since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Tag Archives: andrew bird

David Bazan – 06/02/10 La Casa 139 (Milano)

Entrando alla Casa l'atmosfera non è delle migliori, un paio di gorilla coi modi spicci ti chiedono se hai la tessera e ti liquidano intimandoti di lasciare libero il campo. Presenza stavolta poco indispensabile per un pubblico, circa una quarantina di persone, che non si può certo dire sia quello da seratone, vista la coincidenza con il Miami e il suo roboante tour de force dalle 17 alle 9 del mattino proprio al Leoncavallo. La cosa non può che fare piacere, visto che riusciamo a vedere il concerto con una certa tranquillità. Apre Paul Murphy, cantante dei canadesi Wintersleep (alquanto anonimo nei suoi richiami a Andrew Bird dai connotati più roots, seppur con pezzi decisamente nella media). David Bazan, felpa rossa col cappuccio, se ne sta su un divano in fondo alla sala vicino ad una lampada accesa, parlando al cellulare. Una serata col nonno, si prospetta: sicura e senza scossoni.

Read more

Extra Life – Made Flesh (Africantape, 2010)

Sorprende trovare, in un catalogo così stilisticamente orientato come quello dell'Africantape, il disco di quello che alla fin fine è un cantautore, per quanto sui generis: Charlie Looker, già in forze agli Zs (dischi usciti per Tzadik e ThreeOneG) e compartecipe a vari progetti dell'avanguardia newyorkese. Proprio da questo giro provengono i musicisti che  insieme a lui formano gli Extra Life, che arrivano con Made Flesh al secondo disco.

Read more

Kitchen Door – Sodapop Edition n.2

Non c’è due senza tre. Ma, essendo questo terzo il podcast numero due, e non riuscendo a capirne il perché, i nostri due eroi si sono avviati sulla strada della demenza. Mettersi a giocare al terrorista e al prigioniero è stato solo il primo passo…

Read more

Andrew Bird – 18/05/09 Musicdrome (Milano)

Un'ora e dieci per arrivare in città e tre quarti d'ora per trovare il posto, locale ex Transilvania (fortunatamente rinnovato nell'arredamento) col pavimento reso appiccicoso dal sudore accumulatosi durante i passati concerti metal. Acqua al vago sapore di birra venduta a 5 euro il bicchiere. Buona parte del pubblico che parla come Morgan. Ci manca solo salti fuori un rompicoglioni alla Dario Fo a sproloquiare, e il quadretto della "milanesità" sarebbe completo. Fortunatamente non capita, ma ciò non cambia di una virgola il mio odio per questa città; sarà che sono di provincia… Tuttavia stasera è una sera particolare, l'unica data italiana del tour europeo di Andrew Bird e si sopporta di buon grado qualsiasi prova.

Read more
Back to top