Swedish Mobilia – Knife, Fork And Spoon (Leo, 2012)

Un trio all’americana, chitarra, basso e batteria, ma con un sound quasi nordeuropeo, stampati da un’etichetta Inglese, ma provenienti dal nostro stivale. Niente di nuovo sotto l’aspetto dei confini geografici/musicali da quando internet li ha abbattuti, ma per fortuna qualcosa di buono sotto l’aspetto musicale. Un trio come dicevamo, composto da Andrea Bolzoni alle chitarre e live electronics; Dario Miranda al basso, contrabbasso e live electronics e infine Daniele Frati alla batteria e percussioni. E anche se, solo alla loro prima uscita discografica con questo progetto, possono mostrare per ogni singolo componente un curriculum musicale di tutto rispetto. Passando da studi da conservatorio a seminari di improvvisazioni con grandi maestri come Han Bennick, e anche con il nostro Alberto Braida. In latino “mobilia” significa “in movimento”, così com’è la loro musica. Un lavoro che non si muove su layer di loop, ma su eventi che si susseguono e si alternano; con inserti di elettronica che aiutano a stemperare il suono e anche se quasi sempre in primo piano, Andrea Bolzoni alla chitarra è capace di rendere lo strumento non solista, ma accompagnatore nel percorso sonoro del gruppo. Un paio di giorni di registrazioni per mettere assieme 11 tracce molto varie, libere da qualsiasi catalogazione; mai troppo progressivi nella costruzione dei pattern sonori, mai troppo matematici per essere math-rock, e mai troppo free per essere totalmente jazz. Un bel lavoro, vivace, frizzante, pieno di ottime idee che forse con una produzione in studio più varia per cambiare ogni tanto ambiente sonoro, avrebbe potuto far rendere al meglio questo interessante disco di musica improvvisata che rimane molti gradini al di sopra di tante cose passate per le nostre orecchie.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Gerda - Your Sister (Wallace, Sonatine, Fallo Dischi, La Fine,…

Abrasivi, slabbrati e potenti, ma estremamente lucidi. Dopo nove anni dall'esordio, l'ultima fatica dei marchigiani Gerda, si mostra con la…

12 Mar 2015 Reviews

Read more

Kailash - S/T (Trazeroeuno, 2006)

Scintillante e stiloso Death iper-tecnico per i Kailash, giovani virgulti nostrani. La scuola del mai abbastanza compianto Chuck Schuldiner ha giustamente generato…

28 Apr 2007 Reviews

Read more

Chrome Division - Doomsday Rock 'n Roll (Nuclear Blast, 2006)

Ho deciso di dare una svolta alle recensioni di brutti dischi per non prendermi una patente pirandelliana.Con orgoglio posso dire che questo…

20 Jul 2006 Reviews

Read more

Mattia Coletti – The Land (Bloody Sound Fucktory/Town Tone/Wallace, 2011)

Verso l'opera di Mattia Coletti nutro sentimenti contrastanti: ho amato incondizionatamente ogni suo lavoro in duo, dai Polvere (con Xabier…

14 May 2012 Reviews

Read more

Nembrot/Andrea "Ics" Ferraris - Il Suono Dell'Olifante (Zero Sonico/HYSM?, 2011)

La recensione del disco a otto mani tra il trio partenopeo dei Nembrot e il nostro Andrea Ferraris tratta di…

22 Nov 2011 Reviews

Read more

AA.VV. - Art Detox 2010 (Ethereal Open Network, 2011)

Disintossicarsi dall'arte: questo l'obiettivo del progetto Art Detox 2010, parte una catena di incontri e iniziative che si svolgono ogni…

22 Dec 2011 Reviews

Read more

Xiu Xiu + Eugene S. Robinson – Sal Mineo (Aagoo,…

Accantonati i suoi Oxbow, Eugene Robinson continua la strada che lo porta ad affiancarsi di volta in volta a un…

27 May 2013 Reviews

Read more

Philippe Petit - Oneiric Rings On Grey Velvet (The Extraordinary…

Rieccoci ad uno degli appuntamenti annuali con il signor Philippe Petit, che insieme a Fabio Orsi e Gianluca Becuzzi non…

22 Mar 2012 Reviews

Read more

Delius/Pellegrino/Giust/Thomas/Heenan - Three Nights In Berlin (Setola Di Maiale, 2010)

Altro lavoro che coinvolge Stefano Giust oltre a ad una serie assortita di improvvisatori di livello, come al solito si…

02 Mar 2011 Reviews

Read more

Ambasce - Isola Santa (Dissipatio, 2022)

Cos’è un’isola se non un lembo circoscritto di terra protetto dall’acqua? Per sommi capi potrebbe essere un ritiro, un isolamento…

12 Aug 2022 Reviews

Read more

Donato Epiro: free(ak)-folk, neo-psichedelia, ma non solo...

Cari ragazzuoli (pronunciato possibilmente con un marcato accento emiliano), appena dopo aver ascoltato Orange Canyon di Skullflower (a cui va…

09 Apr 2010 Interviews

Read more

Bobby Soul & Blind Bonobos - L'Insostenibile Leggerezza Del Funk…

A conti fatti, dopo tutti questi anni, questo è il Bobby Soul che preferiamo. Un po' meno caciarone, un po'…

15 Apr 2015 Reviews

Read more

Philippe Petit & Friends - Reciprocess: +/VS. (Bip_Hop, 2009)

DJ, giornalista musicale, discografico, prima con il rock estremista e di confine della Pandemonium, ora con la più elettronica,…

21 Sep 2009 Reviews

Read more

One Man Bluez - Dirty Blues Lover (Bloody Sound Fucktory,…

Super fuzzissimo blues in solitaria per il romano Davide Lipari che implacabile come tutti i bluesman tira dritto dieci pezzi…

06 Feb 2017 Reviews

Read more

Hot Gossip + There Will Be Blood - 27/10/12 Twiggy…

Ricominciano per me i sabati sera live al Twiggy, musica indie nel senso letterale del termine nel club di culto…

16 Nov 2012 Live

Read more

Luca Santini & Paolo Sanna - Elementi (Setola di…

È un piacere ritrovare il percussionista Paolo Sanna, stavolta in coppia con Luca Santini, su un’etichetta che per una certa…

18 Sep 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top