Psycho Kinder – Perì Phýseos (Fonetica Meccanica, 2021)

Psycho Kinder, entità mutevole ma dotata di un baricentro ben saldo, capace di trova ogni volta nuovi compagni che ne condividano l’indole composta e oppositiva, si presenta all’appuntamento del sesto album con un titolo che rivela senza possibili fraintendimenti la fonte a cui i testi attingono: Perì Phýseos, Sulla Natura, opera del filosofo greco Eraclito. Come già annunciato, il lavoro è condiviso con Maurizio Bianchi, personaggio che non necessita presentazioni e del quale è giusto appena ricordare la scelta di estraniarsi dalla vita pubblica che lo rende ideale fiancheggiatore della poetica disallineata di Alessandro Camilletti. Che in questo nuovo episodio l’artista marchigiano metta la voce ma non le parole non rende il lavoro meno personale: l’attenta ricerca e selezione di brani altrui e la loro ricomposizione in un’opera coerente ed autonoma, è di per sé un atto creativo originale, cosa evidente nella grande quantità di rimandi e suggestioni che i concetti, pur disposti secondo il linguaggio sintetico proprio delle ultime pubblicazioni dell’autore, sanno creare. La voce stessa, sempre recitata, talvolta filtrata, conferisce alle parole peso sempre diverso frazionando il testo per l’intera lunghezza del brano (Track 8), duplicandolo in mantra che ne rafforzano i significati (Track 6) o in loop che ne creano continuamente di nuovi (Track 4 e Track 9), oppure ergendosi lapidaria per poi lasciare spazio al suono (Track 3) di un Bianchi particolarmente in palla, capace di creare musiche esse stesse strumento per la trasmissione e l’approfondimento dei contenuti. Perì Phýseos è innanzitutto un’opera che guarda alla realtà da una diversa prospettiva, quella di un cosmo increato e di un tempo circolare, vedendo in questo moto perpetuo, che porta gli estremi a toccarsi, una fonte vitale: quanto l’idea di una simile fusione possa essere impopolare, in tempi di pigri manicheismi e di settarismo ottuso, non è inutile sottolinearlo. Questo disallineamento rispetto alla retorica imperante lo evidenzia già il primo brano che chiama a raccolta i prescelti: nottivaghi, magi, posseduti da Dioniso, menadi, iniziati. Se siete fra questi potrete conoscere la natura del cosmo (Track 2) e capire che “Ciò che si oppone converge, e dai discordanti bellissima armonia” (Track 3); è a questo punto che la musica, fino ad ora discreta accompagnatrice, esplode in 11 minuti di massimalismo sonico fra droni impazziti, svisate dal sapore prog, ritmi, volumi assordanti: un’ipertrofia che sottolinea l’idea dirompente portataci dalle parole e ci conduce in un attimo oltre la metà del lavoro. Qui i contorni si fanno meno definiti, la lingua più allusiva e le immagini maggiormente esoteriche; il senso generale rimane chiaro, ma altri possibili significati si affiancano al filone principale, fra fanciulli che giocano a scacchi su dub post-industriali (Track 8) e improvvise rivelazioni durante inquieti dormiveglia (Track 7). L’invito finale a sperare l’insperabile, irraggiungibile con la sola razionalità, sigilla un lavoro dal peso specifico notevole, indisponibile al compromesso ma propositivo, esso stesso apprezzabile solo staccandosi da ogni convenzione e idea preconcetta. Fatevi iniziare, dunque.

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Noise Female

Breve escursione nell’affascinante stato dell’arte del suono femminile del 2018. Il breve percorso che stiamo per fare non vuole aggiungere nulla…

21 Dec 2018 Articles

Read more

Celtic Frost - Monotheist (Century Media/Prowling Death, 2006)

Quante volte Thomas G. Warrior ci avrà rimuginato sopra negli ultimi dieci anni? Me lo sono spesso domandato. Molte volte…

29 Jul 2006 Reviews

Read more

Enrico Ruggeri/Elio Rosolino Cassarà – Musteri Hinna Föllnu Steina (Neverlab…

Enrico Ruggeri (non quell'Enrico Ruggeri…) suonava negli Hogwash, uno dei tanti gruppi comparsi sull'incredibile serie PO Box 52 della Wallace,…

07 Mar 2013 Reviews

Read more

Caligine - I 3” (Monstre Par Exces, 2008)

Meglio tardi che mai, ed effettivamente ci ho impiegato un po’ di tempo a recensire questo 3” dei Caligine, sia…

30 Apr 2009 Reviews

Read more

Hyperwulff - Volume 1: Erion Speaks (Martire / Death Crush…

Implacabile bordata post-hardcore per l'iperlupo che, a dispetto dell' impatto frontale, rivela non poche gemme "insospettabili" all' interno dei propri…

27 Jul 2015 Reviews

Read more

Ich Niente - Incerchio (Bosco/Into My Bed, 2010)

"Nuovo capitolo di improvvisazioni chitarra/effetti a pedale ad opera Mirco Rizzi e Daniele Brusaschetto", una presentazione decisamente conforme ad entrambi…

13 Jan 2011 Reviews

Read more

F:A.R./ODRZ/Mulo Muto – 28/10/2017 Spazio Ligera (Milano)

Una serata Luce Sia al sempre attento Ligera è una buona ragione per convergere su Milano, tanto più se il…

27 Dec 2017 Live

Read more

Toshimaru Nakamura - Re-Verbed (No-Input Mixing Board 9) (Room40, 2018)

Toshimaru Nakamura è uno dei pionieri del no imput mixing, accanito nel sondare ed esplorare questa pratica facendola avanzare di…

06 Jul 2018 Reviews

Read more

Vanessa Van Basten - Ruins: Sketches And Demos (Solar Ipse,…

Superbo atto che chiude una fase per una delle più importanti e sottovalutate band indipendenti del panorama italiano. Il CD,…

03 Apr 2015 Reviews

Read more

Maurizio Abate – A Way To Nowhere (Boring Machines/Black Sweat,…

Membro del collettivo Eternal Zio e collaboratore dei più svariati musicisti (Jooklo Duo, Kawabata Makoto degli Acid Mothers Temple, BeMyDelay…)…

05 Jun 2014 Reviews

Read more

Sonic Wolves - Before the End Comes (Taxi Driver, 2016)

L'inarrestabile  Gianni "Vita" Vitarelli (Ufomammut, Rogue State) nonostante la prossima soglia delle cinquanta primavere non sembra patire il peso del…

07 Oct 2016 Reviews

Read more

Viridanse - Gallipoli 1915 E Le Altre Storie (Silentes, 2012)

Non suona affatto bizzarro il recupero della discografia completa dei Viridanse, in un'epoca in cui il suono new wave è…

10 Jan 2013 Reviews

Read more

XxeNa & D.B.P.I.T. - White Stories Of Black Whales (Gatto…

Oggi, quando si parla di multimedialità, si pensa a qualcosa che permette la fruizione di un lavoro che coinvolge contemporaneamente…

23 Aug 2016 Reviews

Read more

Stefano De Ponti - Malagrazia_________ Landfall (Luce Sia, 2018)

Dell'omonimo spettacolo Malagrazia di Phoebe Zeitgeist (ideazione e regia di Giuseppe Isgrò) metabolizziamo la colonna sonora o sarebbe più corretto…

05 Mar 2019 Reviews

Read more

Taub - Bedtime Stories (Nonine, 2008)

Per quanto si tratti di un'etichetta nata da poco tempo la Nonine non è davvero niente male, fino ad ora…

05 Sep 2008 Reviews

Read more

Noise Trade Company - Crash Test One (N-Label, 2008)

Gianluca Becuzzi non è esattamente l'ultimo arrivato (rileggersi a questo proposito l'intervista pubblicata su Sodapop ormai più di un anno…

17 Dec 2008 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top