ma questa volta i due (anzi i tre, come vedremo) lavorano su materiale inedito. …

Read more

AA.VV. – 8 Heretical Views / Two Views (Aagoo, 2013)

Addirittura due uscite di remix per Anyway Your Children Will Deny It dei Father Murphy: un 12″ con il disco intero fatto a pezzi e ricomposto da molti nomi interessanti e in aggiunta pure un 7″ con altre due reinterpretazioni, segno che gli italiani fanno sempre più le cose in grande e trovano anche il tempo per celebrare il loro ultimo lavoro, uscito anch’esso per la Aagoo. …

Read more

Philippe Petit – Hitch-Hiking Thru Bronze Mirrors (The Extraordinary Tale Of A Lemon Girl – Chapter III) (Aagoo, 2012)

Terzo e ultimo capitolo della saga della ragazza limone per Philippe Petit: le coordinate sonore su cui si muove questo racconto immaginario sono sempre quelle della colonna sonora condita con elettronica e musica contemporanea. Hitch-Hiking Thru Bronze Mirrors narra del ritorno a casa della ragazza, e come sempre la storia è tutta da immaginare sentendo la musica. …

Read more

Illachime Quartet – Sales (Zeit/Lizard, 2012)

Tornano gli Illachime Quartet con Sales, disco di remix e rielaborazioni varie da brani estratti dai loro due dischi e da compilation: un modo per celebrare i dieci anni di attività. Già dal titolo si intuisce che non solo di passato si parla, e infatti prima di dare spazio ai remix il disco parte con un pezzo nuovo, ritmato e progressivo a base di chitarra, batteria, elettronica e violoncello: un ottimo inizio, affascinante e tortuoso. …

Read more
Back to top