Pretty Flowers – EP (Bananaseat, 2005)

Che poi a me queste cose piacciono pure… indierock che tende al punkrock con singalong a manetta e con armonie vocali in doppio genere, ragazzo/ragazza. Canzoni veloci, sorprendentemente melodiche, che riportano alla mente quasi certi Blake Babies; tre pezzi tre, autoprodotti, alla ricerca di quel tozzo di carne cui tutti tendono.
Che poi sta tutto lì. Escono troppi dischi all'anno: milioni, miliardi di gruppi registrano e stampano e distribuiscono la loro musica. Che non può, a volte non vuole, essere tutta bella e originale. A volte è solo bella; a volte solo originale. E tutte le sfumature che stanno in mezzo. 
Con I Pretty Flowers ci troviamo di fronte ad un combo che mette insieme inglesi, americani e russi, altro che guerra fredda, che tiene il charleston dritto senza scombinare mai i capelli, che piazza il basso più punkrock che io abbia sentito dai tempi dei MessyMale e che distorce la chitarra a botte di fuzz. Dunque l'originalità rimane a casa. E scatta il divertimento. Su Riot, "voglio iniziare una rivolta", si parte ignoranti e la casa è salva grazie alle armonie del controcanto femminile. Su Knife Fight, il pezzo più riuscito, ci sono rimandi ai cambi di accordi dei perfetti Volumizer, nonostante la strofa ricordi da vicino l'ultima, e ad oggi unica, fatica degli Evens. La chiusura affidata a  I'Ve Got Your Love inizia con uno stentato arpeggio di chitarra da liceo prima di partire con un incrocio mistico di chitarra tirata via dai Ramones e un duetto degno degli ultimi Blake Babies pre primo scioglimento.
Invero, niente di eccezionale, non ci si stupisce che questo cd sia autoprodotto. Forse con una produzione più up to date e un look più a la page ci sta pure che sfornino qualche ulteriore singolino carino.
Cercherei, nella speranza di essere contraddetto, di non aspettarmi niente di più.

Tagged under: , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Dona Ferentes & Rag Mother - S/T (Nighthawks Tapes, 2008)

Primo split per la Nighthawks Tapes in cui apre le danze (si fa per dire) Dona Ferentes & Rag Mother che…

14 Jan 2009 Reviews

Read more

Monktronik (Pasquale Innarella & Roberto Fega) – S/T (Setola…

Il nome dato a questo progetto fornisce coordinate piuttosto precise di ciò che troveremo nel disco CD. Monktronik è il…

30 Jun 2014 Reviews

Read more

Movie Star Junkies - Son Of The Dust (Outside Inside,…

Mi piacerebbe parlare di questo nuovo recentissimo album dei Movie Star Junkies, fuori per Outside Inside Records esclusivamente in formato…

18 Apr 2012 Reviews

Read more

Sebastiano Carghini – Tpeso (Kohlhaas, 2017)

Ci informa il comunicato stampa che la ricerca di Sebastiano Carghini – musicista italiano di stanza in Olanda – è…

20 Dec 2017 Reviews

Read more

Papier Tigre - S/T (Collectif Effervescence, 2007)

Disco che gronda Chicago, Washington e indie / math rock metà '90 da tutti i pori. Potremmo indicare,…

06 Nov 2007 Reviews

Read more

Kill Me Tomorrow / Dance Disaster Movement - Split CD…

Non credo di aver ben capito quello che sta succedendo. Il ballo spastico è diventato di moda? La presentazione mi…

16 Aug 2006 Reviews

Read more

Connect_icut - Crows & Kittywakes & Come Again (Rev Laboratories/Aagoo,…

Seconda uscita per la sussidiaria più elettronica della Aagoo e secondo centro: Connect_icut in quaranta minuti riesce a mostrare tutte…

14 Mar 2014 Reviews

Read more

Picore - Assyrian Vertigo (Jarring Effects, 2012)

Concettuale e ostico, il sestetto francese Picore si immerge con l'album Assyrian Vertigo in una sorta di delirio in…

03 May 2012 Reviews

Read more

A Dog To A Rabbit - S/T (Lady Lovely, 2010)

Interessante peculiarità quella della Lady Lovely che come per Betzy anche con A Dog To A Rabbit  sforna una band…

16 Feb 2010 Reviews

Read more

PAQ – Block Notes (Neguse Group, 2010)

Nel continuo rimando di riferimenti che scatta nella mia testa quando mi metto ad ascoltare un disco, c’è la solita…

20 Oct 2010 Reviews

Read more

Giardini Di Mirò - Good Luck (Santeria, 2012)

I Giardini Di Mirò - come, sono convinta, per moltissima gente più o meno della mia età - sono stati…

17 Apr 2012 Reviews

Read more

The Star Pillow - Fattore Ambientale (Autoprodotto, 2012)

The Star Pillow è il duo formato da Paolo Monti e Federico Gerini a base di suggestioni cinematiche e sognanti…

18 Dec 2012 Reviews

Read more

Sakee Sed – Alle Basi Della Roncola (Mousemen, 2010)

Quelle contenute in Alle Basi Della Roncola, esordio dei Sakee Sed, sono canzoni da balera, o da saloon, suonate con "sentimento…

24 May 2010 Reviews

Read more

Gianluca Becuzzi - Deeper (CD Luce Sia, 2022)

Deeper è la terza parte di una trilogia iniziata nel 2017 e comprendente i lavori RedruM e TheenD, in questo…

29 Mar 2022 Reviews

Read more

Viarosa - Where The Killers Run (Tarnished, 2007)

Scribacchiare di musica è come registrare gruppi. Ti dà la possibilità di provare quello che le scelte che hai fatto…

18 Nov 2007 Reviews

Read more

Luigi Turra - Enso (Smallvoices, 2007)

Se non si chiamasse Luigi Turra e se non sapessi che è italiano, ascoltando il disco avrei pensato che si…

16 Nov 2007 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top