Rara Avis – Mutations/Multicellulars Mutations (dEN, 2013)

Prendete Stefano Ferrian al sax tenore e soprano, Simone Quatrana al piano, Luca Pissavini al contrabbasso e SEC_ ai nastri ed elettronica: quattro bei nomi del giro impro italiano, attivi in un ambito che va dal jazz all’elettronica. Ora aggiungete un fuoriclasse con Ken Vandermark coi suoi sax baritono e tenore e provate a immaginare cosa possa saltar fuori da un progetto come Rara Avis.
Non è facile, lo ammetto. La carne al fuoco è tanta, gli ambiti di competenza i più disparati, ma il modus operandi dell’ensemble è tale da permettere a tutte le varie componenti di confluire in un solco al contempo organico e vario, senza sacrificare la fruibilità: assente una sezione ritmica designata e  azzerata ogni gerarchia fra gli strumenti, tutto viene ricostruito su basi nuove, liberi da ogni sovrastruttura, mentale in primis. L’improvvisazione è il campo di gioco che è stato scelto, il jazz lo stile prevalente, ma è reso in una forma talmente libera ed aperta che si compenetra senza problemi con elementi di elettroacustica e musica concreta. Nascono così sei brani che si prestano ad essere fruiti come un’unica, lunga traccia, che passa da momenti minimali ad altri più densi e nervosi (Natural Selection, Speciation), da melodie malinconiche (Gene Flow) ad accelerazioni serrate che sfociano in liberatorie orge strumentali (Mutation). Più che la forza muscolare i musicisti preferiscono però mettere in evidenza la complessità e bellezza della trama, senza trascurare una sensibilità melodica che, pur occultata da strutture poco convenzionali, è uno degli elementi più caratterizzanti dell’ensemble: quella di Mutations è musica anarchica nel senso ideale e più pieno del termine, dove la libertà assoluta non scade mai nel caos fine a sé stesso. Ma i Rara Avis non si fermano qui: c’è un secondo CD, Multicellular Mutations, dove i cinque si associano liberamente in forma di duo o terzetto e vanno a battere ancora nuovi percorsi. I brani sono sempre sei, ma decisamente più brevi dei precedenti: si apre e si chiude con un duetto tra Ferrian e Vandermark, che dimostrano ottimo affiatamento sia quando c’è da dare libero sfogo agli strumenti sia con atmosfere più soffuse, mentre nel mezzo si sperimentano tutti le possibili combinazioni e stili, dalle schermaglie elettroacustiche fra l’americano e SEC_ al jazz dal sapore classico del terzetto Vandermark/Quatrana/Pissavini, segno che l’ensemble non si preclude nessun tipo di linguaggio. In definitiva siamo al cospetto di un progetto complesso e affascinante che, com’è naturale, troverà la massima compiutezza dal vivo, ma che anche su disco riesce ad essere pienamente appagante: ad ogni ascolto rivela sempre nuovi aspetti e sfumature.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Noise Of Trouble – Distopia (Brigadisco, 2012)

La recensione dell'ultimo album dei Mombu sul fondamentale blog Il Teatrino Degli Errori, recitava "Fra le tante, citiamo tre piaghe…

31 Jan 2013 Reviews

Read more

Connect_icut - Small Town By The Sea (Aagoo, 2014)

Torna su Aagoo con un altro disco Connect_icut, dopo l'interessante Crows & Kittywakes & Come Again dell'anno scorso: e non…

23 May 2014 Reviews

Read more

Wussy - Buckeye (Damnably, 2012)

Wussy è un progetto nato nel 2001 a Cincinnati. E' stato scritto di loro che, dal 2005, anno in cui…

26 Jun 2012 Reviews

Read more

Il Guaio - S/T (Lingua, 2014)

Dalla Lingua Records, satellite dell' universo Minus Habes, arriva questa interessante deriva electro pop. Il Guaio è un piacevole incrocio…

17 Jul 2014 Reviews

Read more

Julia Kent - Green And Grey (Important/Tin Angel, 2011)

Torna col suo secondo disco solista la violoncellista Julia Kent, canadese residente a New York, ma in realtà cittadina del…

11 May 2011 Reviews

Read more

Ongaku2 – Short Stories (La Bèl, 2013)

Dire prolifico è dir poco per il duo di Elia Casu e Paolo Sanna (molto attivi anche in altri progetti),…

05 Aug 2013 Reviews

Read more

Mekanik Komando - Shadow Of Rose (Catsun/Monotype, 2010)

Iniziamo parlando della Monotype anche perché la Catsun ne è una sussidiaria e incominciamo con il dire che si tratta…

21 Oct 2010 Reviews

Read more

VV. AA. - Cinque pezzi facili 5 (Under My Bed,…

Capolinea per la serie Cinque Pezzi Facili: quinto capitolo, ultimi due gruppi. E finalmente, accostando le copertine, potrete riconoscere il…

20 Feb 2013 Reviews

Read more

Rosolina Mar/Trumans Water - Split (Robotradio, 2007)

La Robotradio grazie ad un parto gemellare, oltre a Lucertolas, regala un nuovo capitolo della sua personale serie che unisce…

19 Dec 2007 Reviews

Read more

The Hand To Man Band - You Are Always On…

La sola parola supergruppo credo faccia mettere mano alla fondina a più di un lettore... e invece questa volta dietro…

06 Nov 2012 Reviews

Read more

Francisco Lopez/Luca Sigurtà - Erm (Fratto9 Under The Sky, 2013)

Decisamente un disco che lascia spazio ai vuoti questo Erm, un brano a testa diviso tra Francisco Lopez e Luca…

02 Dec 2013 Reviews

Read more

Gli Altri - Fondamenta, Strutture, Argini (Taxi Driver, 2013)

Crossover nel senso più nobile della parola sempre se oggi ha ancora una ragione utilizzarla. Il quintetto savonese ricorda…

26 Apr 2013 Reviews

Read more

Barzin - My Life In Rooms (Weewerk/Monotreme, 2006)

Dall'iniziale, perfetta, Let's Go Driving sembra arrivato il momento di fare i conti con uno dei dischi del 2006. Poi…

19 Aug 2006 Reviews

Read more

The Giant Undertow - The Weak (InTheBottle/Shyrec/Indipendead/PopeV, 2016)

Obliquo e un po' sbronzo il folk di Lorenzo Mazzilli è ricco di un mood irresistibile e coinvolgente. A cercar…

21 Oct 2016 Reviews

Read more

Sir Richard Bishop & W. David Oliphant / Karkhana with…

Carte Blanche è il nuovo split pubblicato dalla Unrock nella Saraswati Series, un interessante tassello di musiche altre che vanno…

04 Apr 2019 Reviews

Read more

Pajo - 1968 (Drag City /Wide, 2006)

Ci sono nomi che spesso compaiono qua e là, quasi per caso e in sordina, poi, facendo un rapido bilancio…

15 Sep 2006 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top