Skullflower – The Black Iron That Fell From The Sky, To Dwell Within (Bear It Or Be It) (Nashazphone, 2017)

Una trilogia in vinile sull’oscurità dell’antico Egitto e sull’ombra da cui provengono i sogni più cupi poteva trovare pochi interpreti più adatti degli Skullflower: la formazione, ormai stabilmente composta da Matthew Bower e Samantha Davies, si propone di dar voce, nell’arco di tre dischi, a Set, Horus e al serpente Apep, divinità dotate ognuna di precisi attributi. Quella del primo, protagonista di questo lavoro e vorticosamente raffigurato in copertina, è proprio l’oscurità, ma Set è un dio complesso e per certi versi ambiguo, che presiede il caos e le tempeste, veglia sui deserti e protegge gli stranieri (quindi anche i due artisti alle prese con le musiche di una terra lontana); è l’assassino del fratello Osiride ma anche il difensore della barca solare durante il viaggio nelle ore notturne. Il contatto con lui viene stabilito la sera del solstizio d’inverno del 2016 e l’album è composto di getto. Nell’apparente uniformità di una musica dilatata e informe, nemmeno eccessivamente rumorosa (in linea con alcune tracce di Draconis e The Spiral Of Great Harm), gli Skullflower riescono a cogliere e rendere palesi diversi aspetti del dio: Blue Lidded Daughter Of Sunset, un raga vibrante e dissonante, sembra alludere alla parte più mistica, il drone spaziale e sinistramente psichedelico di Feral Alchemy apre un canale di comunicazione fra la terra e gli spazi siderali evocando il viaggiatore cosmico, la lunga The God That Licks Up The Blood Dew’d KalasFrom The Altar Of Set, che occupa l’intera seconda facciata, dà voce al lato più caotico dello spirito di Set, trasportandoci al centro di un deserto in tempesta dove ci giungono suoni lontani e indistinti. Se mai si dovesse risonorizzare Lucifer Rising di Kennet Anger non ci sarebbe che da chiedere, ma per ora The Black Iron That Fell From The Sky… ha un compito diverso, che assolve alla perfezione: farci compiere il primo passo in un mondo lontano sotto ogni punto di vista, dove i musicisti sono al tempo stesso  guide e medium di entità misteriose. Non abbiate paura, venite…

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Aspec(t) - El Obsceno Pàjaro De La Noche (FF HHH,…

Il titolo vorrà dire "l’osceno passero della notte?", boh, purtroppo quel poco di spagnolo che parlavo è andato a farsi…

23 Jul 2009 Reviews

Read more

Harshcore & Der Einzige – Live Bujùn Dokument (Old Bicycle,…

Harshcore, il progetto di Luca Sigurtà e Tommaso Clerico, è per vocazione propenso all'interagire e al mischiarsi con altre realtà:…

28 Jun 2013 Reviews

Read more

Lucertulas + Kelvin + Putiferio | Robot Macina Fest -…

Partiamo dalla fine: come concludere meglio una serata di musica se non beccando Max Pezzali all'autogrill, per di più accompagnato…

08 May 2011 Live

Read more

Faravelliratti - Lieu (Boring Machines/Coriolis Sound, 2010)

Collaborazione che mette assieme due nomi conosciuti da molti dei nostri lettori ovvero Attila Faravelli, alla cabina di regia di…

02 Sep 2010 Reviews

Read more

Roberto Fega - Echoes From The Planet (Setola di Maiale,…

Il difficile e nobile percorso creativo di Roberto Fega sboccia questa volta in un concept incentrato sul drammatico (e spesso…

03 Jan 2020 Reviews

Read more

Elisabeth Schimana - Sternenstaub (Chmafu Nocords, 2013)

Chamfu Nocords pubblica il primo lavoro completamente in solitaria per Elisabeth Schimana, tutto dedicato alla creazione dell'universo, tema di sicuro…

02 May 2014 Reviews

Read more

Andrea Senatore - Vulkan (Minus Habens, 2014)

Avevamo lasciato il talentuoso compositore oltre un anno fa all'interno della preziosa collaborazione con Giovanni Sollima (sempre su Minus Habens).…

08 Jul 2014 Reviews

Read more

Bautista - Emoton (Carosello, 2022)

SI inizia e la produzione di Bandera riporta subito al superclassico dei Luniz, I got 5 on it, Oakland 1995,…

26 Jul 2022 Reviews

Read more

Those Lone Vamps - Sketches (Setola Di maiale, 2007)

Setola Di Maiale è davvero una bella etichetta non solo per la qualità della maggioranza delle sue produzioni, ma anche…

12 Oct 2007 Reviews

Read more

Zero Centigrade - Unknown Distance (Audio Tong, 2010)

Credo che non mi stancherò mai di ripetere quanti dischi rimangano sommersi nel mare di uscite che saturano un mercato…

21 Mar 2011 Reviews

Read more

Little Black Dress - Dunes EP (Idol, 2013)

Gli EP sono creature strane. Benedetti se si deve parlare di qualcosa che è mediocre, terribilmente dolorosi se si tratta…

02 Aug 2013 Reviews

Read more

Swedish Mobilia – It's Not Jazz, It’s Worse (Auand, 2016)

Se non apprezzassimo da tempo gli Swedish Mobilia – il trio composto da Andrea Bolzoni alla chitarra ed elettronica, Dario…

21 Mar 2017 Reviews

Read more

Acid Baby Jesus - Selected Recordings (Slovenly, 2014)

Interessantissima seconda uscita per questa bizzarra formazione greca che all'occasione si è rifugiata in un'isoletta dell' Egeo al fin di…

27 Jan 2015 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 21 (12/03/15)

Puntata numero ventuno della terza stagione di The Sodapop Fizz: Andrea Valentini è ospite di Emiliano e Stefano con una abbondante…

16 Mar 2015 Podcasts

Read more

Catlong - My Cocaine (Autoprodotto, 2008)

Tornano i cinque fantasy rockers lombardi Catlong. Questa volta con una ballad sbilenca e ubriaca, ma come al solito…

03 Apr 2008 Reviews

Read more

Orfanado – Iter (Sound Of Cobra, 2011)

Piccoli noiser cambiano pelle, almeno temporaneamente, in questo progetto che coinvolge gente impegnata anche con In Zaire, Lago Morto, G.I.…

23 Dec 2011 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top