Robert Lepenik – Postepeno (God/Entr’acte, 2012)

Robert Lepenik è un musicista austriaco attivo da parecchio tempo in diversi ambiti: partendo dal suonare la chitarra nel gruppo noise rock Fetish 69 (con un disco su Nuclear Blast) si è spostato negli anni verso la musica improvvisata/contemporanea, facendo parte di diversi ensemble e esibendosi anche come solista, continuando a cimentarsi con il noise assieme ai The Striggles. Postepeno è composto da cinque movimenti a base di sinusoidali e pianoforte, più una imponente bonus track da mezz’ora. Questo lavoro è ispirato da un collage bello e inquietante ad opera di un anonimo paziente psichiatrico viennese e qui il vuoto recita una grossa parte: frequenze spettrali accompagnate da rare ed isolate note di piano si susseguono senza fretta in poco più di mezz’ora, utilizzando con maestria il tempo a disposizione riuscendo a non annoiare e nemmeno a rimanere puro sottofondo. Segue sullo stesso stile e con la stessa efficacia il pezzo Grete Vor Dem Haus, già edito in passato su CDr e non distante da Postepeno: il tasso di musicalità qui aumenta lievemente, dato che le frequenze spariscono per lasciare spazio a scarni accordi di pianoforte; una registrazione di qualità dà la possibilità di apprezzare questo disco nel modo migliore. Data la discografia corposa di Lepenik non sono in grado di posizionare Postepeno all’interno del suo lavoro complessivo, ma di sicuro è un disco notevole.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Teatro Satanico – XX (Nedac, 2013)

Vent'anni che ci inquietano, i Teatro Satanico: il tempo vola, quando ci si diverte. Quattro lustri intensi, che vengono doverosamente…

23 Jul 2013 Reviews

Read more

Sodapop Fizz – Anno 3 Puntata 6 (13/11/14)

Sesta puntata della terza stagione di The Sodapop Fizz: Emiliano e Stefano in diretta con l'ospite speciale Pietro Riparbelli che…

17 Nov 2014 Podcasts

Read more

Kotha – XI (This Winter Will Last Forever, 2017)

Make Sodapop metal again, part. 2. Dopo Boslide è l’ora di Kotha, progetto esordiente che esce per un’etichetta che è…

12 Jun 2017 Reviews

Read more

Lēvo – S/T (Zen Hex, 2019)

La nuova uscita su 7” dell’aretina Zen Hex è il battesimo musicale del concittadino Lorenzo Cardeti, unico titolare del progetto…

26 Mar 2019 Reviews

Read more

Max Brand – IMA Focus (Chmafu/IMA, 2013)

Così a memoria non credo che su queste pagine si sia mai parlato di musica così indietro nel tempo: IMA…

01 Sep 2014 Reviews

Read more

Eagle Twin - The Unkindness Of Crows (Southern Lord, 2009)

Non è stato facile scrivere del disco d'esordio di questi Eagle Twin e anche ora, a giochi fatti, ho la…

22 Dec 2009 Reviews

Read more

The Tall Ships – On Tariffs And Discovery (Minority, 2011)

That's only post-rock, but I like it. Ecco cosa ho pensato qualche minuto dopo aver iniziato ad ascoltare On Tariffs…

04 Apr 2011 Reviews

Read more

Polite Sleeper - Lake Effect (Expect Candy, 2009)

Già di spalla a Parenthetical Girls e Wavves (con cui condividono poco come sonorità) e con un passato hc-punk…

24 Oct 2009 Reviews

Read more

Sleeping People - Growing (Temporary Residence, 2007)

Ricordate la Temporary Residence? L’etichettina americana post-rock melodico che fra le altre cose aveva stampato alcuni capolavori come Tarentel, Cerberus…

17 Oct 2007 Reviews

Read more

David Tangye/Graham Wright - How Black Was Our Sabbath (Pan,…

Il titolo e gli strilli sulla copertina promettono succosa ignoranza e lasciano presagire aneddoti da scambiarsi, la sera, di fronte…

22 Aug 2007 Reviews

Read more

Luther Blissett – Bloody Sound (Bloody Sound Fucktory/Eclectic Polpo/Brigadisco et…

Secondo lavoro per la interessante formazione bolognese dei Luther Blissett che ritorna dopo qualche rimaneggiamento tra le sue fila: perso…

18 Oct 2011 Reviews

Read more

Sean Noonan Pavees Dance - Tan Man's Hat (RareNoise, 2019)

Seconda uscita per l’ensemble Pavees Dance capitanato dal batterista di lungo corso Sean Noonan, un cantastorie moderno che, come evoca…

02 Jul 2019 Reviews

Read more

Appliance - Re-Conditioned (RROOPP, 2010)

Etichetta interessante la RROOPP, si concentra su pochissime uscite, una all'anno e poi stampa un triplo cd di una formazione…

03 Nov 2010 Reviews

Read more

Keiki - Popcorn From The Grave (Cheap Satanism, 2012)

Sedicente duo satanico con sede a Bruxelles, formato da un mezzo italiano alla chitarra e una mezza inglese alla voce.…

28 Nov 2012 Reviews

Read more

The Great Saunites – The Ivy (Neon Paralleli/HYSM?/Verso Del Cinghiale/Villa…

Torna a farsi sentire, con un vinile in tiratura limitata, il duo lodigiano, di cui avemmo modo di parlare un…

08 Apr 2013 Reviews

Read more

Mattia Coletti – The Land (Bloody Sound Fucktory/Town Tone/Wallace, 2011)

Verso l'opera di Mattia Coletti nutro sentimenti contrastanti: ho amato incondizionatamente ogni suo lavoro in duo, dai Polvere (con Xabier…

14 May 2012 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top