since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: merzbow

Lucas Abela: venti anni di talento e fantasia al servizio del suono più estremo

Lucas Abela, noto soprattutto con il suo pseudonimo di Justice Yeldham, ha appena celebrato il ventennale della sua attività; è diventato famoso per il fatto di suonare soffiando su un pezzo di vetro con un microfono a contatto, trasformandolo in uno strumento tra il sax e dio solo sa cosa. In realtà ha fatto anche molto altro, soprattutto installazioni che sono sia ludiche che musicali, sempre intriganti e divertenti… in una parola geniali. Ha inoltre una etichetta non ortodossa molto interessante, Dual Plover, ed è stato pure in giro per il mondo rappresentando il suo paese, l’Australia: ce n’è abbastanza per una bella chiacchierata con questo genuino, vivace e inarrestabile creatore di suoni non convenzionali. …

Read more

Nu Creative Methods – Superstitions (Music à La Coque, 2013)

Musica inclassificabile, ecco cosa contiene questo disco che Music à La Coque ci ripropone dopo trent’anni di oblio. Nu Creative Methods era il duo formato da Pierre Bastien e Bernard Pruvost sul finire degli anni ’70 e che nel 1984 aveva suscitato l’attenzione della milanese ADN Records (in catalogo Tasaday, Sigillum S, Merzbow e tanti altri) che aveva loro prodotto un nastro. È proprio questo che ci viene riproposto oggi (con l’aggiunta di una traccia bonus), creando un ponte, ma anche un corto circuito, fra il passato e il presente. …

Read more

Merzbow/Gustafsson/Pandi – Cuts (Rare Noise, 2012)

Masami Akita, nell’ambito del noise massimalista di cui è maestro, ha probabilmente e da tempo già detto tutto e per quanto l’ascoltarlo resti un’esperienza piuttosto appagante, più interessanti ci appaiono le situazioni in cui il nostro varia la formula, come nella recente serie Japanese Birds dove si cimentava anche con la batteria, o quando si associa ad altri musicisti, come nel caso del disco in questione. Compagni d’avventura sono due star dell’improvvisazione europea: al sax baritono, clarinetto ed elettronica, lo svedese Mats Gustafsson, che credo non abbia bisogno di presentazioni, alla batteria Balazs Pandi, che già aveva collaborato dal vivo con Merzbow e che, da queste parti, abbiamo potuto fugacemente vedere in qualche uscita degli Zu post Jacopo Battaglia. …

Read more

Cris X: l’eminenza grigia dei Lendormin prende il largo in solo

Neanche troppi anni fa c’erano i Lendormin: a me era capitato di incontrarli nella serie P.O. Box della Wallace con cui Mirko Spino aveva messo insieme alcuni dei migliori demo che gli erano arrivati nella casella postale. A dimostrazione del buon fiuto di Spino, fra i nomi di quei CD si incontravano Claudio Rocchetti, Sedia, Taras Bul’ba e appunto i Lendormin, in cui Cris aveva un ruolo importante. Si trattava di un gruppo piuttosto anomalo, una specie di collettivo aperto, fra sperimentazione, musica free e pura essenza freak, che produsse una pletora di CD, CD-R, collaborazioni (ad esempio quella con il romano DBPIT) e tracce isolate su raccolte. Poi succede che, come in molte storie, ognuno prenda la propria strada e Cristiano Luciani diventi quel Cris X che, nel giro di tre anni, ci ha regalato due split su vinile con Maurizio BianchiMerzbow e diverse collaborazioni con Keiko Higuchi, Sachiko ed infine KK Null (che già aveva incrociato le manopole del mixer con Deison per un disco splendido). …

Read more
Back to top