Mondo Candido – Bizarre (Silence, 2006)

Ascoltare un nuovo disco dei Mondo Candido è, ogni volta, come sbirciare dalla vetrina di un negozio d'abbigliamento di lusso, alta moda: guardare ma non toccare. Tragicamente il revival delle sonorità italiane degli anni '60 e '70 ha imboccato vie tanto meno definite, a livello comunitario, quanto più dispersive, sul piano delle scelte personali. Molti si sono intruppati in un modo di essere alla "lo famo beat-strano", caschettandosi i capelli e zampettandosi le braghe. Un po' surf e un po' naive, alla maniera dei nostri incolti genitori capelloni. Poi c'è chi da anni ha fiutato chissà cosa, di sicuro non il successo sperato, come i Ridillo; ogni volta che esce fuori il loro nome ti percorre la schiena un orrendo brivido dalle fattezze di Red Ronnie e speri sia solo un brutto sogno. Poi c'è la frangia oltranzista degli ironici, quelli che stenti a credere che stentino a credere di starci dentro: i Montefiori Cocktail sono gli archetipi di questo sparuto plotoncino, in fuga per un mondo migliore, dove la Linea di Cavandoli torni in TV e non solo su magliette da 30e l'una. Ritornando alla metafora dei vestiti possiamo definire negozi vintage e dell'usato le tipologie di questi ultimi loungeofili, originali ma costosi, e dei capelloni, tarmati e contenti. I Ridillo li nascondiamo in fondo all'armadio e non ne parliamo più, ok? Però, si è detto, i Mondo Candido sono quel profumo intravisto dietro i manichini dei negozi ultra-chic, no? La bizzarria (per la pronuncia sentire la strascicata e sexy erre del singolo Bonjour L'Amour) di questo gruppo, con cui ormai ci scontriamo da anni, è l'aspetto impeccabile e la posizione invidiabile dei loro prodotti nel mercato. Li avevamo lasciati alle prese con una evoluzione meno clubbara, mai negata neanche qui, e più latin e classy del loro sound d'elezione. Gli avevamo augurato più o meno chiara fama e l'arrivo ad una (agognata?) visibilità alla Buddha Bar. Archiviati questi risultati, ecco che il pacchetto Moca trova la sua dimensione; sempre più dipendente dalla voce di Luisella, a suo agio a girare, microfono in mano, nella chill-out zone delle discoteche più in voga, alla ricerca di un principe ballerino che condivida con lei una Samba a Metà. La scrittura del duo Marrucci/Querci si libera da quella patina troppo club oriented e si allarga nel pop. Sempre più pop, dunque. Soul (la divertente La Rivoluzione), beat (Graffi Al Cuore) e una spruzzata di anni '80 (in Boy Say Ciao, ma, vi prego, forse non siamo ancora pronti a certi ripescaggi!); stili che caratterizzano i brani, invero mai troppo slegati, anche quando si salta dalla bossa jazzata, in Un'Altra Notte, alla distorta colonna sonora da poliziottesco, nel mio pezzo preferito del disco Allarma Rosso. Al solito. Da fuori della vetrina, mentre appanniamo il vetro respirandoci sopra, si godono sempre le stesse vibrazioni positive degli altri loro dischi: e l'appannamento e la mancanza di voglia di entrare sono solo nostra precisa decisione. Via si va e si sa cosa ci si lascia indietro, polemiche incluse, senza stupirsi, e senza curarsi, di quanto bene o quanto in alto i Mondo Candido continuino ad andare.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Hype Williams - Rainbow Edition (Big Dada, 2017)

Nonostante pare che Dean Blunt e Inga Copeland non siano più coinvolti in Hype Williams, mi giocherei qualcosa che lo…

11 Sep 2017 Reviews

Read more

Pietro Riparbelli & Emanuele Becheri – Metamorfismo (Taâlem, 2017)

Sembrano orientate a una maggior musicalità le recenti uscite di Pietro Riparbelli, sia come Zone Demérsale sia a suo nome…

01 Mar 2017 Reviews

Read more

Laika Nello Spazio - Dalla Provincia (Overdub, 2019)

Rabbioso trio proveniente dall'hinterland milanese e attivo fin dal 2016. Salta subito all'orecchio la presenza di due bassi che inevitabilmente…

11 Oct 2019 Reviews

Read more

Cezary Gapik - The Sum Of Disappearing Sounds (Karlrecords, 2012)

Immagino che molti di voi si lamentino della ripetitività dei dischi, del modo manicheo con cui gruppi o musicisti minori…

11 Oct 2012 Reviews

Read more

A Windy Season - Tidal (Amirani, 2012)

Se credessi nel senso e nell'utilità di fare una playlist di fine anno Tidal sarebbe senza dubbio nella top ten…

27 Dec 2012 Reviews

Read more

Levator - The Biggest Waves Come At Night (Levator Music,…

Recentemente qualcuno lo ha definito dreamcore: un fumoso intruglio di loops, onirico shoegaze ed eteree santità di sapore Cocteau…

24 Feb 2009 Reviews

Read more

Dead Elephant + Zeus! + Spring Is Reverber – 27/12/09…

E si arriva così all'ultimo atto. Dopo due anni di attività, con molti dei migliori nomi del panorama italiano e…

12 Dec 2009 Live

Read more

Hazardous Waste - Double Penetration (Autoprodotto, 2013)

Ancora loro. Dopo lo sfacelo a tutta velocità del Coche Boogalero dopo solo pochi minuti ritornano gli Hazardous Waste con…

28 May 2013 Reviews

Read more

Z’Ev & Simon Balestrazzi – Reverbalizations (Boring Machines, 2014)

Se faceste una rapida ricerca in rete rimarreste sorpresi nello scoprire quanti dischi siano stati registrati in caverne: non solo…

17 Jun 2015 Reviews

Read more

Pixies - 05/06/10 Piazza Castello (Ferrara)

Io ci provo, ardentemente, a ricacciare i cattivi pensieri e l'evidente e incipiente vecchiaia, ma il mondo non mi aiuta.…

22 May 2010 Live

Read more

Prosperina - Faith In Sleep (Maybe, 2012)

Musica abbastanza lisa e consunta quella dei Prosperina, ma per chi ama chitarrismi elefantiaci in un magma psichedelico potrebbe esserci…

12 Dec 2012 Reviews

Read more

Messa In Piaga - Undelicate Sound Of Powder (LR l'oretta…

Ritorna la piaga dai meandri del passato. Sempre  più free, uncompromising e nonsense, stavolta propugna cinque pezzi a metà strada…

10 Aug 2020 Reviews

Read more

The Necks – Body (Fish of Milk/ReR Megacorp, 2018)

Nuovo disco dei Necks uscito in estate ma che di certo si farà apprezzare per più di una stagione. Ogni…

14 Sep 2018 Reviews

Read more

Lyke Wake - The Long Last Dream (Final Muzik, 2013)

Lyke Wake è un gruppo di Roma che negli anni ottanta ha fatto parte del circuito industrial/ambient, registrando negli anni…

09 Aug 2013 Reviews

Read more

Owls – The Night Stays (Rare Noise, 2011)

In genere il catalogo Rare Noise non incontra i miei gusti, anche in quei casi dove non posso che riconoscere…

14 Mar 2011 Reviews

Read more

Erdem Helvacioglu - Altered Realities (New Albion, 2006)

Anche se temo che molti su questa webzine non conoscano la New Albion, non è per nulla sconosciuta anzi, trattasi…

08 Jun 2007 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top