Nicola Di Croce – Istruttiva Serie (Kohlhaas, 2015)

“Un percorso non lineare che procede per tentativi” così la cartella stampa descrive Istruttiva Serie, una definizione azzeccata che lascia aperta la questione verso cosa proceda questo lavoro di Nicola Di Croce (AIPS Collective, Walkingsoundtracks). Potremmo vederlo con un’ipotesi di musica folk contemporanea che si muove fra tradizione e modernità facendo convivere field recordings e trame acustiche con ruoli non sempre fissi, ma forse è un’idea un po’ eccessiva, qui giochiamo in tutt’altro campo e sebbene qualche assonanza ci sia tale definizione suonerebbe un po’ ridicola. Vero è però che un certo spirito in comune c’è e parlerei quindi di folk analitico con l’accento spostato sul secondo termine: i suoni di una cultura che dura nel tempo (parlate dai forti influssi regionali, suoni di lavori) coesistono con  processi acustici moderni e melodie atemporali senza che il musicista operi una completa fusione che rischierebbe di dissolvere le caratteristiche proprie di ogni elemento. Il disco esce in vinile e il primo lato è interamente occupato da una lunga composizione che da una struttura inizialmente informe fa emergere melodie, conversazioni divertite, suoni metallici (si direbbero di un’officina) che generano inconsueti pattern ritmici, droni rumorosi che soffocano parole e melodie. Al dato storico del field recordings il musicista sovrappone il commento del suono processato e il ricordo malinconico portato dalle fragili melodie di chitarra, un discorso che si fa ancora più chiaro sul secondo lato dove i brani più brevi permettono una migliore focalizzazione. II è una piccola gemma per chitarra e rumori che potrebbe ricordare il Mattia Coletti più ispirato, III è una pulsazione meccanica che nella seconda parte si abbandona alla malinconia, IV e V tentano una strada per dare senso melodico al rumore contemporaneo. Rispolverando un abusato (e non sempre vero) adagio secondo cui viaggiare è meglio di arrivare, vien da pensare che Istruttiva Serie valga per quanto riesce a comunicarci di un momento che è al contempo passato e futuro e che grazie a un’indefinitezza di fondo non si fissa in una forma data ma continua a parlarci.

Tagged under: , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Luca Sciarratta + Tiziano Milani - Spatial Impulse Response Rendering…

Gran bella collaborazione questa in cui sono coinvolti il boss della rudimentale con Milani, di cui abbiamo recensito l’ultimo lavoro…

26 Mar 2009 Reviews

Read more

Rock And The City - L'Anno Che Venne E Se…

Siamo tutti qui - non è il Braccobaldo Show, ma poco ci manca - alle prese col consueto rito, sempre…

03 Jan 2007 Articles

Read more

Neptune/One Second Riot - S/T (Distile, 2007)

Entusiasmante debutto per questo manipolo di giovani degenerati. Aprono i Neptune con un "rock sincopato" e "disossato" quanto un pollo…

21 Aug 2007 Reviews

Read more

Black Rainbows - Holy Moon (Heavy Psych Sounds, 2013)

Ancora una volta musica circolare: tanti infiniti vortici che rimpiccioliscono progressivamente senza mai riuscire ad annullarsi. Con i Black Rainbows…

18 Jun 2014 Reviews

Read more

MDF - Horvs (Farmacia901/MidiD'unFaune, 2010)

Insieme alla splendida uscita di Kaeba, Farmacia901 insieme a MidiD'unFaune licenzia questo disco degli MDF che esce con grafica corredata di blocchetto…

16 Jan 2011 Reviews

Read more

Amusin' Projects - Mistery In The Making, Vol. 3 (Autoproduzione,…

Rimaniamo in ambito bizarre, ma stavolta su differenti coordinate. Amusin Projects, autentica dichiarazione di intenti, è il progetto dietro cui…

19 Sep 2021 Reviews

Read more

La Morte + Valerio Cosi – 27/04/2014 Santa Maria In…

Una notte di freddo e acqua a catinelle che più della fine di aprile pare annunciare l’inizio dell’autunno, l’Adige gonfio,…

16 May 2014 Live

Read more

Father Murphy – Calvary (Blue Tapes, 2015)

“Questo è un Calvario, non è mica una scampagnata!” diceva il Necchi al Melandri, impegnato ad interpretare Cristo in una…

28 Jan 2015 Reviews

Read more

FR Luzzi - Happiness Is An Overestimated Value (Arab Sheep,…

Elogio della lentezza. Elogio della velocità. Andare forte e consumare tanto. Non sgasare e guidare in sicurezza. Elogio della regolarità.…

16 Jul 2006 Reviews

Read more

Erigoamabile – S/T (Autoprodotto, 2010)

Direttamente dalla zona dei cinque laghi, l’eporediese Erigoamabile tira fuori dal cassetto una manciata di pezzi assemblati tra il 2006…

29 Jan 2011 Reviews

Read more

Buzz Aldrin - S/T (Unhip/Ghost, 2010)

Un gruppo di cui mi sembra che si sia parlato e che si parli parecchio, un po' perché avevano fatto…

17 Feb 2011 Reviews

Read more

Drowning In Wood – S/T (Scissor Tail, 2015)

Vincenzo De Luce (Zero Centigrade) e Sergio Albano (Grizzly Imploded, Monte Ossa) si incontrano in un territorio lontano da quelli…

12 Jan 2016 Reviews

Read more

Bill Dolan / JBe Split 7" (Sixgunlover, 2010)

Che se c'è un gruppo che non ho mai capito perchè non è capostipite di una filiazione di dei in…

20 May 2010 Reviews

Read more

Kleemar/Trus! - Banana Split (God Bless This Mess/Moonlee, 2013)

Era da un po' di tempo che non ascoltavamo musica proveniente dalla Slovenia: ci pensa lo split LP tra le…

03 Apr 2014 Reviews

Read more

Black Bananas + Vin Blanc/White Wine – 15/11/2014 Interzona (Verona)

In una sera dove, un po’ il maltempo, un po’ i tanti appuntamenti programmati in città (oh, i Subsonica al…

21 Nov 2014 Live

Read more

Persian Pelican - How To Prevent A Cold (Autoprodotto, 2012)

Placidamente pop. Indie pop. Elettroacusticamente indie pop. Questo giusto per tentare di riassumere in maniera funzionale il secondo lavoro, dopo…

23 Jan 2013 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top