since 1997, our two cents on indie/punk/post/electronica and more...

Picastro – Become Secret (Block Recording Club/Monotreme, 2010)

La voce di Liz Hysen non si dimentica facilmente e anche se non ho seguito più i Picastro dal loro esordio Red Your Blues, li ritrovo qui con Become Secret arrivati al quarto disco in piena forma. Al tempo dell'esordio (2002) nessuno si era ancora impallato con il prewarfolk/indiefolk e compagnia, ma nonostante questo quel disco piacque ad un sacco di persone.
Adesso che Devendra Banhart furoreggia negli ambienti "giusti", spero che anche ai Picastro venga tributata la giusta attenzione, ma in ogni caso questa sembra proprio la classica ragazza che tira avanti dritta per la sua strada comunque vada. A questo giro dichiara nelle interviste che il western, Cormac McCarthy, la bibbia e Antonioni sono state sue fonti ispiratrici e non si stenta a crederlo; il suono complessivo è come sempre cupo e solitario, sapiente miscela di vuoti e pieni, per nulla "piacevole" o retrò, con chitarra acustica e violoncello in evidenza mentre a farla da padrona è sempre la voce, e che voce… Musica da deserto dell'anima, per emozioni forti e struggenti.

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Back to top