Mike Cooper – Tropical Gothic (Discrepant, 2018)

Nomen omen, titolo che rispecchia a pieno le intenzioni di Mike Cooper nella stesura di Tropical Gothic. Un lavoro che mostra il suo lato più ombroso, dove le corde scivolose e gli ammennicoli elettronici vengono adoperati per descrivere la fitta ombra proiettata da un’asfissiante vegetazione equatoriale: tribalismo indigeno, sinistri rintocchi di corde ed elettronica povera, tutto a portare acqua al mulino di un’ambientazione cupa e ostile.
La falsa partenza rock psichedelica di The Pit in realtà è solo un frammento di uno sfrenato rituale indigeno mentre si ci addentra nella foresta e infatti la successiva Mask Of Flesh descrive un clima sospeso, pesantemente cupo e ambiguo. L’atmosfera prosegue così per diverse tracce, una traversata ansiogena a passi lenti in un ecosistema pericoloso con la paura di essere mangiati vivi o aggrediti da qualche feroce predatore. Una tensione che si libera nell’inaspettata entusiastica apertura di Runnig Naked, perfetto finale di uno schizofrenico cannibal movie: ritmo pompato e tripudio di assoli hawaiani, talmente sopra le righe all’interno dell’album che infatti è solo un falso finale. Il successivo colpo di scena di Onibaba ripiomba il tutto in un ambiente densamente plumbeo; e poi siamo in realtà appena a metà dell’opera. L’altra metà, Legong/Gods Of Balì, è un lungo e opprimente flusso ambient che procede lento, arricchendo l’oscurità con fraseggi di ninnoli in reverse, scansioni di carillon oscuri, risuoni di amuleti caccia spiriti e percussioni occulte. Una psicosi da Animal Collective in ipotermia che alla fine si ritrovano soli ad ascoltare i suoni della giungla con l’ansia in corpo. Un disco riuscito e molto divertente, che sa come sortire effetti interessanti e mostra un lato di Cooper che vale la pena di guardare.

Tagged under: , ,

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blast from the past!

Rocky Votolato - Makers (Barsuk, 2005)

Ecco una gatta da pelare. Rocky Votolato (myspace qui) - da Seattle - si può inquadrare in quella folta schiera…

18 Jul 2006 Reviews

Read more

Sigurtà, Fhievel, Hue - Live At Lab 12, Part 1…

Un preambolo più che dovuto per dire che se Uggeri non è capace di star fermo sembra che anche i…

06 Jun 2007 Reviews

Read more

Mashrooms – S/T (Wild Love, 2011)

In maniera tutt'altro che banale i siciliani Mashrooms riescono nella difficile impresa di fare un disco che, pur muovendosi in…

27 Sep 2011 Reviews

Read more

Leg Leg - Manta (Wallace, 2009)

"Ma l'amor mio non muore" e così la Wallace pur sfornando dischi diversi a ripetizione mantiene un suo profilo o…

22 Dec 2009 Reviews

Read more

Davide Cedolin - Contemplations and other Instrumentals from the Valley…

Diciamocela tutta, basterebbe il titolo. Socchiudi gli occhi, un refolo di vento ed è tutto lì. Ma in realtà c’è molto…

09 May 2022 Reviews

Read more

Nole Plastique - Escaperhead (Nexsound, 2008)

Altra uscita per l'etichetta "pop" di Andrei Kiritchenko, la terza per essere precisi e la prima ad essere davvero interessante…

17 Jun 2008 Reviews

Read more

Hunting The Beast – When Night Falls… (Hellbones, 2019)

Non cambierà la storia della musica questo When Night Falls…, nemmeno limitatamente al genere a cui appartiene. Non lascerà neppure…

08 Jul 2020 Reviews

Read more

Buffalo Grillz - Manzo Criminale (Subsound, 2012)

Grind ad alzo zero, una linearità di esecuzione ed una fantasia negli arrangiamenti pari a quella di un gibbone chiuso…

20 Feb 2013 Reviews

Read more

Delia Meshlir - Calling the Unknown (CD / LP Irascible,…

Partiamo da molto tempo fa, 2015 quando, durante una delle mie fallimentari esperienze come tour booking riesco a piazzare a…

21 Apr 2022 Reviews

Read more

Mount Eerie – Ocean Roar (P.W. Elverum & Sun, 2012)

A breve distanza da Clear Moon, sempre a nome Mount Eerie arriva Ocean Roar e si apre con Pale Lights, una…

22 Oct 2012 Reviews

Read more

The Land Of The Snow - Paths Of Chaos (Taxi…

Proseguendo nel filone one-man-project, la genovese Taxi Driver, dopo Petrolio, propone questa invernale scalata in vetta carica di riverberi doom…

07 Jul 2017 Reviews

Read more

Mon Electric Bijou - Terror At The Gates (Delta Poison…

Un'insolita flemma che si è impossessata di me negli ultimi mesi ha fatto sì che parli di Mon Electric Bijou…

20 Aug 2012 Reviews

Read more

Black Mountain - Wilderness Heart (Jagjaguar, 2010)

Spinto da un grande sforzo pubblicitario arriva il terzo disco dei rcanadesi Black Mountain, ormai consolidati come uno dei più…

14 Oct 2010 Reviews

Read more

K-Branding - Alliance (Humpty Dumpty, 2011)

Giovani promesse crescono e vengono mantenute, proprio come nel caso di questi ragazzi belgi: ricordo di aver recensito il loro…

15 Apr 2011 Reviews

Read more

Lonius - S/T (Setola Di Maiale, 2008)

Un sax tratteggia una melodia jazz, note si rincorrono, si perdono, si ritrovano, sembrano abbozzare una melodia. Sotto, in un…

30 Sep 2008 Reviews

Read more

The Dutch Courage – An Antology Of Collected Wreckages (Under…

Echi di naufragi lontani. Registrato in un lasso di tempo che va dall’inverno del 1998 all’estate del 2003, An Antology…

10 Oct 2014 Reviews

Read more
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Back to top