Passe Montage – Oh My Satan (African Tape/Ruminance, 2009)

African Tape + Ruminance = math, post, free-rock? Ma certo che sì, la soluzione più semplice a volte è la più corretta e questo disco dei Passe Montagne nel bene e nel male non fa nulla per esulare dal recinto in cui l’abbiamo rinchiuso con queste tre definizioni. Un lavoro molto fisico, come d’altra parte lo era stato l’esordio, ed ancora molto melodico proprio come anche il primo disco, però la formula è sensibilmente migliorata, le canzoni sono più agili, più vigorose ed anche le melodie sono ancora più a ficcanti.
Miglioramenti anche nella costruzione dei pezzi che, nonostante gli innumerevoli stop and go e i vari cambi di tempo stacchi e contro stacchi, non risulta mai eccessivamente macchinosa, pur rimanendo nell’ambito ingegneristico (basti sentire 98% Cuir 2% Sky o la Loi C’est La Loi che sciorina una serie di belle idee fra sbavature e storture che restano pur sempre melodiche). I francesi suonano quasi da americani, anzi suonano meglio di molti americani, il problema è che non fanno davvero nulla per uscire da quel ghetto in cui il modello di riferimento rimane pur sempre su di un altro piano, un po’ come il personaggio del "Duca" si eleva rispetto agli altri delinquenti comuni in Fuga Da New York. Insomma se uno può accampare lamentele al signor Kevin Shea per degli Hey!Tonal che ripropongono tutti gli stilemi del genere al meglio ma pur sempre in modo classico, è altrettanto vero che ci sarebbe di che lamentarsi con i transalpini che non reggerebbero all’analisi del "gran giurì" degli snob (ivi me incluso e mi scuso… giuro io uomo biango buono!). Mazzulato a dovere anche dove compaiono delle belle melodie, perizia tecnica di quelle che dimostrano che "il ragazzo si è impegnato… e ha studiato…" e si sente che ha studiato, per altro suo figlio a quanto pare non è mica l’ultimo dei coglioni… ma a maggior ragione da un gruppo che ha le capacità ed il gusto di suonare quello che vuole: non è lecito chiedere qualcosa di più? Perché accontentarsi della sufficienza quando il ragazzo potrebbe dare di più?

Tagged under: ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Tetuan - Tela (Brigadisco/I Dischi Del Minollo/Onlyfuckingnoise et al. 2011)

Tela è il disco d'esordio del trio marchigiano Tetuan, ripescato dal cesto a inzio 2013. In realtà l'album era…

14 Mar 2013 Reviews

Read more

Punk 'n' Rai (prima parte)

Il punk? Musica paranoide e sgradevole. I punk? Una rimasticatura di James Dean e dei Teddy Boys. Così la Televisione…

21 Apr 2013 Articles

Read more

Rainer Maria - Catastrophe Keeps Us Together (Grunion, 2006)

Even if Rainer Maria are an emo band, Catastrophe Keeps Us Together is not an emo album. Con questa citazione…

24 Jul 2006 Reviews

Read more

Rock And The City - Death Is Not The End?

Quando queste righe saranno consegnate alla Rete delle reti, Pasqua sarà andata e venuta in un battibaleno, col suo significato…

23 Apr 2007 Articles

Read more

Kevin Sampson - Rock Trip (Anagramma/Newton Compton, 2006)

Ammettiamolo: un appassionato di musica non ha bisogno di vedere Beautiful e simili per assistere a intrighi, divorzi, liti furiose,…

04 Oct 2006 Reviews

Read more

Kamikaze Queens - Automatic Life (Sounds Of Subterrania, 2011)

Quintetto berlinese di un certo spessore che ama modestamente auto-definirsi Berlin Punk Cabaret. Cortese sintesi per esprimere che contengono qualsiasi…

15 Feb 2012 Reviews

Read more

Vuur - Vuurviolence (Shove, 2007)

Mi spiace che qualcuno conoscendomi possa pensare che io sia scarsamente obiettivo nel parlare di Shove per causa della conoscenza…

25 Jul 2007 Reviews

Read more

Gerda/Lleroy – Vipera/Siluro (Bloody Sound Fuctory, 2017)

Fra tutti i 7” della serie Volumorama finora usciti questo marchigiano DOP non è forse quello dal peso specifico maggiore…

02 Oct 2017 Reviews

Read more

Luca Sigurtà + Gino Delia – 13/05/12 Il Revisionario (Brescia)

È in qualche modo confortante vedere che esiste una sorta di ricambio anche nella vita culturale di una città. Per…

25 May 2012 Live

Read more

Bilk - This Bilk Is Radioactive (Moonlee, 2006)

Un gruppo croato il cui disco è uscito nel 2006 su sodapop? Sono in effetti due anni che mi zampetto…

20 Feb 2008 Reviews

Read more

Nudist - See The Light Beyond The Spiral (Santavalvola/Taxi Driver/Shove/Deathcrush/Oniric/DioDrone,…

Nella più contemporanea tradizione sludge, il viatico dei nostrani Nudist fuoriesce istantaneamente dall'atmosfera come attacca l'apripista Horror Vacui. Immediatamente veniamo…

01 Apr 2015 Reviews

Read more

Papier Tigre - S/T (Collectif Effervescence, 2007)

Disco che gronda Chicago, Washington e indie / math rock metà '90 da tutti i pori. Potremmo indicare,…

06 Nov 2007 Reviews

Read more

Dirty Trainload – Trashtown (Otium, 2011)

Duo di blues elettrico e grezzo, nei suoni, ma dalle soluzioni decisamente fini, questi Dirty Trainload, rimandano ai The Kills…

25 May 2011 Reviews

Read more

Guano Padano - S/T (Important, 2009)

La spina dorsale della band di Capossela dà forma a questo interessantissimo progetto "cinematico e sognante" (mai termine fu più…

27 Jan 2010 Reviews

Read more

dUASsEMIcOLCHEIASiNVERTIDAS – 4 (Eclectic Polpo, 2012)

E' una grande sorpresa l'ascolto di questo entusiasmante combo portoghese dall'impossibile nome di dUASsEMIcOLCHEIASiNVERTIDAS (si, so cosa significa, qualche anima…

13 Apr 2012 Reviews

Read more

Toni Bruna - Fogo Nero (autoproduzione, 2021)

La mente fa strani, stranissimi collegamenti. Evoca piccole cose che, anni fa, hanno lasciato un segno. Formigole. Nel 2011 a Trieste accadde…

14 Feb 2022 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top