Nadja + Whitehorse + Ivens + MV – 15/10/10 The Curtin Bandroom (Melbourne)

Arriviamo giusto in tempo all'ultima data disponibile nel continente australiano per vedere i Nadja, che hanno accompagnato i Dead Meadow per questo loro tour downunder aggiungendo date qua e là, tanto da suonare praticamente tutte le sere, come ogni vero gruppo americano "on the road": contate che sarà la quarta/quinta sera almeno in cui suonano a Melbourne nel giro di due settimane; nonostante ciò alla serata presenziano almeno un'ottantina di persone, forse richiamate anche dai tre gruppi di supporto locali e non… a casa nostra penso che una cosa del genere non sia neanche lontanamente immaginabile.
Purtroppo siamo in ritardo causa serata al pub (qualche concessione alle abitudini sociali degli australiani dobbiamo pur farla…) e al nostro arrivo siamo in tempo solo per ascoltare l'ultimo brano dei Whitehorse, che sembrano molto più veloci e aggressivi rispetto ai loro esordi più in tema "doom" e la miscela di noise e hardcore fa letteralmente tremare le pareti del locale, senz'altro un muro del suono che ci piacerebbe rivedere in azione; per la cronaca nella band militano tra gli altri Mark Groves (in Collapsed Toilet Vietnam, Dead Boomers e mille altri, oltre che "socio" dell'etichetta Sabbatical) e Peter Hyde (anche lui in Collapsed Toilet Vietnam e mille altri, oltre che gestore della bella etichetta Sweat Lung). Rapidamente si piazzano sul palco Aidan Baker e compagna cominciando a suonare il loro shoegaze-noise dilatato con l'aiuto di campioni di batteria; il nostro alla chitarra ed effetti si prodiga con la consueta maestria e la bassista ha sempre un volume un po' troppo alto per i miei gusti ma è molto più "in palla" rispetto a sei mesi fa: mi sembra infatti che i lunghi tour abbiano aiutato l'affiatamento della band e soprattutto le qualità di lei, dato che a differenza del concerto genovese da parte sua non emergono sbavature e anche la lunghezza dello show è più calibrata, evitando il pericolosissimo "effetto noia" che l'altra volta aveva fatto una strage. Menzione per il locale davvero perfetto in acustica prima di tutto, ma anche dal punto di vista funzionale con divanetti e sedie comodissimi e luci basse nei punti giusti… e queste cose aiutano molto in questo tipo di concerti "ambientali".

Tagged under: , , , , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Gaerea - S/T (Everlasting Spew, 2017)

Con qualche mese di ritardo sull'uscita segnaliamo questo interessante esordio dalle tinte decisamente fosche. Presentandosi come una via di mezzo…

30 Dec 2017 Reviews

Read more

Luca Majer - Matita Emostatica (Volo Libero edizioni)

Questo libro più CD edito da Volo Libero e mandatomi dallo stesso Majer, non raccoglie solo alcune memorie dell'autore relative…

16 Nov 2011 Reviews

Read more

Paul Beauchamp - Sala B: Intervention (Chew-Z, 2010)

Doppia uscita della Chew-Z in bilico fra la capitale sabauda ed un contesto internazionale, infatti se Tommasini si accompagnava a…

04 Feb 2011 Reviews

Read more

Caso - La Linea Che Sta Al Centro (To Lose…

E ancora con la menata che a me i cantautori, soprattutto se cantano in italiano, non fanno impazzire. E ancora…

29 May 2013 Reviews

Read more

Mir - S/T (Wallace/A Tree In A Field, 2009)

Qualcuno quest’estate mi ha parlato bene di questo trio e me l'ha presentato come un "gruppo alla Zu", ovviamente con…

19 Oct 2009 Reviews

Read more

Vincenzo Vasi - Braccio Elettrico (Tremolo A, 2010)

Che dire di Vincenzo Vasi? Che basta guardare le foto con cui si presenta per capire che si tratta di…

16 Mar 2011 Reviews

Read more

Reflue - A collective Dream (Shyrec, 2006)

Superpop anglofono di quello in stile Homesleep di poco tempo fa tanto per intenderci, ora la Homesleep ha fatto scuola?…

16 Oct 2006 Reviews

Read more

Stefan Fraunberger - Quellgeister #1 (Chmafu Nocords, 2014)

Questo disco parte dall'idea di Stefan Fraunberger di andare a suonare un vecchio organo in una vecchia chiesa al centro…

27 May 2014 Reviews

Read more

Larva 108 - Music For Cup Marked Stones (Inverno, 2011)

A poca distanza dall'uscita della raccolta per i primi dieci anni di Larva 108, Guido Bisagni (unico nome dietro a…

17 Apr 2011 Reviews

Read more

The Books – 30/04/11 Interzona (Verona)

Non sono mai stato un grande fan dei The Books: sulla carta quello che fanno è interessante, ma su disco…

21 Apr 2011 Live

Read more

Delay House - 3 (Stop, 2012)

I Delay House da Rimini propongono col terzo disco la loro interpretazione di suoni in salsa wave tenebrosa con …

05 Oct 2012 Reviews

Read more

Shonen Knife – Free Time (Damnably, 2011)

Ho scoperto le Shonen Knife anni fa grazie ad uno splendido split 7" in compagnia degli Shudder To Think (senza…

25 Oct 2011 Reviews

Read more

Prosperina - Faith In Sleep (Maybe, 2012)

Musica abbastanza lisa e consunta quella dei Prosperina, ma per chi ama chitarrismi elefantiaci in un magma psichedelico potrebbe esserci…

12 Dec 2012 Reviews

Read more

Protected By The Local Mafia - S/T (Autoprodotto, 2008)

Nel variegato e spietato panorama genovese fa piacere vedere emergere, tra gli altri, anche questi ragazzi (con un nome da…

22 Feb 2009 Reviews

Read more

Mount Eerie – Ocean Roar (P.W. Elverum & Sun, 2012)

A breve distanza da Clear Moon, sempre a nome Mount Eerie arriva Ocean Roar e si apre con Pale Lights, una…

22 Oct 2012 Reviews

Read more

Sodapop Fizz - Anno 3 Puntata 38 (16/07/15)

Puntata numero trentotto della terza stagione di The Sodapop Fizz, Emiliano e Massimo con una scaletta estiva ma non del…

19 Jul 2015 Podcasts

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top